Il presidente FIP Gianni Petrucci è stato sentito da Tuttosport e dal Carlino. Un estratto delle sue parole.

“Abbiamo chiesto minimo il 50%. Non è possibile che in impianti come Milano, con una capienza di 13mila spettatori, non ci possa essere il 50% con green pass e distanziamento. Queste battute che si fanno, il 75%, il 50% e il 25%, all’aperto, al coperto…, perché? Non riesco a capirlo Il Cts dovrà dare una spiegazione prima o poi? Io ce l’ho con loro, se loro ce l’hanno con me non lo so. Forse non sanno nemmeno che esisto. Non si può esaurire tutto con la spiegazione che è all’aperto mentre altri sport sono al chiuso.
Solo noi come federazione abbiamo perso circa 13.5 milioni di euro tra inattività e impianti chiusi e abbiamo fatto i salti mortali per mantenere il nostro bilancio sano. Non è vero che perdiamo tutto allo stesso modo, perché solo noi e il calcio abbiamo anche una dimensione professionistica che significa pagare più tasse. Il vero problema non è la decisione in sé, quanto il modo con cui si fanno queste scelte.
Partire con il 25 per cento della capienza degli impianti significa chiedere un sacrificio alle società che non so quanto sia ancora sostenibile, magari il 50 per cento con green pass o altre precauzioni sarebbe diverso”

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: