Da ieri Ivan Paunic è aggregato alla Virtus ed è partito per la Valchiavenna assieme alla squadra.
Per il 32enne esterno serbo si tratta di un ritorno in bianconero.
Ad aprile 2012, infatti, la Virtus di Alex Finelli lo ingaggiò per il finale del campionato, proveniente dal Nizhny Novgorod. Era la stagione iniziata col lockout NBA e il sogno Kobe Bryant, e la squadra di Petteri Koponen, Chris Douglas-Roberts, Peppe Poeta e Viktor Sanikidze, tra gli altri.
In teoria Paunic avrebbe dovuto allungare la rosa in vista dei playoff, ma alla fine in bianconero disputà solo sei partite, tre di regular season e le tre della serie playoff persa 3-0 contro la Sassari dei cugini Diener e Vanuzzo.
All’epoca non fece una grande impressione, e il suo contributo alla squadra fu scarso: 3.2 punti in 11′ di impiego, tirando poco, e quasi solo da tre. Da allora, ha girato parecchio in Europa e non solo: Azovmash, San Sebastian, Fuenlabrada, Astana, Buducnost, Tofas Bursa e alcuni mesi della scorsa stagione in Iran, al Chemidor Tehran, dove ha recuperato dai postumi di un infortunio al ginocchio.
Ora Paunic aumenterà la qualità degli allenamenti bianconeri, in attesa del ritorno dei nazionali.

(foto Virtuspedia)

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: