AVIATORS LUGO-INTECH VIRTUS IMOLA 70-85
(parziali: 26-25 / 37-42 / 51-62)
Lugo: Alessandrini 13, Silimbani 5, Ravaioli 24, Biandolino 3, Agatensi 3, Arosti 8, Baroncini 4, Gentili, Marabini 10. All: Casadei
Imola: Magagnoli 14, Aglio 11, Seskus 4, Militerno, Diminic 27, Nucci 14, Galassi 3, Ranocchi 6, Savi-no 6. All: Regazzi

Scrimmage a porte chiuse

Buon test match per la Intech Virtus Imola che supera 85-70 gli Aviators Lugo al termine di uno scrim-mage giocato con intensità e ritmo, non ancora da campionato, ma quasi.
Monumentale prestazione nel pitturato di Mise Diminic che è il faro offensivo e a rimbalzo dei gialloneri, catalizzando tutti i palloni transitanti sotto canestro. E’ vero anche, però, che il massimo vantaggio la Virtus lo raggiunge in un momento in cui il totem croato sta riposando in panchina, a sottolineare come il progetto giallonero sia inclusivo di ogni effettivo. Il croato arriva a quota 16 già all’intervallo, sfruttando i 12 punti incamerati nel primo quarto.
L’altro nuovo straniero, il lituano Seskus, è alla ricerca della migliore condizione e dell’amalgama tecnica con i compagni: ancora qualche errore di troppo al tiro, ma sono importanti la crescita nella coesione con la squadra e l’intraprendenza con cui affronta i minuti in campo.
Buono il terzo quarto di Alessandro Nucci che pesca dal cilindro un paio di cesti in elevazione in mezzo all’area, prima della tripla che vale il 58-48 a 2’ dall’intervallo breve. Mano calda per Francesco Maga-gnoli nell’ultimo minuto del test match: le due triple filate valgono l’allungo dell’85-70 con cui si chiuderà l’amichevole.
Jacopo Aglio parte forte, realizzando 9 punti nel primo parziale, quindi si concentra maggiormente nella fase difensiva, giostrando per il campo. Gestione delle forze anche per Ranocchi, in piena ripresa rispetto ai problemi fisici accusati alla fine del campionato scorso.
La prima tripla dell’Intech nella serata arriva solamente al minuto 7’ del secondo quarto, con l’ex di turno Luca Galassi che realizza il primo canestro di un break che porta la Virtus dal 31-37 al 42-37 con cui ci si accomoda in panchina per l’intervallo.
Ottimo finale di match per Giancarlo Savino che sfrutta i minuti in campo per fare esperienza sia a rim-balzo che negli schemi offensivi della squadra: per lui, complessivamente, 3 canestri da sotto il ferro e vari rimbalzi. Spazio anche per l’altro giovane della “cantera” giallonera Matteo Militerno.

Quintetto 1° quarto: Seskus, Ranocchi, Magagnoli, Aglio e Diminic.
Parte meglio la Virtus con Diminic abile sia a realizzare che a smistare palloni ai compagni (4-2, 8-5). A metà frazione il primo allungo ospite (19-16), ma nel finale di quarto gli Aviators reagiscono e sorpassano. Da segnalare il bel gancio di Diminic su assist di Aglio per il 25-26 finale.

Quintetto 2° quarto: Galassi, Magagnoli, Nucci, Savino e Diminic.
Si segna molto poco nei primi 5’ del secondo parziale (31-33 per i padroni di casa). Dopo il timeout di coach Regazzi è la splendida tripla di Luca Galassi (primo canestro da 3 della gara per i gialloneri al minuto 17’) a sbloccare la squadra che da quel momento realizza un break di 11-0 che spiana la strada per il proseguo del match. Il play lituano spedisce un assist spettacolare a Ranocchi che si invola in contropiede per il 40-37. La Virtus chiude avanti 42-37 all’intervallo, con un parziale in cui Diminic segna 4 punti, seguito da Galassi 3 e ben 5 compagni a quota 2 punti (Savino, Ranocchi, Magagnoli, Seskus ed Aglio).

Quintetto 3° quarto: Seskus, Galassi, Ranocchi, Aglio e Diminic.
Imola scatta bene in avvio di ripresa con 5 punti di Diminic ed un cesto di Aglio per il break di 7-2 al 3’ (49-39). Nucci segna, a distanza di pochi minuti con due canestri arresto-tiro spiazzanti per la difesa biancoverde, prima della tripla frontale con cui firma il 58-48 a 2’ dalla sirena. Magagnoli e il pivot croato (dalla lunetta) chiudono il parziale sul 62-51.

Quintetto 4° quarto: Galassi, Magagnoli, Nucci, Aglio e Diminic.
Mentre Regazzi continua il vortice dei cambi di uomini e di ruoli, per testare la tenuta dei propri ragazzi di fronte alle varie sollecitazioni tecniche, la squadra prosegue ad incrementare il vantaggio nel punteg-gio. Al 3’20” Nucci in difesa intercetta la linea di passaggio degli esterni locali e conclude il suo veloce contropiede con una tripla perfetta dal versante destro (71-53). E’ il massimo vantaggio (+18) dell’Intech inquesta breve trasferta. Un minuto dopo Magagnoli pesca il jolly con l’assist filtrante per Ranocchi (73-55). Lugo, nella prima metà di ultimo quarto, segna solo dalla lunetta, da cui lima qualche punto ai gialloneri, ma Savino segna una doppietta consecutiva per il 77-59 dopo 6’ di gioco. Lugo si risveglia e con un paio di fiammate, accorcia il disavanzo: in 3’, i biancoverde accorciano fino al 79-70, quando oramai manca solo un giro di lancette alla sirena finale. In questo momento arriva il “Maga Show”, in cui l’ala realizza due triple in pochi secondi di distanza, che mettono in ghiacciaia la vittoria.
Finisce con la vittoria dell’Intech 85-70.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: