Serie C Gold
2° giornata di ritorno
ANZOLA BASKET-VIRTUS IMOLA 76-64
(parziali: 15-20 / 32-28 / 58-43)
Anzola: Mandini ne, F.Parmeggiani 6, S.Parmeggiani 14, Baccilieri 12, Cerulli, Venturi 3, Cacciari, De Ruvo 17, Caroldi 2, Donati 9, Bortolani 13. All: Spaggiari
Virtus: Dalpozzo 7, Dal Fiume 9, Turrini, Nucci ne, Percan, Murati ne, Casadei 6, Magagnoli 17, Giuliani, Aglio 11, Zani ne, Zhytaryuk 14. All: Tassinari
Arbitri: Fiocchi e Marino

Finisce male la trasferta bolognese per la Virtus Imola che lascia sul parquet di Anzola 2 punti pesanti per la classifica e per il morale in una settimana cruciale (sabato 26 gennaio arriverà Rimini al PalaRuggi).
Imola perde male con percentuali non consone al proprio roster che, tra l’altro, continua a perdere pezzi: in panchina Zani (lungodegente) e Nucci (fermo per uno strappo inguinale) per onor di firma, dopo nemmeno 2’ di gioco esce Alex Percan per un problema al polpaccio; a pochi minuti dalla fine escono anche Dal Fiume e Zhytaryuk. E Magagnoli finisce la gara su una gamba
Svanisce subito, dunque, l’effetto della bella vittoria su Fiorenzuola, con una sconfitta che fa male perché, alla distanza, i gialloneri non sono stati capaci di rimontare e di rialzare la testa. Dal punto di vista dei freddi numeri, si salvano solo Magagnoli (17) e Zhytaryuk (14), ma l’analisi del match deve puntare sulla mentalità e sulla rabbia agonistica non pervenute nel momento decisivo dell’incontro.
Tanta delusione per i ragazzi in campo e per i tanti tifosi giunti da Imola a fine partita.

