Amedeo Tessitori è stato sentito dalla Gazzetta dello Sport. Un estratto dell’intervista.

“Dopo l’infortunio a una caviglia che mi ha tenuto fermo un mese, sto lavorando sul fisico, una delle caratteristiche fondamentali per un centro nel basket moderno. E cerco di ampliare i movimenti tecnici. Dallo staff sto imparando molto. Sia con Gamble sotto canestro, che con Teodosic e Belinelli, sempre pronti a dare un consiglio giusto. È una finestra sul basket di alta qualità. Teodosic si impegna sempre, aiuta tutti con la sua esperienza. Non è facile stargli dietro. È sempre avanti 3 o 4 passi, anzi 3 o 4 passaggi. Ti arriva la palla e tu non ci eri ancora arrivato. Belinelli l’avevo già conosciuto alla Coppa del Mondo: formidabile giocatore, talento incredibile, uno dei rappresentanti dell’Italia del basket nel mondo.
Stiamo andando bene in Eurocup. In Italia qualche defaillance ci sta. In Serie A niente è scontato e non si può sottovalutare nessuno. Sono fiducioso che nel momento importante saremo pronti. Milano è sicuramente la squadra da battere, lo sta dimostrando in Italia e in Eurolega. Ha un roster di altissimo profilo”

(Foto Valentino Orsini – Fortitudo Pallacanestro 103)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: