SEGAFREDO BOLOGNA

Spissu – voto 6,5 – (10pti, 3/4, 2/5, 1/4) – Senza bisogno di chiedere troppo al suo tiro, che peraltro non pare in giornata da due di cuori. Tiene gli altri sulla corda, basta e avanza.
Umeh – voto 6,5 – (13pti, 2/4, 4/6, 1/6) – Raggranella quello che gli lasciano i compagni, non sgomitando per chiedere ulteriori palloni.
Oxilia – voto 6 – (4pti, 2/2, 1/1, -) – Tiene botta fisicamente, basta e avanza.
Rosselli – voto 8 – (18pti, 8/9, 5/7, 0/2) – Pipa in bocca, a guidare, prendere rimbalzi, difendere, fare canestri, schiacciare la staffa, e forse alla fine andare anche a spanare i vetri delle macchine dei compagni. Quelli che hanno già età da patente.
Lawson – voto 7 – (17pti, 1/2, 8/12, 0/2) – Anche 13 rimbalzi, tenendo gli avversari alla larga dalle sue terre. Senza nemmeno bisogno di strafare.
Spizzichini – voto 6 – (2pti, -, 1/4, 0/2) – Guarda e cerca di aggiungersi alla festa, con più ferri che gioie.
Penna – voto 6 – (3pti, 0/2, 0/4, 1/2) – Quel che gli manca è la mira, per il resto c’è un buon tam tam sui tamburi e ritmo tenuto nel modo giusto.
Pajola – voto 6 – (2pti, 2/2, 0/1, -) – Appoggia i suoi riccioli a due liberi e volontà difensiva.
Michelori – voto 7 – (7pti, 1/2, 3/4, -) – La mette sull’orizzontalità, spargendosi in area e diventando sia fortino difficile da aggirare dietro che buon raccoglitore di briciole dietro.

ALMA TRIESTE

Prandin – voto 5 – (6pti, 2/2, 2/3, 0/4) – Niente da segnalare, e non è un bel segnalare.
Baldasso – voto 5 – (0pti, -, -, 0/2) – Si mimetizza bene, non lo si nota.
Green – voto 5,5 – (15pti, 4/5, 4/7, 1/4) – Frulla molto, a volte trova la palla, a volte no.
Parks – voto 5 – (9pti, 5/6, 2/8, 0/1) – Una forzatura nel primo quarto lo spedisce in panchina. Di fatto, dalla panchina è come se non ne uscisse più.
Daros – voto 5 – (4pti, -, 2/6, 0/3) – Gli girano attorno senza che lui faccia molto.
Bossi – voto 5 – (5pti, 3/6, 1/3, 0/2) – Più velleità che altro.
Pecile – voto 5,5 – (7pti, 4/4, 0/3, 1/2) – Prova a dare la scossa, ma non è che ci sia poi tanta roba da scossare.
Coronica – voto 5,5 – (2pti, -, 1/2, -) – Poco di importante.
Simioni – voto 5 – Entra, sbaglia, viene cazziato, a casa.
Cittadini – voto 6 – (15pti, -, 6/7, 1/2) – Salva le cifre nel finale.

VERBA MANENT

RamagliBella vittoria, l’aspetto energetico si è visto. Quando dicevo che di birra ce ne avevamo ancora avevo ragione, si è visto nei secondi possessi, i rimbalzi, punti da recuperi: questi sono segnali di energia, e se devo trovare una pecca ci sono le palle perse, cosa che di solito non ci appartiene perché abbiamo rispetto del pallone. Comunque questo non ha tenuto la partita in vita, nel secondo quarto abbiamo spaccato la partita, quando io pensavo che sarebbe stata una gara in cui cuocerli piano piano, e invece c’è stato il break. E loro non hanno mai trovato un modo per rientrare, a prova della nostra forza fisica. Siamo in salute, ora cerchiamo di conservarcela in previsione della gara di domenica. Sono soddisfatto, loro sono scorbutici da affrontare, sanno alzare i ritmi, invece noi li abbiamo sempre tenuti a metà campo. Ci mettiamo lì questa vittoria, ottenuta da squadra. Gara di grande qualità difensiva, anche se forse con Treviso abbiamo fatto ancora meglio. La Coppa Italia? Ripeto, non è mai stato un nostro obiettivo, ma andiamo avanti, sapendo che la si potrebbe giocare a Bologna, e che gli obiettivi parziali sono dei piccoli step. Se saremo bravi e ce la conquisteremo, ce la saremo meritata. Sarebbero tre partite in tre giorni, preparando le gare di notte, mentre almeno nei playoff un attimo di respiro e di analisi ce l’hai. E’ più una manifestazione simile ad un campionato europeo. Dovesse accadere, comunque, saremmo ben contenti di farlo, con incroci particolari, diversi, affrontando squadre poco conosciute: manifestazione accattivante, ma non è la Coppa Italia di serie A, il valore è diverso. Sarebbe un premio al lavoro. I giovani? Hanno qualità fisiche. Partire con Oxilia non è stata una scelta punitiva verso Petrovic, ma perché Tommaso poteva essere, come diceva un mio gm, l’idealtipo per difendere su Parks. Non è andato sotto a rimbalzo, anzi, ne ha spizzati diversi, e questo è importante. Pajola è un giocatore che difficilmente va in difficoltà perché sa come arrabattarsi, e per questo è un giocatore già pronto. Sono contento di quanto hanno fatto. Non so se siamo una squadra affamata, di certo siamo una squadra seria, che non snobbiamo né ci preoccupiamo troppo, sappiamo di poter attingere alle energie di tanti, e che possiamo ricaricarci con il lavoro su noi stessi. E quando i giovani hanno messo energia, l’hanno passata anche agli altri. Ci buttiamo sui palloni vaganti non perché vogliamo riscattare qualcosa, ma perché la vogliamo prendere, perché crediamo in quello che facciamo e non per riscattare sfighe passate. Portiamo addosso questa maglia con dignità.

DalmassonVenivamo da 5 vittorie di fila, oggi siamo stati battuti meritatamente, in grossa difficoltà, surclassati a rimbalzo dove di solito abbiamo la nostra arma migliore. In campo c’erano due squadre con approccio e intensità diversa, e noi non siamo riusciti a trovare un rimedio.

Il video della conferenza stampa, realizzato da Laura Tommasini di Sportpress

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online