Ad un anno di distanza dalla promozione della Progresso Matteiplast in A1, Emanuele Malaguti per Stadio ha raccolto le testimonianze delle protagoniste. Un sunto delle loro dichiarazioni.

Alessandra Tava“Non dimenticherò mai gli occhi delle mie compagne dopo la sconfitta ai playoff contro Faenza, la sera stessa già si parlava di rivincita. Mi sbagliavo: non solo ci siamo divertite, ma abbiamo scritto un pezzo di storia della pallacanestro femminile e, forse, anche di quella italiana”

Matilde Dall’Aglio“L’annata si è rivelata sin dall’inizio complicata, ma nonostante queste avversità eravamo pronte a tutto pur di raggiungere la vittoria finale e l’abbiamo dimostrato sul campo”

Elisabetta Tassinari“E’ stato un percorso mistico. L’inizio difficile, la mancata qualificazione alla Coppa Italia, l’esonero e il ritorno di Giroldi, fino alla vittoria finale: è stata la stagione sportiva più bella della mia vita”

Marta Meroni“Le uniche parole che posso dire sono grazie Bologna, nemmeno nei miei sogni avrei saputo immaginare un finale più bello”

Federica Nannucci“La Progresso ha rarrpesentato la mia rinascita, sia come giocatrice che come persona. A 21 anni smisi di giocare, ma a un anno di distanza ho risposto presente alla chiamata del Civ e di Dall’Aglio. Da quel momento per me è iniziata una grande avventura, ho trovato la mia seconda famiglia, la mia squadra sul campo e nella vita, e questa per me è la vittoria più importante”

Simona Cordisco“La prima parola che mi viene in mente è famiglia. La mia esperienza a Bologna è stata qualcosa di irripetibile, quanto più bello si possa desiderare”

Ludovica Storer“I playoff sono stati epici, l’apice è stato raggiunto nella partita interna contro Palermo: dopo le lacrime per la sconfitta, la condivisione della gioia delle nostre avversarie sulle note della nostra canzone ‘Together we rise’, un momento che dà l’idea di quanto forti siano i valori nostri e di questo sport”

Rae Lin D’Alie“La parola che definisce meglio la scorsa stagione è gioia: quando vinci un campionato e conquisti una promozione in quel modo, è l’unica emozione che racchiude appieno quell’impresa”

Jomanda Rosier“Spesso ci siamo trovate con le spalle al muro, ma non abbiamo mai smesso di crederci un secondo e la partita contro Alpo penso ne sia stata la dimostrazione perfetta”

Giancarlo Giroldi“Esperienza incredibile, permeata di felicità e del piacere di lavorare insieme per cercare di affrontare nel migliore dei modi tutte le sfide che si sono presentate davanti. E questa penso che sia stata la vera forza del gruppo: saper trarre dai momenti difficili l’energia per andare sempre oltre, senza mai fermarsi di fronte ad alcun ostacolo”

( Photo by Fabio Pozzati/ebasket.it )

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: