VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Punter – voto 5 – Non è continuo, non trova guizzi e soffre fin da subito le mani addosso della difesa lagunare. 4/9 al tiro.
Martin – voto s.v. – Solo tre minuti e poi l’infortunio che lo leva dalla partita.
Pajola – voto 4 – Nel primo tempo, quando ancora c’è partita, entra e commette errori su errori; nel secondo tempo, a partita finita, non fa meglio.
Taylor – voto 4,5 – Falloso all’inizio, non entra in partita mentalmente e ne risente tutta la squadra.
Baldi Rossi – voto 5 – Inizia benino, poi crolla anche lui sotto i colpi dell’attacco veneziano senza mai trovare delle contromisure.
Cappelletti – voto 6 – Forse l’unico a metterci a grinta e anche voglia, bene anche in difesa su Haynes.
Kravic – voto 5 – Male più di quanto dicano le statistiche: non riesce mai a difendere sui lunghi avversari e paga la stessa moneta in attacco. In area si vede soltanto per due schiacciate.
Aradori – voto 6 – 22 punti finali, di cui molti segnati negli ultimi possessi. Inizia meglio rispetto agli altri, poi si perde anche lui quando Venezia inizia a premere sull’acceleratore.
Mbaye – voto 4,5 – Anche lui completamente fuori giri fin dall’inizio.
Cournooh – voto 4,5 – Non riesce mai ad entrare in partita e mai a fare la cosa giusta: un pesce fuor d’acqua, non riesce mai a prendere la targa a Tonut.
Qvale – voto 5,5 – Rientrava dopo lo stop e si è visto, fa il possibile ma non è abbastanza dinamico e pronto per fronteggiare i lunghi veneziani.

Le parole di Stefano SacripantiAbbiamo preso venti punti e mi dispiace per il nostro lavoro e per i tifosi. Non c’era motivo per perdere con questo distacco. Abbiamo mostrato tutta la nostra inesperienza contro una squadra solidissima ed espertissima. È una sconfitta che ci deve far riflettere. Sono arrabbiato per i punti presi da Stefano Tonut. Sapevamo che lui e Watt cambiano la partita, ma ci siamo fatti trovare impreparati lo stesso. E’ una serata in cui è andato tutto storto. Non mi piace trovare attenuanti nelle sconfitte anche se Qvale veniva da soli due allenamenti e l’infortunio di Kelvin Martin ci ha un po’ tagliato le gambe. È una pedina fondamentale per noi, perché ci dà durezza difensiva. Dobbiamo essere più bravi a competere contro queste squadre, spero che il suo infortunio non sia grave e che anche Brian cominci a prendere minuti di qualità. Ci eravamo preparati con la giusta intensità, abbiamo pagato un’inesperienza di base. Quello di oggi è un passo indietro ma credo sia una buona lezione per il futuro e per cercare di arrivare ad un livello più alto. Dobbiamo passare anche da queste partite per diventare grandi.

Le parole di Walter De RaffaelePartita intensa, solida, per 40′ con 12 giocatori. L’obiettivo è questo, avere sempre questa intensità difensiva e più giocatori possibile coinvolti. E’ stata la cosa migliore in assoluto. Una prestazione di squadra ottima. Volevamo imparare dalla sconfitta, perché Tenerife ha giocato a un’intensità quasi da Eurolega.
Con la coppa spesso i nostri allenamenti sono le partite, possiamo crescere e abbiamo tempo per crescere. Siamo indietro e abbiamo due giocatori fuori, ma la squadra è coinvoltà e questo sarà utile per il futuro..

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online