E’ costretta a tornare suo malgrado sul mercato, la Fortitudo, dopo la diagnosi che ha tolto dal roster Sims, vittima della sua stessa rabbia dopo la partita persa venerdì a La Spezia. La mano destra verrà vista domani alla clinica della mano di Modena (stessa struttura dove è stato curato Fantinelli), e solo lì si avrà la certezza del periodo necessario per il rientro del lungo biancoblu. Di certo, è dura che Sims possa essere nuovamente disponibile prima di due mesi, e per questo la società dovrà valutare cosa fare per rimpiazzarlo.
Il problema riguarda anche la posizione di extracomunitario del giocatore, dei visti da spendere, e dal cercare di capire se prendere il classico “gettonaro” (come fu, ad esempio, quel Radic che la Effe prese, neopromossa in A2, al posto di Daniel qualche anno fa) o invece qualcuno da tenere per tutto l’anno. Le prime voci parlano dell’ex Virtus Moreira, che era entrato su radiomercato anche in estate ma che pare non convincere a pieno lo staff biancoblu, o altrimenti l’italiano Riccardo Cervi, 9+5 lo scorso anno a Reggio Emilia prima di non essere confermato dalla società biancorossa. L’alternativa sarebbe quella di aspettare, in caso di responso medico più ottimista, ma non sembra una ipotesi veramente fattibile.

(foto Fortitudo – Valentino Orsini)

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online