Che in casa Virtus non ci sarebbe stata una rivoluzione nonostante il cambio di allenatore lo si era detto già alla vigilia dell’ufficializzazione di Sergio Scariolo. Poi tra il dire e il fare spesso c’è di mezzo un mare di dinamiche di mercato e societarie piuttosto complesse, e per questo qualcuno pronosticava che la squadra appena scudettata sarebbe stata smantellata.
Invece così non è stato: Sergio Scariolo e la società intendevano confermare nove giocatori, e al momento ci sono riusciti con otto di questi.
L’unico che non è stato possibile trattenere è stato capitan Ricci, convinto da un’offerta altissima e irrinunciabile di Milano. Per il resto, il gruppo italiani è stato confermato in toto, con anche il prolungamento di Abass (con ridiscussione dell’ingaggio) per una ulteriore stagione e con l’aggiunta di Michele Ruzzier.
Sul fronte stranieri sono arrivate le conferme di Kyle Weems e Vince Hunter, entrambe biennali. Quella di Hunter, in particolare, è decisamente pesante, perchè il 27enne lungo di Detroit, dopo una stagione di grande crescita e da MVP delle Top 16 di Eurocup, poteva ambire lecitamente all’Eurolega, e qualche offerta dal piano superiore la aveva.
Otto conferme, quindi. Per avere la certezza assoluta c’è da attendere ancora una settimana, perchè Milos Teodosic potrebbe uscire dal contratto entro il 10 luglio. E’ giusto attendere, anche se l’ottimismo regna sovrano, e non sembrano esserci squadre di Eurolega sul giocatore, dopo la smentita formale dell’Efes per bocca di Ergin Ataman. Una volta passata la deadline, la Virtus inizierà a muoversi con decisione per chiudere con i tre giocatori che mancano all’appello, anche se alcuni sondaggi sono già stati fatti. Si cercano un esterno (play-guardia) e due lunghi, un quattro e un cinque.
Sul fronte dello staff, da Milano viene dato in arrivo in bianconero il preparatore atletico Matteo Panichi, ex biancorosso e anche nello staff della Nazionale. Nel caso, per lui sarebbe un ritorno alle Vu Nere. Da giocatore infatti Panichi è stato in Virtus due stagioni, e ha vinto lo scudetto e l’Eurolega nel 1997-98, anche se con un ruolo marginale.
Da un paio di giorni – infine – è operativo nell’ufficio stampa bianconero il “nostro” Paolo Di Domizio, a cui facciamo un grande “in bocca al lupo”.

(foto Virtus – Giulia Pesino)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: