Non è una novità che la Virtus si stia guardando attorno per cercare un rinforzo in ottica playoff. Ogni squadra di A2 ha ancora circa un mese di tempo – fino al 28 aprile – per prendere un solo giocatore proveniente da campionati non LNP, quindi dalla serie A o da campionati esteri. La nuova società bianconera non vuole lasciare nulla di intentato per cercare di raggiungere la serie A e ha messo sul piatto una cifra piuttosto cospicua per il giocatore da mettere a disposizione di coach Ramagli, e come ruolo ci si è orientati su un esterno.

Il problema è che la scelta è piuttosto limitata, perchè in serie A i giocatori che si possono muovere sono pochi. La Virtus ci ha provato prima con l’ex capitano Peppe Poeta, che però ha declinato la proposta.

Negli ultimi giorni si è parlato di Stefano Gentile di Reggio Emilia, mossa che avrebbe senso sia per il giocatore – che ha bisogno di giocare dopo l’infortunio che l’ha tenuto tre mesi fuori dal campo – sia per la Virtus che prenderebbe un giocatore di provata esperienza. L’ostacolo principale a oggi sembra essere la società reggiana, che non si vuole privare di un giocatore in ottica playoff. Gentile comunque è in uscita da Reggio al 30 giugno, quindi non è escluso che tra qualche settimana la situazione si sblocchi, soprattutto se la società bianconera dovesse trovare l’accordo col giocatore anche per le prossime stagioni.

E poi c’è Marco Giuri, un giocatore che conosce coach Ramagli e il campionato di A2, già vinto con la maglia di Brindisi. Qui al momento ci sono due tipi di problemi: il primo è legato alla situazione della JuveCaserta, che ha il mercato bloccato a causa del lodo Mordente. Se la situazione si sbloccherà – o con la firma della liberatoria da parte dell’ex Treviso o col parere favorevole della Corte Federale alla contrattualizzazione di un giovane di serie – Caserta potrà fare mercato in uscita, e cederà immediatamente Daniele Cinciarini alla Fortitudo. Resta da capire se la società di patron Iavazzi possa poi cedere anche il proprio capitano. L’impressione è che possa farlo, ma solo quando avrà in tasca la salvezza matematica, il che potrebbe anche succedere a breve, soprattutto se domenica prossima Pesaro batterà Cremona.

Infine, Jeff Viggiano. Ruolo completamente diverso, ma probabilmente il giocatore più forte tra quelli associati finora alla Virtus. Se Venezia decidesse di privarsene la Virtus sarebbe in prima linea. Al momento però pare molto difficile, dato che Viggiano è elemento stabile della rotazione di coach De Raffaele. Nella vittoria di ieri in coppa Viggiano ha giocato 16′ con 8 punti a referto, anche se è da capire quale sarà il suo ruolo una volta che Stefano Tonut sarà perfettamente ristabilito.

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online