Dalla riunione di ieri del Consiglio di indirizzo della Fondazione non è uscito un nuovo nome per la presidenza di Virtus Pallacanestro. Se ne riparlerà dopo l’assemblea dei soci di lunedì, ma l’impressione è che il momento sia interlocutorio, e che si attenda di capire se – una volta che l’aumento di capitale sarà aperto a tutti – arriverà un “socio forte” che prenda la maggioranza delle quote bianconere. Nel caso, sarebbe lui il naturale candidato alla carica di presidente.
Nel frattempo però bisognerà che le risorse necessarie a finire la stagione – si parla di circa 800mila euro – vengano messse sul piatto, e qui dovranno pensarci gli attuali soci fondatori.

Intanto il presidente della Fondazione Pietro Basciano, sentito da Luca Muleo su Stadio, ha usato parole tranquillizzanti: Come abbiamo sempre detto non ci sono né fazioni né divisioni. Il Consiglio di indirizzo è molto compatto, come la Fondazione che va avanti tranquilla per il futuro della Virtus. Non c’è nessun problema. Continua a esserci un percorso condiviso all’interno della Fondazione, e andiamo avanti per fare il bene della Virtus.

Nel frattempo, la squadra è tornata ieri in palestra per iniziare a preparare la sfida di domenica 28 contro Milano. Assente Dexter Pittman, in permesso per qualche giorno negli USA.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online