Meo Sacchetti è stato sentito da Damiano Montanari per il Corriere dello Sport.
Un estratto dell’intervista.

“C’è stato un passettino in avanti come intensità, per noi imprescindibile perché ci permette di correre in campo aperto. Withers e Fletcher devono conoscere meglio la nostra pallacanestro e spero che i ‘bimbi” abbiano margini di crescita: Dellosto potrebbe essere un “3”, ma deve essere più pronto fisicamente. Totè bocciato? No, assolutamente. La settimana precedente non era stato bene e con Trento ho scelto un quintetto più basso; lavorando con la difesa sui cambi temevo Leonardo patisse la situazione. Ho preferito andare sotto canestro con Withers e Mancinelli, che mi ha dato buone risposte; conosce bene la pallacanestro e in difesa è stato importante, E’ comunque presto per fare bilanci: di solito aspetto dieci partite.
Mercato? Ora cercherò di ottenere il massimo da questi giocatori. Se certi problemi non miglioreranno, parlerò con la società e decideremo.
Fantinelli in Nazionale? Lo avevo già cercato lo scorso novembre, ma non fu disponibile perché doveva sostenere esami universitari. Ha ancora margini di miglioramento e deve diventare più professionista, essere più ambizioso. Prima era molto “battezzato” dagli avversari, ora diventerà più difficile. Sto pensando a lui in chiave azzurra, però ci deve mettere del suo.
Aradori? Nelle qualificazioni all’Europeo proverò giocatori che ancora non conosco, Valuterò se Aradori potrà servire alla squadra in occasione del preolimpico”

(Foto di Valentino Orsini/ Fortitudo Pallacanestro Bologna)

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: