OBIETTIVO LAVORO

Gaddy – voto 5 – (12pti, 2/4, 5/11, -) – Troppo limitato nel tiro da fuori per provarci, deve sempre buttarsi dentro a cercar fortune, rendendo l’area bolognese una succursale dei viali bolognesi con i nuovi piani traffico. E nemmeno fa girar tanto la squadra.
Williams – voto 5 – (14pti, 2/2, 3/4, 2/4) – Quando inizia a far bottino potrebbe essere il momento della riscossa, dopo disastri e nullità precedenti. Non finisce però bene.
Fontecchio – voto 5 – (6pti, 0/1, 3/7, 0/4) – Spuntato davanti, affannato dietro, andando a dimostrare che in momenti difficili non può essere uomo da tutte le stagioni e diventare il molo a cui cercare approdi.
Mazzola – voto 4 – (6pti, 2/2, 2/8, 0/3) – Ultimo quarto da continui ritenta, sarai più fortunato, andandosi a suicidare con appoggi a canestro tutti, tutti, sbilenchi. Giornata autunnale se ce n’è una.
Pittman – voto 6 – (15pti, 7/13, 4/7, -) – Davanti lo fermano solo con le sberle (11 falli subiti, pur con lunetta sinusoidale). Dietro, però, non sempre sa dove andare a cercar gente che fronte a canestro non è del tutto battezzabile, e paga pegno.
Oxilia – voto 6 – Tiene il campo senza mai uscire dal proprio compitino. I drammi non passano da lui.
Vitali – voto 5 – (10pti, 0/2, 2/6, 2/4) – Non collabora né in costruzione né in finalizzazione, si sblocca solo a giochi fin troppo fatti.
Odom – voto 4 – (1pt, 1/2, 0/4, 0/3) – Fin troppo legnoso, con l’Ikea a pochi passi non è una gran cosa. Il canestro gli rimane oscuro come l’amore per chi non ha la poetica di Mogol.
Cuccarolo – voto 5 – (0pti, -, 0/2, -) – Tiene vivi possessi che patiscono comunque di eutanasia in tempi brevi.
– voto

BETALAND CAPO D’ORLANDO

Ilievski – voto 5 – (8pti, 2/2, 3/5, 0/5) – Sempre ad una sola marcia, guardando il canestro più che i compagni: l’Orlandina vince malgrado lui.
Perl – voto 7 – (12pti, 1/2, 4/7, 1/1) – Coltiva la vittoria con tranquillità e con le penetrazioni finali, a chiudere la questione. Anche 7 rimbalzi.
Jasaitis – voto 7 – (18pti, 4/4, 1/2, 4/6) – Fa capire fin dalle prime battute che è giornata di gloria, aprendo il campo e diventando quel tipo di giocatore bivalente che Bologna non pare avere.
Metreveli – voto 5,5 – (4pti, 0/1, 2/4, 0/1) – Guarda la partita che guarda lui senza altre cose da segnalare.
Oriakhi – voto 5,5 – (4pti, -, 2/4, -) – Liquida la sua partita con troppe bastonate, sono falli e poco altro.
Laquintana – voto 6,5 – (11pti, 5/6, 3/8, 0/1) – Non l’apoteosi dell’ordine e disciplina, ma mette sempre un po’ di pepe al proprio attacco.
Basile – voto 6,5 – (2pti, 2/2, -, 0/2) – Ultraquarantenne, gioca da fermo portandosi comunque a spasso mentalmente gente che potrebbe essergli pronipote, e quel che non muove il fisico lo fa con 7 assist.
Vujicevic – voto 6 – (2pti, -, 1/1, -) – Speronamento con gol al 20’.
Nicevic – voto 7,5 – (15pti, 3/4, 6/9, -) – Dimostra che il basket moderno non è roba per centri statici: si allontana da canestro e punisce con facilità. Da mattonelle su cui banchettava quando internet nemmeno ancora esisteva.

VERBA MANENT

ValliTemevamo tutti questa partita vedendo Capo D’Orlando all’opera domenica corsa a Venezia dove è chiaro che ha perso per sola sfortuna. Cosa ci abbia frenati è difficile stabilirlo, ma forse sentiamo un po’ troppo la tensione del campionato e questo non ci ha consentito di fare la partita che volevamo. Loro avevano esperienza e questo ci ha spaventato. Purtroppo in questo momento l’aggravante è che non facciamo canestro: perdiamo una partita in casa recuperando 20 rimbalzi in attacco e questo è indicativo. Nonostante lo sforzo manca la mira, ma dobbiamo far tesoro di questa sconfitta. Quando le cose non vanno è perchè ci mancano i meccanismi, oltre ad Allan Ray, dobbiamo attaccarci alla difesa. Ray è il nostro miglior tiratore e il terzo migliore del campionato, non possiamo regalare la sua assenza. Oltre a questo dobbiamo consolidare il nostro gioco di squadra, cosa che a Capo D’Orlando non manca di certo. Quando siamo andati sotto di venti la nostra situazione è peggiorata perchè è venuta a mancare anche un po’ di lucidità oltre alle energie atletiche che venivano a mancare. Abbiamo porvato a rientrare fino al -4 ma non è bastato per poi pensare al sorpasso. Senza Ray dobbiamo concentrarci come ho detto ancora di piu sulla difesa, non abbiamo altra scelta perchè l’esperienza non è qualcosa che posso infondere ai ragazzi in una notte.

GriccioliAvevamo impostato una partita sapendo che siamo senza Bowers e penso che tutti abbiano risposto al meglio, ci prendiamo i meriti di questa vittoria. non ci siamo fatti spaventare neanche quando la Virtus si è rifatta sotto. L’assetto della nostra squadra oggi ha fatto si che scendessero in campo dei giovani che forse ad inizio stagione non si pensava avrebbero trovato spazio. Ma non ho avuto paura a metterli in campo già questa sera, siamo stati bravi anche in difesa concedendo solo qualcosa a Pittman ma neanche più di tanto. Abbiamo portato una buona pressione agli esterni che così si sono spesso trovati in difficoltà nel servirlo. Voglio davvero fare i complimenti ai miei ragazzi che si meritavano questo successo dopo la partita di Venezia che gridava vendetta. Puntavamo molto su Perl: quando lo abbiamo visto venire a lavorare da noi a maggio, anche se veniva dal campionato ungherese ci ha subito ispirato fiducia. Il ragazzo per noi valeva e magari abbiamo preso un rischio, ma lui è molto intelligente, è sveglio e si prende le responsabilità che deve. Difened su tutti, lunghi, piccoli e in attacco ha la giusta sicurezza, che segni oppure no. Siamo molto felici della sua esplosione così sappiamo di poter contare su un giocatore in piu.

(interviste raccolte da Valentina Calzoni)

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online