La cronaca.
Coach Tassinari manda in campo Dal Fiume, Percan, Magagnoli, Casadei e Zhytaryuk.
Inizio deciso dei gialloneri che scappano 6-0 con Magagnoli e Casadei (4 punti) in un minuto, mentre nell’azione successiva, in difesa, si ferma Percan per un fastidio al polpaccio. Al suo posto Dalpozzo che mette il punto dell’8-5 dopo 3’. Baccilieri impatta da sotto sul 10-10 dopo circa 4’. Per un paio di minuti non si sblocca il punteggio, con qualche errore offensivo da ambo le parti. Dalla lunetta Dalpozzo, Magagnoli e Zhytaryuk riportano sul +4 Imola a 3’ dalla sirena (14-10). Sulla sbracciata del pivot giallonero da sotto (16-10 a 2’30”) arriva il timeout di coach Spaggiari. Sono un grande gesto atletico di Magagnoli (8 punti nel primo quarto), insieme al primo cesto di Aglio a firmare il 20-10 a meno di 2’ dal primo intervallo breve. La tripla di Donati a 40” dà un po’ di respiro ai locali (20-13). Ancora Donati sul fil di sirena accorcia le distanze sul 20-15.
Alla ripresa del gioco ancora errori al tiro da ambo i lati del campo, con la Virtus che scende in campo con Giuliani, Dalpozzo, Aglio, Magagnoli e Zhytaryuk. Imola non sporca il referto nei primi 3’, dunque Tassinari rimette in campo Dal Fiume per Giuliani, nella speranza di rinvigorire la manova, ma De Ruvo accorcia al 20-19. Ci pensa ancora Magagnoli a segnare, dall’angolo destro dalla distanza per il +4 al 4’ di gioco. Venturi mette la tripla che riapre la contesa sul 23-22 a metà frazione. Bortolani protesta dopo un colpo in area e la coppia arbitrale lo punisce con un fallo tecnico e Magagnoli realizza il 24-22. Non è un buon momento a livello tecnico in campo, con i tiratori di entrambe le formazioni con le polveri bagnate, ma a 3’ dalla fine arriva il cesto dalla sua mattonella di Zhytaryuk (26-22). Baccilieri dall’angolo infila la seconda tripla consecutiva e cattura il primo vantaggio di Anzola sul 26-28. In questo momento i locali sono in pieno break con un parziale di 18-6 (dal 20-10 del primo quarto). Imola, dopo il timeout di coach Tassinari, cincischia in difesa e sbaglia ancora al tiro, mentre i locali scappano sul 26-30 quando mancano meno di 2’ all’intervallo lungo. Anzola segna ancora e va sul +6 a 1’, mentre Imola continua a tirare sul ferro. Ultima azione e Zhytaryuk dalla lunetta accorcia (28-32). Caroldi sbaglia e le squadre guadagnano gli spogliatoi sul 28-32 per Anzola.
Nei primi 3’ del 3° quarto segnano solo Magagnoli e Donati (30-34), poi Anzola infila un nuovo break e con Parmeggiani scappa sul +10 (32-42 a metà parziale). Bortolani continua a segnare, mentre la Virtus realizza solo dalla linea della carità con Zhytaryuk (34-44). Ma la nave imolese rischia di naufragare per via dei tanti, troppi, errori al tiro. In campo in questo frangente Dal Fiume, Dalpozzo, Turrini, Aglio e Zhytaryuk. Anzola scappa sul 34-46 e a 4’ dalla sirena Bortolani segna il 36-48. Sul ribaltamento di fronte finalmente un buon tiro con Samuel Dal Fiume che infila la tripla del 39-48 a 3’30”. Tassinari tenta la carta dei lunghi tutti in campo contemporaneamente, con Aglio da ala piccola. Casadei segna (41-48), ma Anzola si riporta sul 41-51 nell’attacco successivo (canestro + libero). Il tempo che scivola via non aiuta Imola costretta a rincorrere i locali. Caroldi subisce fallo al momento del canestro, ma sbaglia il libero, Una palla contesa sulla riga di fondo regala un altro giro in lunetta ai biancoazzurri che tornano sul +12 (42-54 a 2’ dalla sirena). Sull’ennesima fischiata dubbia, Tassinari si fa sentire, ma la coppia arbitrale non è d’accordo e commina il fallo tecnico. Anzola va sul 42-55 e palla in mano. La Virtus ruota tutti gli effettivi a disposizione ma la musica non cambia con i locali sul +15. Con l’antisportivo fischiato a Zhytaryuk Anzola torna dalla linea della carità e continua ad aumentare (43-58). Durante l’ultima pausa i gialloneri devono ritrovare prima di tutto un po’ di serenità, per tentare la rimonta.
Ultimo quarto con Giuliani, Magagnoli, Dalpozzo, Aglio e Zhytaryuk. Anzola subito a segno (43-60), poi la tripla del capitano Lorenzo Dalpozzo dall’angolo sinistro vale il +14 (46-60) al 1’. De Ruvo infila 3 triple in un minuto che fanno scappare i locali sul +22 (47-69 al 3’). Tassinari tenta la carta del timeout per rianimare i suoi ragazzi: ma la squadra pare non rispondere più in campo, con diversi palloni persi malamente, anche sulle rimesse e sul superamento della metà campo. Anzola pressa forte e finalmente Imola riesce a sbloccarsi dalla distanza con Aglio (50-69 a 5’). A 4’20” dalla fine il punteggio recita 52-71. Magagnoli infila la tripla del 55-71, ma dall’altra parte De Ruvo lo imita per il 57-74. A 3’ esatti dalla fine Dal Fiume viene fermato a metà campo e subisce un infortunio alla caviglia. L’arbitro non fischia e Tassinari perde le staffe e a quel punto subisce il secondo tecnico che porta all’espulsione. Dunque in un secondo fuori per Imola il play titolare e l’allenatore. Dalla lunetta Anzola continua a segnare e a 2’ dalla sirena conduce 57-76. Gli ultimi istanti della gara sono insignificanti ai fini del punteggio, tripla di Magagnoli a parte (61-76 a 1’15”). A 40” anche Zhytaryuk deve uscire per un problema al braccio, si spera lieve. La partita finisce sul 64-76 per Anzola Basket.

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: