Reagire per dimenticare la sconfitta con Ravenna, questo l’obiettivo principe della Tramec nella sfida del PalaPentassuglia contro Nardò, piano rispettato nei primi possessi dalla formazione biancorossa. Ad aprire le danze è James, imitato poco dopo da Dellosto per abbozzare un tentativo di fuga, certificata dalla tripla di Barnes e dall’appoggio di Zilli che, dopo centotrenta secondi, vale il +9 agli ospiti. Obbligato al timeout, Gandini trova una reazione dai suoi con sei punti in fila di Thomas, antipasto del parziale interno di 10-2 che permette ai pugliesi poco più tardi di ricucire lo strappo. Con il cronometro agli sgoccioli, è Tomassini a spezzare il digiuno realizzativo di Cento, pescando il bersaglio grosso sulla sirena del primo quarto.

Avanti di due possessi, la Tramec al rientro sul parquet riprendi i lavori da dove li aveva lasciati con il canestro di capitan Ranuzzi, unica realizzazione oltre a quella successiva di Berti dei primi minuti del secondo quarto biancorosso. Rinvigorita dalle parole del proprio allenatore, Nardò lancia la carica con Poletti e Leonzio, dapprima portando il distacco sulle tre lunghezze, poi impattando l’incontro grazie a dieci punti del duo di casa. Il primo vantaggio interno certifica il momento di difficoltà dei biancorossi, convincendo Mecacci a chiamare a rapporto i suoi per riorganizzare le idee. Un timeout che, però, non sortisce l’effetto sperato: dopo un botta e risposta tra i due schieramenti, è, Jazzmarr Ferguson a regalare il massimo vantaggio di +5 ai pugliesi, dilatatosi successivamente fino alla doppia cifra, complici i canestri di Poletti, Jerkovic e Fallucca. Scivolata sotto la doppia cifra di svantaggio, Cento batte un colpo con James e Barnes, ma la tripla di Poletti sul finire del quarto chiude il sipario sulla seconda frazione sul punteggio di 47-36 in favore di Nardò.

Polveri bagnate in uscita dalla pausa lunga per emiliani e pugliesi, a sbloccare il tabellone luminoso ci pensa James, trovando il supporto di Zilli e Barnes per lo 0-6 che costringe Gandini al minuto. Furioso l’allenatore di casa, alla ripresa del gioco trova l’immediata reazione dei suoi: Poletti è chirurgico dalla lunetta, Ferguson penetra tra le maglie difensive biancorosse concretizzando un gioco da tre punti ed è nuovamente +10 Nardò. La fuga della Next viene però momentaneamente bloccata da Berti, stoico sotto i tabelloni con cinque punti che, uniti a quelli di James e Barnes, permettono di chiudere la forbice sui due possessi, portati a tre dalla tripla di Ferguson.

Conduce di sette punti alla terza curva dell’incontro Nardò, portati in un amen a nove da Thomas al rientro sul parquet. Punge ad ogni occasione utile la formazione di casa, trovando spazio in avanti con Ferguson e Poletti, a guastare i piani di Gandini ci sono però James e Tomassini, quest’ultimo letale dall’arco con tre triple consecutive per il -6 sul finire di quarto. Avvicinatasi ulteriormente ai padroni di casa con i liberi di Zilli, la Tramec viene respinta ad un minuto dalla fine dal gioco da tre punti di Thomas, prima del canestro da tre punti da distanza siderale di Ferguson che, a ventiquattro secondi dal termine, chiude la partita.

Finisce così al PalaPentassuglia: Nardò batte Cento 82-72.

Nella casa dell’Happy Brindisi, la Next coglie il secondo successo consecutivo, complice un Ferguson in forma smagliante, autore di 24 punti complessivi, cui si aggiungono i 32 della coppia Thomas-Poletti. Seconda sconfitta consecutiva, invece, per la Tramec che, dopo l’esordio casalingo negativo con Ravenna, non riesce ad invertire il trend di questo inizio di stagione. Nonostante il vantaggio iniziale e complice un secondo quarto non all’altezza delle possibilità dei biancorossi, sia difensivamente che offensivamente, i padroni di casa hanno guadagnato sulla lunga distanza terreno sugli ospiti, rendendo vani gli assalti finali degli emiliani con Barnes, Tomassini e James, i migliori tra gli uomini di Mecacci con rispettivamente 16, 15 e 14 punti.

Prossimo appuntamento per i biancorossi domenica prossima alle 18 alla Milwaukee Dinelli Arena, ospite della Tramec la Tezenis Verona.

NEXT NARDO’ – TRAMEC CENTO 82 – 72 (16-21; 47-36; 60-53)

Next Nardò: Tyrtyshnik ne, Poletti 15, Fallucca 9, Cappelluti ne, Cavalera ne, Ferguson 24, Burini 4, La Torre 2, Jankovic ne, Leonzio 9, Jerkovic 2, Thomas 17. All. Marco Gandini.

Tramec Cento: Zilli 8, James 14, Tomassini 15, Barnes 16, Dellosto 2, Ranuzzi 5, Berti 7, Moreno 3, Gasparin 2, Guastamacchia ne. All. Matteo Mecacci.

Arbitri: Martellosio, Yang Yao, Longobucco.

Tiri liberi: NA 18/20 (90%); CE 11/13 (85%).

Rimbalzi: NA 40; CE 37.

Falli: NA 18; CE 20.

Tiri da 2: NA 17/39 (44%); CE 17/34 (50%).

Tiri da 3: NA 10/25 (40%); CE 9/30 (30%).

QUINTETTI INIZIALI

 

Next Nardò: Leonzio, Ferguson, La Torre, Thomas, Jerkovic.

Tramec Cento: Tomassini, James, Dellosto, Barnes, Zilli.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: