L’Unipol Banca under 20 vince il derby alla Porelli

L’Unipol Banca di Federico Vecchi vince il derby under 20 alla Porelli al termine di una partita sempre condotta dalle Vu Nere. Nel campionato under 18 successo esterno per l’Unipol Banca che vince in trasferta in casa della Pallacanestro Reggiana. La squadra di Vecchi tornerà in campo domani sera alla Porelli ospitando la Bsl San Lazzaro. Sconfitte esterne per l’under 16 di Consolini e l’under 15 di Largo rispettivamente a Reggio Emilia e Forlì. Esordio casalingo con netta vittoria per gli under 14 di Fedrigo con l’Unipol Banca che alla Porelli ha supera l’Sg Fortitudo. Successo esterno per l’under 13 di Pezzoli a Reggio Emilia. Sabato 29 ottobre torneranno in campo sia gli under 16 di Consolini in trasferta a Ravenna che gli under 14 di Fedrigo con l’Unipol Banca che ospiterà alla Porelli la Pallacanestro Reggiana. Domenica alle 15.00 alla Porelli saranno in campo gli under 13 di Pezzoli contro la Nuova Psa Modena. Lunedì 20 alle 20.00 toccherà agli under 20 di Vecchi che alla Palestra Chierici di Reggio Emilia faranno visita alla Pallacanestro Reggiana.
Sono sette i giovani del Settore Giovanile Unipol Banca che figurano nell’elenco dei convocati del Settore Squadre Nazionali per il Centro Alta Specializzazione che si svolgerà a Roseto degli Abruzzi dal 28 ottobre al 1 novembre: Lorenzo Deri, Matteo Nicoli, Arcangelo Guastamacchia, Nicolò Nobili e Samuel Orsi, mentre Lorenzo Bianchini e Manuele Solaroli sono nell’elenco dei giocatori a disposizione.

Unipol Banca Virtus Bologna-Fortitudo 103 Academy 84-55
(22-11, 41-18, 64-34)
VIRTUS BOLOGNA: Zanotti 10, Gianninoni 14, Petrovic 13, Nanni 3, Ranocchi 13, Carella 3, Rubbini 14, Rossi, Jurkatamm 4, Berti 11, Oyeh 1. All. Vecchi
FORTITUDO: Montanari 10, Quaiotto, Pampani, Di Poce 10, Costanzelli 11, Lucchetta 5, Pederzoli 1, Santini 5, Mazzotti , Torricelli 11, Sibani 2, Cenni. All. Comuzzo

L’Unipol Banca vince il primo atteso derby under 20 alla Porelli. L’inizio partita vede i biancoblu precisi al tiro da fuori, ma la Virtus risponde con aggressività in difesa e canestri in velocità e il vantaggio è già oltre la doppia cifra alla prima sirena. Il secondo quarto inizia all’insegna della confusione per entrambe le formazioni, ma appena le Vu Nere rimettono ordine in campo prendono il largo e all’intervallo il punteggio è un eloquente 41-18. Nel secondo tempo la truppa di Vecchi continua a macinare gioco fino al +30 di fine terzo quarto, scarto che rimarrà praticamente invariato fino alla sirena finale.

Classifica: Unipol Banca Virtus Bologna, Pallacanestro Reggiana, Vis Ferrara, Masi 4; Basket 2000 Reggio Emilia, Salus 2; Pontevecchio, Fortitudo 103, Ravenna, San Lazzaro 0.
Prossimo turno: Pallacanestro Reggiana-Unipol Banca, Lunedì 31 ottobre, ore 20.00, Palestra Chierici.

UNDER 18 L’Unipol Banca vince a Reggio Emilia
Grissinbon Reggio Emilia-Unipol Banca Virtus Bologna 68-86
(22-21, 37-42, 56-61)
REGGIO EMILIA: Salzano 2, Zampogna, Bonacini 12, Degli Esposti 21, Bondioli 6, Dias 4, Cipolla, Dellosto 14, Valenti 1, Vigori 4, Cremaschi 4, Tchewa Tchamideu 4. All. Menozzi
VIRTUS BOLOGNA: Pajola 24, Deri, Gianninoni 4, Petrovic 19, Salsini, Nanni 2, Rubbini 18, Rossi 7, Jurkatamm 7, Barbato, Bertuzzi, Oyeh 5. All. Vecchi

Prestigiosa vittoria in trasferta per l’Unipol Banca di Federico Vecchi in casa della Pallacanestro Reggiana dopo una partita ben più equilibrata di quanto dica il punteggio finale. Primo quarto all’insegna dell’equilibrio con le due formazioni che si sorpassano più volte. Ancora battaglia serrata nella seconda frazione con i giovani bianconeri che prima rintuzzano un tentativo di fuga dei padroni di casa e poi allungano poco prima dell’intervallo. Dopo la pausa è l’Unipol Banca che prende il comando delle operazioni seppur sempre con vantaggi minimi. Nell’ultima frazione la mole di gioco della Virtus chiude il conto con i padroni di casa che prima scivolano a -8 a metà dell’ultimo quarto. Negli ultimi minuti l’Unipol Banca trova canestri in velocità allungando fino al +18 dell’ultima sirena.

Classifica: Unipol Banca Virtus Bologna, Crabs Rimini 6; Fortitudo 103, Reggio Emilia 4; Bsl San Lazzaro, Salus, Santarcangelo, Forlì 2; Vis Ferrara, Pontevecchio 0.
Prossimo turno: Unipol Banca-Bsl San Lazzaro, Giovedì 27 ottobre, ore 20.45, Palestra Porelli.

UNDER 16 Unipol Banca sconfitta a Reggio Emilia
Grissinbon Reggio Emilia-Unipol Banca Virtus Bologna 103-88
(26-22, 46-44, 74-64)
REGGIO EMILIA: Accorsi 3, Grant 30, Bertolini 7, Bratschi, Ligabue 2, Giannini 4, Golfieri, Pellicciari 10, Soviero 17, Azzali 8, Castagnetti, Porfilio 22. All. Quarta
VIRTUS BOLOGNA: Nicoli 15, Deri 18, Berti 3, Casarini 9, Paratore 14, Lucarini, Bianchini, Guidi, Vivarelli 6, Perini 2, Fiordalisi, Cavallari 20. All. Consolini

L’Unipol Banca esce sconfitta dalla Palestra Chierici di Reggio Emilia al termine di una partita giocata da entrambe le formazioni a ritmi elevati e a viso aperto. Reggio prova subito a scappare sorprendendo i giovani bianconeri con contropiedi e rapidi uno contro uno portandosi in vantaggio di più lunghezze.
I ragazzi di Consolini prendono le misure dell’avversario e cominciano a ribattere colpo su colpo alzando l’aggressività difensiva e confezionando diversi recuperi che producono contropiedi. A metà partita il risultato è pressoché in parità.
Il terzo quarto inizia con lo stesso canovaccio del primo, Reggio Emilia scappa nuovamente dimostrando di avere più energia. Questa sembra potere essere la fuga decisiva per potersi aggiudicare la contesa e così sarà, poiché nonostante la Virtus rientri più volte a contatto nel punteggio non riesce ad impattare. Nell’ultimo quarto si allarga la differenza nel punteggio solo nella parte finale della gara.

Classifica: Reggio Emilia, Fortitudo 103 6; Crabs Rimini, International Imola 4; Unipol Banca Virtus Bologna, Vis Ferrara 2; Bsl San Lazzaro, Ravenna 0.
Prossimo turno: Ravenna-Unipol Banca, Sabato 29 ottobre, ore 16.00, Palestra Mattioli.

UNDER 15 L’Unipol Banca cade in volata a Forlì
Oneteam Basket-Unipol Banca Virtus Bologna 89-87
(21-19, 36-41, 63-65)
FORLI’: Gaspari 7, Torelli 7, Rinaldini, Creta 11, Montanari, Fabiani 5, Prandini 10, Adamo 2, Squarcia 13, Bertoni 2, Flan 30, Ciadini 2. All. Nanni
VIRTUS BOLOGNA: Tinti 5, Solaroli 14, Alberti 5, Masetti, Orsi 16, Nobili 9, Barbieri 2, Ruffini 3, Lolli, Battilani 4, Bortolani 4, Guastamacchia 25. All. Largo

L’Unipol Banca cede in volata sul campo del Oneteam Forlì al termine di una partita rimasta in equilibrio per quaranta minuti. Partono forte i padroni di casa che mettono il naso avanti sul 15-9 dopo pochi minuti. Tempestiva la reazione delle Vu Nere che ricuciono lo svantaggio e chiudono a -2 alla prima sirena. Nella seconda frazione la squadra di Largo sfrutta il proprio gioco di squadra e si porta il vantaggio. Sul finire del quarto alcune leggerezze difensive della Virtus regalano tiri liberi ai padroni di casa che capitalizzano riducendo a cinque i punti di vantaggio bianconeri alla sirena di metà gara. Nei primi 15 minuti della ripresa il copione non cambia con la Virtus che trova il canestro con continuità in attacco, ma la difesa bianconera commette ingenuità che permettono a Forlì di rimanere a contatto. Nel finale punto a punto le due squadre si sorpassano continuamente e in volata la spuntano i padroni di casa dalla lunetta.

Classifica: Forlì, Reggio Emilia 6; Unipol Banca Virtus Bologna, Vis Ferrara, Piacenza, Crabs Rimini 2; International Imola 2; Pontevecchio, Fortitudo 103, Bsl San Lazzaro 0.
Prossimo turno: Crabs Rimini-Unipol Banca, Domenica 6 novembre, ore 11.30, Palestra Carim.

UNDER 14 L’Unipol Banca supera l’Sg Fortitudo
Unipol Banca Virtus Bologna-Sg Fortitudo 116-68
(36-9, 68-28, 95-50)
VIRTUS BOLOGNA: Tabellini 13, Ferdeghini 13, Ansaloni 2, Anesa 2, Nicoli 4, Minelli 7, Nanni, Gresta 2, Mazzoli 7, Salsini 43, Galli 13, Ruffini 8. All. Fedrigo
SG FORTITUDO: De Paz 2, Biasco 11, Pennacchia 21, Erra 3, Maccagnani4, Sunglao, Webber 2, Brolis 3, Lombardo 6, Guidi 10, Alvisi. All. Fantasia

Netta vittoria dell’Unipol Banca all’esordio casalingo contro l’Sg Fortitudo in virtù di un eccellente avvio. L’ottima difesa e l’altruismo in attacco permettono infatti ai giovani bianconeri di chiudere la contesa già alla fine del primo quarto. Nel proseguo del match non vengono a mancare attenzione ed energia nonostante il divario ampio e la partita prosegue senza sorprese fino al 40′.

Classifica: Unipol Banca Virtus Bologna, Pallacanestro Reggiana, Sport Junior 2000, Basket 2000 Reggio Emilia 4; Masi, Cus Parma, Piacenza 2; Vignola, Ginnastica Fortitudo, Novellara, Anzola, Modena 0.
Prossimo turno: Unipol Banca-Pallacanestro Reggiana, Sabato 29 ottobre, ore 19.30, Palestra Porelli.

UNDER 13 L’Unipol Banca vince a Reggio Emilia
Basket 2000 Reggio Emilia-Unipol Banca Virtus Bologna 25-123
(4-27, 10-53, 18-86)
BASKET 2000: Malagoli 2, Panciroli 1, Carretti 1, Bernieri 9, Belletti 2, Laayoum 8, Arduini, Campanini 2, Daviddi, Monorchio, Catellani, Boukhari. All. Picelli
VIRTUS BOLOGNA: Barbato 8, Cattani 10, Bassi 8, Zanasi 10, Penna 10, Franceschi 4, Ponzellini 25, Nobili 8, Collina 12, Mascagni 14, Bianchini 4, Rando 10. All. Pezzoli

L’Unipol Banca vince in trasferta sul campo del Basket 2000 Reggio Emilia. Sin dalle prime battute è evidente il gap fisico e tecnico tra i bianconeri e i padroni di casa reggiani, con la Virtus che indirizza subito la partita a proprio favore già alla prima sirena. Il copione non cambia nella seconda frazione né nella seconda metà di gara, con la squadra di Pezzoli che continua a giocare la propria partita fino alla sirena finale.

Classifica: Unipol Banca Virtus Bologna, Pontevecchio, Masi 4; Cavriago, Modena, Ginnastica Fortitudo 2; Piumazzo, Reggio Emilia, Castel Maggiore, Cus Parma, Basilicagoiano 0.
Prossimo turno: Unipol Banca-Modena, Domenica 30 ottobre, ore 15.00, Palestra Porelli.

ESORDIENTI Inizierà tra qualche settimana il campionato Esordienti della squadra guidata da Davide D’Atri che si sta preparando all’inizio delle partite ufficiali con allenamenti, tornei e amichevoli.
(a cura di Marco Patuelli)

Fedrigo, il ritorno: “Di nuovo tra i ragazzi, farli crescere mi rende felice”
di Marco Tarozzi

Fa un certo effetto parlare di “ritorno”, soprattutto se la parola serve a introdurre un tecnico come Cristian Fedrigo, che ha iniziato la nona stagione in casa Virtus. Ma di fatto è così, almeno per quanto riguarda il settore giovanile di Virtus Unipol Banca, dove Cristian aveva lasciato gli Under 14 a festeggiare un titolo italiano di categoria e oggi li riprende per mano dopo una stagione vissuta unicamente da assistant coach in prima squadra.
“Il motivo è semplice, ero uscito dal settore per esigenze societarie che prevedevano un maggiore impegno legato alla prima squadra. Sono ben contento di essere tornato, naturalmente, perché dedicarmi ai giovani in palestra mi viene naturale, lo faccio da sempre e fa parte della mia cultura: sono cresciuto in un ambiente dove far crescere i giovani era garanzia di futuro”.
Ripartire dall’Under 14 sembra un segno del destino. Con questa categoria aveva chiuso la stagione 2014-2015, regalando alla Virtus il ventunesimo tricolore giovanile da mettere in bacheca.
“Prima d tutto, ringrazio di cuore chi mi ha dato la possibilità di rinsaldare questo legame con il settore. Al di là delle questioni tecniche, ho avuto la fortuna di trovare giocatori reclutati e allenati con grande attenzione, e questo è un merito da ascrivere a Davide D’Atri, che li ha portati fin qui. Ci tengo a evidenziare questo aspetto, perché sono convinto che uno dei compiti più importanti per noi tecnici delle giovanili sia quello di occuparci di reclutamento. E’ vero, riprendo da dove avevo finito, e ne sono entusiasta: in questi anni in Virtus ho sempre avuto la possibilità di programmare il mio lavoro sia in termini di reclutamento sia in termini tecnici, perché ho sempre iniziato con un gruppo Under 13 o addirittura Esordienti per portarlo avanti nel percorso di formazione. E’ una cosa che mi piace fare e qui ho avuto la possibilità di farlo al meglio, sentendo intorno la fiducia della società”.
Under 14, ovvero una specie di “età di mezzo” in cui la passione per il gioco inizia a mescolarsi con una visione più precisa di progetti e aspettative legati al percorso sportivo. Una fase delicata, per chi la vive e anche per chi la indirizza.
“Penso che si debba evitare di dare giudizi e valutazioni troppo precoci, a proposito del futuro o della futuribilità di ogni singolo giocatore di questa età. L’esperienza mi insegna che molto spesso identificare un ragazzo e dargli aspettative in base a ciò che noi immaginiamo di lui, può risultare eccessivo. La riprova è che ci sono giocatori che un allenatore magari non considerava positivamente, e che invece il tempo ha rivelato più interessanti di altri. E’ un’età di fronte alla quale devi stare attento a come ti poni, e anche a quello che ti aspetti”.
Senza parlare di obiettivi e traguardi, perché sarebbe prematuro e sbagliato, che gruppo si è ritrovato tra le mani?
“Lo trovo soprattutto bene educato, nel senso tecnico e in quello delle “buone abitudini”, che sono fondamentali. Con queste premesse è stato più facile entrare a farne parte come capo allenatore ed essere accettato. Non è cosa di poco conto, anzi è la parte più significativa del lavoro di formazione, e come ho detto chi mi ha preceduto ha lavorato nel migliore dei modi”.
Lei sarà assistente in prima squadra, impegnata nella Serie A2 Citroen, e prima guida della formazione Under 14 di Unipol Banca. Piani diversi, ma realtà che si assomigliano nel momento in cui si ha l’impressione che il lavoro dell’allenatore-insegnante abbia un peso più significativo.
“Credo che la nostra Serie A2 debba essere una sorta di campionato di sviluppo. E questo aspetto è importante, perché mai come quest’anno i nostri giovani hanno la possibilità di trovare spazio in prima squadra, con responsabilità oltre che con minuti. Le similitudini? In entrambe le realtà si lavora sul miglioramento individuale dei giocatori, un obiettivo che quando si parla di prime squadre rischia a volte di andare perduto. Quando alleni degli Under 14, devi avere chiaro l’obiettivo della società, che è quello di avere tra tre-quattro anni, dal gruppo 2003, giocatori che possano far parte della prima squadra. Allo stesso tempo, la prima squadra deve dare spazio a giocatori giovani, per aiutarli a crescere. E quest’anno ha la possibilità di farlo”.
Questa è la nona stagione bianconera, per Cristian Fedrigo. Diamo un significato, in poche frasi, a una lunga e vissuta militanza.
“Ci sono cose, situazioni, emozioni che spesso non si possono descrivere a parole. Tanto più nel mio caso, visto che sono sempre stato uno che ne ha spese poche. Forse non riesco a fotografare con la giusta grandezza l’orgoglio, la soddisfazione di essere qui. Una cosa, però, posso dirla: spero di essere all’altezza di tutte le persone che qui dentro mi hanno preceduto, che prima di me e per molti anni hanno lavorato con passione per la Virtus. E una volta di più, ringrazio chi mi ha dato la possibilità di farne parte”.

(foto Bonomo/1000cuorirossoblu)

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online