E’ il vice Roberto Lopez a presentare la prima partita di campionato della Fortitudo, scherzando sul fatto che io e Boniciolli ci alterneremo, senza pensare ad eventuale cabala se domani vinceremo.

“La squadra sta bene, è stato un precampionato lungo considerando anche la sospensione contro Mantova: ci sarebbe piaciuto iniziare ma è stata spostata allungando l’attesa di una settimana. C’è tanta voglia di iniziare e di mettere in pratica quanto fatto fino ad ora, che non è tutto quello che faremo in campionato ma siamo già a buon punto. I vecchi sono ripartiti da dove avevano finito, i nuovi sono pronti.”

Avete varie scommesse, tra cui la regia ad un diciottenne. “E’ una incognita ma una scommessa. Candi è un ragazzo intelligente, sa quale è il suo compito, e insieme a lui ci sono Sorrentino, Carraretto, lo stesso Montano che sono lì per fare il proprio lavoro ma anche dargli una mano. Ha avuto un percorso ottimo, fin dall’inizio della preparazione lui e i compagni hanno ripreso da dove avevano lasciato, e ora vedremo sul campo come valutare le sue prestazioni. Ma visti i tornei, affrontando squadre anche di serie A, non ci è sembrato che abbia avvertito il salto di qualità, almeno come testa. Gli errori ci saranno, la squadra sa benissimo quali sono i nostri obiettivi su di lui, ci potranno essere incidenti di percorso perché lui non può diventare di colpo un giocatore di serie A. Ma lui è sulla strada per diventarlo, e tutti lo aiuteremo”

Affrontate un lungo tra i migliori del campionato. “Non sto io a fare la storia di Maggioli, che ha giocato in A e anche in Eurolega, oltre che in Virtus. Lo conosciamo bene, sarà un osservato speciale, ma non diciamo quello che abbiamo preparato altrimenti il coach mi bastona. E’ inutile nascondere che è un punto di forza di Imola, ma non trascuro Washington, giocatore in apparenza poco mobile ma in realtà con qualità di trattamento palla non indifferenti. Idem gli esterni, Anderson e Hassam, ma anche Prato che se giocherà è una aggiunta di grande esperienza. Incontriamo squadra con grande entusiasmo, ben allenata, con un sistema di gioco consolidato e con un allenatore confermato, che ha cambiato qualcosa ma non tanto tenendo cinque giocatori, che abbiamo osservato nel primo torneo di Imola ma non solo. Giocano bene su entrambe le metà campo, hanno vinto la prima e sicuramente vorranno fare il bis. Sarà dura ma ce la giochiamo”

La pausa extra è stata un vantaggio? “Emotivamente non avere giocato ci ha costretto a mordere il freno, perché dopo una lunga preparazione si vuole arrivare al momento in cui fatichi durante la settimana per poi raccogliere i frutti in partita. Lavori e vorresti mettere le cose in pratica. Non è stato sicuramente positivo, ma considerando l’inghippo di Daniel e il dover inserire Radic ci ha dato la possibilità di metterlo in squadra nel modo migliore. Psicologicamente abbiamo patito, ma dal punto di vista del lavoro ci ha aiutato”

Anche l’anno scorso si partì da Imola, con una sconfitta. “Anche se Matteo non c’era ci abbiamo pensato, ma in realtà vorremmo iniziare vincendo, per poi fare Mantova e Verona. Non pensiamo alla scaramanzia, meglio vincere anche se sarà complicato, specie con un ambiente molto caldo, nel senso buono.”

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online