La Fortitudo – per il momento – non è riuscita a tesserare Vojislav Stojanovic, ma l’intenzione sarebbe comunque quella di procedere, non appena ci sarà il via libera. Il giocatore serbo avrebbe infatti ritirato il visto ieri a Belgrado, secondo Superbasket.

Prima però la società deve risolvere la questione COMTEC emersa nella giornata di ieri, e che ieri sera è stata resa nota attraverso un comunicato, in cui è stata spiegata la difficile situazione finanziaria dovuta – come per tutte le società – ai mancati introiti da biglietteria e agli scarsi o nulli ristori arrivati dal governo.
Si tratta del mancato rispetto del rapporto ricavi/indebitamento per la cifra di un milione di euro, di cui oltre la metà è già stata integrata, comunica la società. La dilazione richiesta però non è stata concessa, per questo al momento il mercato della Effe è bloccato, e la società rischia una sanzione di 45mila euro, secondo Superbasket. In ogni caso, provvedimento e multa possono essere revocati in qualsiasi momento non appena la società avrà regolarizzato la propria posizione, cosa che intende fare prima possibile.

Nella giornata di ieri è infine emersa un’altra questione, che però non riguarda direttamente Fortitudo Pallacanestro Bologna 103, ma la Fortitudo Academy, la società che gestisce il settore giovanile. Come riporta il Corriere di Bologna a battere cassa è stato Gregor Fucka – ex giocatore dello scudetto 2000 e che era tornato nel settembre 2018 per allenare la under 18. Secondo la società, la questione – con una cifra in ballo definita irrisoria – sarebbe comunque già risolta o in via di risoluzione.

(foto Vanoli Cremona)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: