I New Flying Balls si concedono il bis, e dopo lo splendido successo contro Cesena espugnano il PalaRossini di Ancona per 83 a 72, conquistando così altri due preziosissimi punti in classifica.

La Sinermatic si presenta ad Ancona in emergenza, in quanto oltre all’ormai noto Mastrangelo si è aggiunta l’assenza di Mario Chiusolo, messo ko da un forte virus influenzale. Nonostante tutto i ragazzi di coach Grandi tirano fuori dal cilindro una prestazione con la P maiuscola,mettendo in più occasioni in difficoltà la Luciana Mosconi Ancona battendola meritatamente con la doppia cifra di vantaggio.

L’inizio del primo quarto è favorevole ai marchigiani, con il bomber Centanni che fa 3/3 dall’arco e porta subito Ancona avanti di 4 (11-7 al 5’). Ozzano si affida ad uno scatenato Riccardo Iattoni, che nei primi dieci minuti fa 15 punti e anch’esso 3/3 dalla lunga distanza. A suoi canestri si aggiungono quelli di un ispirato Morara, e al primo break la Sinermatic è a +6 (17-23).

Nella seconda frazione Ancona ha problemi di falli nel settore lunghi, con Quaglia e Monina limitati da 3 penalità, e con Baldoni in tribuna per un problema muscolare. Nonostante questo capitan Ferri trascina Ancona nella rimonta e poco dopo la metà del quarto i biancoverdi passano a condurre. Per la Sinermatic sale in cattedra Gigi Dordei che con 4 punti consecutivi riporta Ozzano al controsorpasso (all’intervallo lungo +4 Flying Balls sul 36-40.

Nel terzo quarto arriva lo strappo decisivo, (20-32 Ozzano il parziale complessivo del periodo) con Montanari che si scatena segnando 13 punti in sette minuti, il trio Morara-Corcelli-Dordei realizzano anch’essi punti importantissimi che cancellano di fatto il sontuoso Centanni (30 in tutto per lui). Ancona perde diversi palloni (ben 22 a fine incontro), Ozzano è brava ad approfittarne e trova così al minuto 28 anche il +19, vantaggio leggermente limato sullo scadere tanto per cambiare da Centanni (56-72 all’ultima pausa) che infila la settima bomba di serata.

Nell’ultimo quarto la partita cala d’intensità, così come la percentuale realizzativa di Ozzano che per diversi minuti non segna. Ancona prova più di una volta a riaprire il match, ma non trova mai la possibilità di tornare sotto la doppia cifra di ritardo. Dordei e Morara mettono a sicuro il risultato, sulla sirena Rinaldi segna la tripla del conclusivo 72-83.

La Sinermatic si aggiudica con ampio merito il match e, curiosità statistica, per una settimana si gode il primato solitario in classifica visti i risultati arrivati dagli altri campi e il rinvio del match di Rimini. Un indizio di come questo campionato sarà difficile ed equilibrato, dove sarà vietato, in qualsiasi partita e in qualsiasi campo abbassare, la guardia. Prossimo scoglio Porto Sant’Elpidio, si torna al Pala Arti Grafiche Reggiani sabato prossimo al consueto orario delle 20:30.

LUCIANA MOSCONI ANCONA – SINERMATIC OZZANO 72- 83
Parziali: 17-23; 36-40; 56-72
ANCONA: De Marchi, Centanni 30, Ferri 13, Quaglia 8, Redolf 7, Monina 4, Timperi 5, Petrilli ne, Rinaldi 5, Anibaldi ne – All. Regini
OZZANO: Morara 14, Corcelli 10, Iattoni 23, Giannasi, Folli, Favali 3, Dordei 18, Lolli, Montanari 15, Crespi – All. Grandi

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: