Vincendo contro Venezia la Virtus ha fatto un bel passo in avanti in classifica. Intanto la Reyer è stata di fatto estromessa dalla lotta per il secondo posto, e ora è a -4 dai bianconeri, che hanno anche il 2-0 nel confronto diretto. Inoltre sono stati recuperati due punti su Sassari – che senza Bendzius è crollata a Varese – e Milano, sconfitta a Trento dopo una gara a bassissimo punteggio, finita 61-60. La prossima partita a Brindisi, che ieri ha passeggiato alla Unipol Arena e ha sole cinque sconfitte, contro le sei bianconere, diventa quindi cruciale.

Le ultime due partite – poi – hanno dimostrato quanto può essere utile Marco Belinelli a questa squadra, sempre che ce ne fosse bisogno. Lubiana e Venezia, per motivi diversi, sono state gare molto complesse. In entrambi i casi, nel finale l’esterno di San Giovanni in Persiceto si è caricato la squadra sulle spalle, in Slovenia con i tiri da tre, tra cui quello sulla sirena per il pareggio nei regolamentari, sabato invece – vista la serata no al tiro – è stato bravo a prendere falli e a segnare sempre dalla lunetta, con un 15/16 pesantissimo, compresi gli ultimi sei punti dei suoi.
Insomma, per esperienza è freddezza Belinelli si sta dimostrando l’elemento perfetto da affiancare a Milos Teodosic nei finali di partita.

(foto Virtus Pallacanestro)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: