BANCO DI SARDEGNA SASSARI – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 76-88 (24-19, 42-40; 59-62)

La Virtus è in finale di Supercoppa, dopo aver battuto Sassari per 76-88. Dopo un primo quarto un po’ svagato – con 24 punti subiti e svariati problemi difensivi – i bianconeri hanno stretto le viti dietro, e hanno preso in mano la partita poco a poco, grazie anche alla notevole profondità di squadra. A turno la partita ha avuto diversi protagonisti (Markovic e Adams, ad esempio, oltre al “solito” Teodosic) – e nell’ultimo quarto il solco l’hanno tracciato gli italiani, in particolare Abass e Tessitori.
Sassari è partita bene, grazie soprattutto a Bilan (24) e Spissu (17), ma alla lunga è stata stritolata dalla difesa bianconera, che è salita notevolmente di colpi dal secondo quarto in poi e ha controllato l’area: 45-34 il dato rimbalzi. Notevole il nervosismo di coach Gianmarco Pozzecco, espluso per doppio tecnico.
Alla Segafredo Arena c’erano 1659 spettatori. Domenica alle 18 la Virtus sfiderà Milano per il primo trofeo stagionale, e magari si potrà fare di meglio.

Cronaca: Sassari parte forte, e va sopra 11-6 con ottimo impatto di Bilan. Spissu mette una tripla da lontanissimo, mentre Tillman prende un duro colpo facendo fallo in attacco. La Virtus è in discreta difficoltà difensiva, e chiude il primo quarto sotto 24-19, con canestro finale di Adams.
Nel secondo quarto i bianconeri provano a tornare sotto con Adams. Il ritmo cala, e c’è un po’ di nervosismo. Prendono tecnico prima Pozzecco, poi Adams e Spissu, che si beccano reciprocamente. In ogni caso ora la Segafredo difende meglio, e ricuce praticamente tutto lo strappo. A metà il punteggio è 42-40 per la Dinamo.
Nel terzo quarto la Virtus corona il lungo inseguimento, sorpassando (47-52) con un parziale di 10-0 e un grande impatto di Markovic. Dopo un fallo in attacco fischiato a Bilan coach Pozzecco prende il secondo tecnico e viene espulso. La Dinamo torna sotto, ma con Tessitori e Adams la Segafredo resta avanti: 62-59 al 30’.
Ultimo quarto: le Vu Nere provano la fuga con Abass e Tessitori (64-74), e quando Alibegovic schiaccia in contropiede il 78-64 la partita è onestamente finita. Sassari prova a non mollare, ma la differenza – soprattutto fisica – ora è evidente. C’è tempo giusto per un paio di notevoli assist di Teodosic e qualche storia tesa tra Gamble e Bendzius dopo un antisportivo di quest’ultimo, e poi la partita finisce. 88-76, Segafredo in finale.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 76-88 (24-19, 42-40; 59-62)
SASSARI: Spissu 17; Bilan 24; Treier NE; Pusica 5; Kruslin 2; Devecchi 0; Re NE; Burnell 13; Bendzius 11; Gandini 2; Gentile NE; Tillman 2. All. Pozzecco
VIRTUS: Tessitori 11; Abass 13; Pajola 2; Alibegovic 9; Markovic 9; Ricci 5; Adams 11; Hunter 4; Weems 8; Nikolic 0; Teodosic 13; Gamble 3. All. Djordjevic

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: