ETERNEDILE

Candi – voto 5 – (3pti, -, 0/1, 1/3) – I primi problemi dell’adolescenza, fatta di avversari che non lo battezzano più e qualche problemuccio, diciamo, nel mandare a canestro una squadra discretamente stitica.
Flowers – voto 4,5 – (9pti, -, 3/5, 1/6) – Nulla fa per smuovere il trend, limitandosi ad aspettare fuori ritmo servizi che non gli arrivano, e navigando nelle palle perse quando c’è da provare in proprio.
Raucci – voto 5,5 – (5pti, 0/1, 1/1, 1/2) – C’è buona volontà, nessuno lo mette in dubbio, ma dietro non gode come sabato contro Verona, e davanti non viene visto come possibile approdo.
Italiano – voto 5,5 – (6pti, 4/4, 1/2, 0/2) – Partita fin troppo a sbalzi, senza mai però infilare la continuità giusta per diventarne protagonista come sarebbe servito. Non sa bene che mattonelle andare a toccare.
Radic – voto 6,5 – (18pti, 6/8, 6/8, 0/1) – Non che si risparmi, all’ultima (probabile) con questa maglia. Ma soffre la carenza di idee di chi dirige, anche se è eccezionale nel tradurre in punti anche servizi non proprio figli di John Stockton. Poco da rimproverargli.
Sorrentino – voto 4,5 – (7pti, 2/2, 1/5, 1/1) – Fin troppo limitato al cercar di portar palla senza far danni, quando ogni tanto servirebbe provare il concetto di verticalizzazione. Altrimenti è facile, per le difese, mettersi a posto e chiudere i varchi.
Carraretto – voto 5 – (4pti, -, 2/3, -) – Di palloni gliene arrivano pochi, e vai a capire se è lui che non ha lo sprint per farsi trovare, o se è la nebbia collettiva a mandarlo in crisi. Di certo, molti dei problemi passano anche da lui.
Quaglia – voto 5 – (1pt, 1/2, 0/1, 0/2) – Come la massaia che si trova in un supermercato diverso dal solito e, quindi, non ha ben chiaro dove siano i pelati e dove i surgelati. Troppo legnoso per stare a giocare da 4 in un basket dove si corre fin troppo. Poche colpe, se non quella di non essere quello che vorrebbe.
Iannilli – voto 5 – (4pti, 2/2, 1/1, -) – Si sporca con 4 perse e troppo nervosismo, inutile, nel finale.
Campogrande – voto NG – (3pti, -, -, 1/3) – A pasta ormai buttata.
Rovatti – voto NG – (0pti, -, 0/1, -)

TRIESTE

Pecile – voto 6,5 – (13pti, 2/2, 1/2, 3/6) – Bravo a fare quello che sa fare: gestire, prendere falli, stare ad aspettare che i compagni gli chiedano di andare oltre.
Bossi – voto 6,5 – (5pti, -, 1/2, 1/5) – Meglio in regia (5 assist) che al tiro.
Zahariev – voto 7 – (11pti, 2/2, 3/6, 1/3) – Tutto in un attimo, iniziale, per indirizzare poi il resto senza problemi.
Parks – voto 6,5 – (18pti, 3/4, 6/9, 1/1) – Gioca quasi solo in contropiede, dove fa quello che vuole.
Pipitone – voto 6 – (4pti, -, 2/4, -) – Regge bene l’urto.
Prandin – voto 7 – (10pti, 4/6, 3/5, 0/1) – Capisce che la si può vincere con le corse, e con lui in campo Trieste prende letteralmente in volo.
Baldasso – voto 6 – (2pti, -, 1/4, 0/2) – Va a ruota.
Coronica – voto 7 – (13pti, 3/3, 5/7, -) – Quel quid di atipicità che Bologna non ha.
Canavesi – voto 6,5 – (9pti, -, 3/6, 1/1) – Entra per mettere gli ultimi mattoni che murano viva la Fortitudo.
Landi – voto 6 – (3pti, -, 0/5, 1/3) – Mano quadra di chi vorrebbe essere guardia in corpo da lungo, gliela vincono i compagni.
Ferraro – voto NG – (0pti, -, -, 0/1)
Boniciolli – voto NG

VERBA MANENT

BoniciolliSiamo stati travolti da Trieste che ha vinto meritatamente. L’unica cosa che posso dire è che qualcuno ancora non ha capito chi siamo siamo e da dove veniamo. E non approvo il fatto che qualche giocatore alla fine se la sia presa con gli arbitri. Questa è la Fortitudo di Shaun Vandiver e non quella di Myers, Fucka e Karnisovas
Grande ambiente, l’energia della squadra di Dalmasson ci ha travolti. Noi quando non giochiamo come sappiamo siamo modesti, punto. Ricordo che abbiamo 7/10 che provenivano da campionati inferiori alla serie A2, necessario quindi che tutti facciano uno sforzo in più per essere allo stesso livello. Lasciatemi dire una cosa: io tempo fa ho scelto Eugenio Dalmasson per allenare Trieste. Bene, oggi posso dire serenamente che Dalmasson per Trieste ha lo stesso valore di Tanjevic ai tempi della Stefanel.
Da domani ci sarà Ed Daniel, così come in settimana speriamo di recuperare Matteo Montano, perchè la sua assenza inizia a farsi sentire. Ribadisco di essere molto sereno, sconfitte come queste fanno bene perchè riportano tutti con i piedi per terra. Siamo una squadra che l’anno scorso faceva la quarta serie e con una sola promozione è arrivata in A2.

Il video della conferenza di Matteo Boniciolli

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online