Secondo appuntamento di Supercoppa per la Tramec Cento, ospite nella serata di oggi della Unieuro Forlì. Motivazioni simili per i due schieramenti, nonostante una situazione di classifica diametralmente opposta: i biancorossi, dopo il successo all’esordio con Ferrara, arrivano in terra romagnola con velleità d’alta classifica e per tentare il colpaccio. Dall’altro lato della barricata, gli uomini di Dell’Agnello, sconfitti di misura domenica scorsa dall’Orasì Ravenna, puntano al riscatto di fronte al pubblico amico per agganciare il gruppone di testa e giocarsi all’ultima giornata la chance di accedere alla fase finale della competizione.

Partenza bruciante dei padroni di casa, in un amen sul 5-0 con l’accoppiata Carroll-Palumbo, costringendo Mecacci al timeout. Si sblocca la Tramec in uscita dal mini break con Dellosto, mortifero dalla linea dei tre punti, ma Benvenuti e Carroll restano un rebus per la difesa biancorossa e Forlì scappa sul +8. Il tentativo di fuga casalingo, però, viene arrestato da uno straripante James: gli otto punti dello statunitense accorciano sensibilmente il divario, prima del punto esclamativo dalla linea dei 6,75 per il -4. Chiama minuto Dell’Agnello per spezzare l’inerzia dello scontro, Palumbo chiama, Berti e Ranuzzi rispondono ed alla prima sirena è 23-20 Forlì.

Alla ripresa delle ostilità, a muovere per prima il tabellone è Cento grazie a Dellosto, per il momentaneo -1. A stretto giro di posta, la formazione di Mecacci è ricacciata indietro dal break interno condotto da Benvenuti e Natali (4-0), Dellosto chiude la forbice con un gioco da tre punti, Zilli corre a supporto ed è parità al terzo minuto. Sull’onda della rimonta, la Tramec tenta l’allungo sempre con il proprio pivot, Pullazi ed Hayes si travestono da pompieri e spengono le velleità ospiti. Appuntamento solo rimandato: Zilli chiude un gioco da tre punti, Ranuzzi s’impone nel pitturato ed è +4 per i biancorossi. L’extra sforzo centese convince Dell’Agnello al timeout, dal quale Forlì ricava una tripla di Bolpin per fermare la fuga ospite. Sul finire del quarto Hayes, erode il vantaggio della Tramec, ma Guastamacchia si alza dall’angolo e regala una boccata d’ossigeno ai suoi: è + 4 all’intervallo.

Avanti grazie ai canestri di Zilli e James, al rientro dalla pausa lunga è proprio grazie allo statunitense che Cento ferma l’emorragia causata dai quattro punti consecutivi di Benvenuti, combinando con Barnes per cinque punti. Scalda i motori la Unieuro, dapprima abbozzando una reazione con Carroll, impattando poi l’incontro al quarto minuto con la tripla di Hayes. Triple che, alla curva del periodo, diventano un fattore: Carroll segna in “catch and shoot” dall’ala, Hayes lo segue a ruota ed è sorpasso Forlì. Rinnovata nell’entusiasmo, la squadra di casa tenta l’allungo con Giachetti e Bruttini, cui si oppone James: la virata in penetrazione del numero due porta in dote ai biancorossi un gioco da tre punti, chiuso dallo statunitense. Il tira e molla tra i due schieramenti vede prevalere momentaneamente la Tramec, che agguanta il pareggio con Gasparin a trenta secondi dalla terza sirena, Bruttini non è d’accordo e dal pitturato sigla il 66-64 al 30’.

Al rientro sul parquet, i biancorossi mettono da subito la freccia del sorpasso con Tomassini, rifinendo il nuovo vantaggio con la schiacciata di Berti. L’Unieuro non sta a guardare e pareggia i conti subito con Carroll dall’arco, James risponde, ma è di Bolpin l’ultima parola per il -1 dei padroni di casa. La svolta, però, arriva al quarto minuto, quando la transizione offensiva di Carroll viene fermata dalla stoppata di Barnes. Cento, galvanizzata dalla chiusura del proprio quattro, trova sei punti consecutivi con Tomassini, innalzando il vantaggio sulle cinque lunghezze. Timeout Forlì, dal quale escono bene i padroni di casa con otto punti di Hayes, ma Tomassini prima e Barnes poi pongono una seria ipoteca sull’incontro. Con il cronometro agli sgoccioli, gli errori dalla lunetta di James e del playmaker ex Verona permettono ad Hayes di ricucire lo strappo, portando i suoi sul -1 a sette secondi dal termine. La rimessa biancorossa porta James in lunetta, lo statunitense fa 0/2 e regala il colpo del kappaò ad Hayes, ma la guardia di casa viene chiusa dall’arcigna difesa della Tramec ed il suo tiro parte quando ormai è troppo tardi.

Finisce così all’Unieuro Arena: Cento batte Forlì 88-87.

La Tramec di coach Matteo Mecacci si conferma ancora una volta “diesel”, partendo lentamente e crescendo sulla lunga distanza. Nonostante i 24 punti di Hayes, il migliore per i padroni di casa, i biancorossi sono riusciti a spuntarla di misura per merito di Zilli, Tomassini e James, autori rispettivamente di 15, 16 e 22 punti.

Il prossimo appuntamento per Cento sarà domenica alle 18:30 al Pala Costa, ospite dell’Orasì Ravenna, uscita sconfitta questa sera dall’MF Palace per 95-78 dal Kleb Basket Ferrara.

UNIEURO FORLI’-TRAMEC CENTO 87 – 88 (23-20; 41-45; 66-64)

Unieuro Forlì: Giachetti 2, Natali 6, Palumbo 6, Bolpin 6, Hayes 24, Bandini ne, Ndour ne, Benvenuti 15, Flan ne, Carroll Jr 19, Bruttini 4, Pullazi 5. All. Sandro Dell’Agnello.

Tramec Cento: Zilli 15, James 22, Tomassini 16, Barnes 7, Dellosto 8, Ranuzzi 5, Re ne, Berti 5, Moreno ne, Gasparin 7, Guastamacchia 3. All. Matteo Mecacci.

Arbitri: Francesco Terranova, Michele Centonza, Fabio Bonotto.

Tiri liberi: FO 26/29 (90%); CE 16/25 (64%).

Rimbalzi: FO 27; CE 31.

Falli: FO 24; CE 25.

Tiri da 2: FO 20/36 (56%); CE 21/36 (58%).

Tiri da 3: FO 7/20 (35%); CE 10/21 (48%).

QUINTETTI INIZIALI

Unieuro Forlì: Palumbo, Carroll Jr, Bolpin, Pullazi, Benvenuti.

Tramec Cento: Tomassini, James, Dellosto, Barnes, Zilli.

In allegato foto della gara Unieuro Forlì vs Tramec Cento, crediti: Lega Nazionale Pallacanestro/Massimo Nazzaro

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: