Due su due. Dopo l’Ucraina, l’Italia batte anche la Georgia (91-84) e compie un altro passo importante verso la qualificazione al Mondiale 2023. Un successo che non solo mantiene gli Azzurri al comando del girone L aumentando la distanza da una diretta concorrente in vista delle finestre di novembre e febbraio ma che permette agli uomini del CT Gianmarco Pozzecco di arrivare col morale altissimo all’EuroBasket ormai alle porte.

La nota amara è rappresentata dall’infortunio al ginocchio sinistro riportato da Danilo Gallinari in apertura di ultimo quarto. Le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore dallo staff medico Azzurro.

Il miglior marcatore è stato Simone Fontecchio con 21 punti, in doppia cifra anche Gallinari (17), Spissu (15) e Melli (12).

L’analisi di coach Pozzecco. “Italia-Georgia e questa splendida vittoria non contano nulla rispetto a quello che è accaduto oggi al Gallo. In queste settimane abbiamo visto quanto fosse contento di giocare con questo gruppo, per me è un orgoglio allenare uno dei giocatori più forti della storia del basket italiano e anche stasera vederlo in campo è stato un piacere degli occhi per tutti. So che ripeto ossessivamente che sono orgoglioso dei miei ragazzi ma la verità è che ogni volta che leggo questo concetto, che è l’unico che riconosco come allenatore, sono l’uomo più felice del mondo perché sono veramente grato a loro. Questi ragazzi sono splendidi. Quanto al Gallo, so cosa vuol dire infortunarsi al ginocchio, l’ho provato, mi auguro che non abbia nulla ma la diagnosi non c’è ancora, dobbiamo aspettare qualche ora, ovviamente preghiamo tutti che non abbia nulla. Infine, voglio ringraziare Brescia e tutti i tifosi per il grande affetto che ci hanno dimostrato stasera”

Le parole di capitan Datome. “Non è semplice parlare della partita perché siamo ancora scossi dall’infortunio di Danilo, speriamo che tutto si risolva per il meglio. In ogni caso, oggi per noi è stato un test molto probante e impegnativo, l’abbiamo portato a casa con una bella prova di carattere, reagendo sempre nei momenti difficile. In difesa c’è stato qualche calo di concentrazione ma in generale credo sia stata una sfida che ci ha preparato al meglio in vista di EuroBasket”

Come a Riga contro l’Ucraina, l’avvio è contratto ma il timeout di coach Pozzecco sullo 0-7 dopo neanche due minuti mette in pista gli Azzurri. Le triple in sequenza di Fontecchio e Spissu ci riportano a contatto, la magia di Mannion il massimo vantaggio (25-18) del primo quarto, chiuso poi da una maestosa stoppata del Gallo.

La Georgia fa la voce grossa in apertura di secondo parziale, con l’11-0 chiuso dalla schiacciata di Bekauri: l’Italia accusa il colpo ma non fa un passo indietro e trova in difesa l’energia per innescare Spissu, sua la tripla (31-30) che fa esplodere un PalaLeonessa gremito e caldissimo.

Si corre tanto e si fischia poco, è un maestoso Fontecchio (17 punti nel primo quarto) a riportarci sul +6 (39-33) e poi arriva anche il +8 dall’arco con la tripla di Nico Mannion. All’intervallo lungo si va sul 43-38.

E’ Bitadze il protagonista del terzo quarto, 8 punti del 12-0 con cui la Georgia inaugura il parziale portano la sua firma e così gli Azzurri si ritrovano a rincorrere (43-50). Sono i 7 punti di fila di Gallinari (15 nel quarto) a scuotere il PalaLeonessa, il sorpasso lo firma Spissu (56-54) a metà parziale ma quando l’Italia prova a scappare (66-60) ci pensa McFadden a svegliare la Georgia, suoi i 3 liberi che valgono il pareggio a fil di sirena.

L’avvio dell’ultimo gela il pubblico di Brescia e la panchina Azzurra, quando Danilo Gallinari è costretto a uscire per un infortunio al ginocchio sinistro: nel momento peggiore dell’Italia, con la Georgia che prova la fuga, è il cuore di Datome a spingerci avanti (82-74). Sembra fatta ma le due magie da 7 metri di McFadden a due minuti dalla fine timbrano l’ennesima parità a quota 82.

A chiudere il conto è la tripla di Fontecchio e poi i liberi di Melli e Tonut: vince l’Italia una partita tutt’altro che facile, un successo pesantissimo in ottica qualificazione!

La squadra osserverà da domani due giorni di riposo per poi ritrovarsi a Milano il 30 agosto e concludere definitivamente la preparazione in vista dell’Europeo. L’esordio è previsto per il 2 settembre contro l’Estonia alle ore 21.00 al Forum. A seguire, le sfide a Grecia (3 settembre), Ucraina (5 settembre), Croazia (6 settembre) e Gran Bretagna (8 settembre).

Il tabellino
Italia-Georgia 91-84 (25-19; 18-19; 23-28;25-18 )
Italia: Spissu* 15 (1/2, 4/6), Mannion 6 (0/1, 2/6), Biligha, Tonut* 7 (1/3, 1/3), Gallinari 17 (5/6, 1/1), Melli* 12 (2/2, 0/1), Fontecchio* 21 (1/4, 4/7), Ricci 4 (0/2, 1/5), Baldasso ne, Polonara* (0/3, 0/3), Pajola ne, Datome 9 (3/6 da 3). All: Pozzecco
Georgia: Andronikashvili (0/2), Mamukelashvili* 8 (4/5, 0/1), Jintcharadze 5 (1/1, 1/2), Burjanadze 3 (1/2 da 3), Tsintsadze* 8 (1/1, 2/4), Shermadini* 12 (4/5), Sanadze 11 (2/3, 2/3), Berishvili ne, Bokolishvili, McFadden* 16 (4/11 da 3), Bekauri 2 (1/1), Bitadze* 19 (5/10, 2/4). All: Zouros

Tiri da due Ita 10/23, Geo 18/28; Tiri da tre Ita 16/38, Geo 12/28, Tiri liberi Ita 23/29, Geo 12/19. Rimbalzi Ita 32 (Fontecchio 8), Geo 31 (Bitadze 13). Assist Ita 24 (Fontecchio 16), Geo 19 (Tsintsadze 11).
Usciti 5 falli: Mamukelashvili a 11” del quarto periodo
Falli tecnici: Pozzecco a 5’ 26” del secondo periodo, Bitadze a 37” del secondo periodo.
Arbitri: Georgios Poursanidis (Grecia), Igor Mitrovski (Macedonia del Nord), Carsten Straube (Germania).
Spettatori: 4.600

FIBA World Cup Qualifiers

Il girone L
Spagna 11 (5/1)
Italia 11 (5/1)
Islanda 10 (4/2)
Georgia 9 (3/3)
Ucraina 7 (1/5)
Paesi Bassi 6 (0/6)

Il calendario della seconda fase

24 agosto
Georgia-Paesi Bassi 77-66
Ucraina-Italia 89-97
Spagna-Islanda 87-57

27 agosto
Paesi Bassi-Spagna 64-86
Italia-Georgia 91-84
Islanda-Ucraina 91-88 d1ts

11 novembre
Islanda-Georgia
Italia-Spagna
Paesi Bassi-Ucraina

14 novembre
Spagna-Paesi Bassi
Georgia-Italia
Ucraina-Islanda

23 febbraio
Islanda-Spagna
Paesi Bassi-Georgia
Italia-Ucraina

26 febbraio
Ucraina-Paesi Bassi
Georgia-Islanda
Spagna-Italia

Gli Azzurri
#0 Marco Spissu (1995, 184, P, Umana Reyer Venezia)
#1 Niccolò Mannion (2001, 190, P, Segafredo Virtus Bologna)
#6 Paul Biligha (1990, 200, C, EA7 Emporio Armani Milano)
#7 Stefano Tonut (1993, 194, G, EA7 Emporio Armani Milano)
#8 Danilo Gallinari (1988, 208, A, Boston Celtics – NBA)
#9 Nicolò Melli (1991, 206, A, EA7 Emporio Armani Milano)
#13 Simone Fontecchio (1995, 203, A, Utah Jazz – NBA)
#17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A, EA7 Emporio Armani Milano)
#25 Tommaso Baldasso (1998, 192, P, EA7 Emporio Armani Milano)
#33 Achille Polonara (1991, 205, A, Anadolu Efes Istanbul – Turchia)
#54 Alessandro Pajola (1999, 194, P, Segafredo Virtus Bologna)
#70 Luigi Datome (1987, 203, A, EA7 Emporio Armani Milano)

(foto FIBA Europe)
CategoryFIP

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online