SUTOR MONTEGRANARO – SINERMATIC OZZANO 73 – 79

Parziali. 15-21; 41-41; 51-61

MONTEGRANARO: Galipò 11, Masciarelli 21, Montanari 10, Korsunov 9, Re 5, Ambrogi ne, Barbante ne, Verdecchia, Botteghi 12, Crespi 5 – All. Cagnazzo; vice Mazzalupi

OZZANO: Landi ne, Folli 6, Morara ne, Iattoni 4, Galletti ne, Cisbani ne, Klyuchnyk 21, Chiappelli 6, Barattini 9, Ceparano 7, Bonfiglio 18, Lasagni 8 – All. Loperfido; Vice Pizzi

Arbitri: Barbieri (RM) – Galluzzo (BR)

Note: Spettatori 100 circa; usciti per falli: Crespi al 28’ e Galipò al 40’ per Montegranaro, Chiappelli al 25’ per Ozzano. Falli tecnici a Crespi al 28’ per Montegranaro, Chiappelli al 25’ per Ozzano.

I New Flying Balls si mettono subito alle spalle il passo falso casalingo contro Rieti ed espugnano il difficile campo della Bombonera. 79 a 73 per i ragazzi di coach Loperfido, così recita il finale di una partita combattuta per tutti e 40 i minuti, dove la Sinermatic coglie altri due punti fondamentali per la propria classifica, che gli garantiscono da una parte la salvezza matematica, dall’altra un sesto posto in compagnia di Imola e un +6 dalla nona (Faenza, con il quale però ci dovrà ancora essere lo scontro diretto) a quattro incontri da giocare.

Venendo al match della Bombonera, approccio positivo per i biancorossi, che trovano dopo appena 4 secondi la tripla di Lasagni; canestro che garantisce un buon fatturato offensivo Flying per oltre la metà della prima frazione, mentre la Sutor fatica ad entrare nel vivo del match. Dopo 7‘30” giocati Bonfiglio, Ceparano e Chiapppelli spingono la Sinermatic fino al +11 (4-15 prima, 8-19 poi) a seguire ci pensa Masciarelli a far entrare in partita i gialloblù, riavvicinandosi fino al -6 al primo break (15-21).

L’inerzia cambia padrona e Montegranaro è finalmente entrata in partita. Masciarelli e Botteghi sono protagonisti di un 9-0 di parziale in poco più di 90 secondi, e allo scoccare del minuto 12 la Sutor mette il naso avanti per la prima volta (24-21). Ozzano accusa il colpo e, nonostante i punti d Klyuchnyk e capitan Folli che sbloccano l’emorragia offensiva, la Sutor è in fiducia trovando con Re e Kursunov il +7 (34-27 al 14’). Una tripla di Lasagni interrompe il break dei padroni di casa, Ceprano timbra il -2 (34-32 al 15’30). Ne viene fuori un finale di secondo quarto molto combattuto, con la Sutor sempre avanti di un possesso fino al canestro di Klyuchnyk che manda tutti negli spogliatoi sul 41 pari.

Dopo la pausa lunga entrambe le squadre sembrano un po’ contratte e sbagliano diversi tiri; Montanari da sotto segna il 45-43 che sarà l’ultimo vantaggio suterino della serata. Dall’altra parte Klyuchnyk dai 6,75 segna una tripla che cambia nuovamente l’inerzia del match. Ne nasce un parziale di 2-14 che proietta gli uomini di coach Loperfido nuovamente con la doppia cifra di vantaggio (47-57 al 27’). Ozzano però perde Chiappelli. Il suo 4° fallo viene sanzionato con un 5° fallo per un tecnico e per il numero 19 ozzanese il match finisce in largo anticipo. Stessa sorte due giri di lancette dopo per l’ex Riccardo Crespi: 4° fallo, protesta, tecnico e fuori anche il numero 33 in maglia gialla. Con un po’ più di nervosismo si arriva all’ultimo mini break con la Sinermatic avanti 61-51 ma non è ancora finita.

Pronti via nell’ultima frazione Galipò da due e ancora una tripla di un mai domo Masciarelli riportano in meno di un minuto la Sutor sul -5. Klyuchnyk e Iattoni danno ossigeno ai Flying (+9) ma dall’altra parte un ispirato Galipò straccia la retina dall’arco e Botteghi da sotto firma il nuovo -5 (62-67 a 5’30” dalla fine). Barattini dall’arco fa di nuovo +8 ma nel minuto successivo Korsunov, Masciarelli e Botteghi fanno 7-0 e la Sutor rientra minacxciosa a -1 a 3’30” dallo scadere (71-72). Negli ultimi giri di lancette la tensione è tanta e gli attacchi ne risentono. Errori da una parte, errori dall’altra; sono i liberi di Klyuchnyk e Bonfiglio a dare l’allungo decisivo per Ozzano. Con un perfetto 4 su 4 dei due, la Sinermatic trova il +5 (71-76 a meno di un minuto dalla fine). Dopo il time out di coach  Cagnazzo però Galipò questa volta sbaglia e un 1 su 2 di Bonfiglio dalla linea della carità suggella la vittoria Flying. Montanari è l’ultimo a mollare (73-77) ma ancora una volta dalla lunetta, questa volta con capitan Folli, la Sinermatic non sbaglia fissando il punteggio sul 73-79 finale.

Ozzano vince e vola a quota 32 punti in classifica, sempre in scia di Ancona (5^ con 34), a braccetto con Imola, e guadagna due punti su Senigallia (ottava con 30). Lo scettro di MVP viene diviso dalla coppia Klyuchnyk-Bonfiglio. Per il lungo ucraino nuovo “ventello” con 21 punti, 9 rimbalzi e 25 di valutazione. Per Simone Bonfiglio invece 18 punti conditi da 5 rimbalzi, 5 assist, per un totale di 24 di valutazione in 40 minuti giocati. A segno anche tutti gli altri ragazzi della Sinermatic chiamati in causa dove spiccanoi  9 punti di Barattini, di cui 5 nel quarto decisivo. Per la Sutor, ancora alla ricerca di due punti che gli permetterebbero di lasciare l’ultimo posto in classifica, non bastano i 21 punti di Masciarelli, i 12 di Botteghi e gli 11 di Galipò.

La Sinermatic Ozzano tornerà in campo sabato prossimo vigilia di Pasqua alle 20:30 al Pala Arti Grafiche Reggiani contro la corazzata Liofilchem Roseto.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: