LAVOROPIU’ BOLOGNA

Fantinelli – voto 6,5 – (6pti, -, 3/4, -) – Facilità nel gestire una partita che aveva solo bisogno di essere gestita, contro avversari del tutto privi di fosforo.
Banks – voto 6,5 – (12pti, 4/4, 1/3, 2/7) – Si fa perdonare le mattonate, perchè con 8 assist capisce dove andare a mettere il dito laddove altri palesano piaghe. Guarda un po’.
Aradori – voto 6 – (9pti, 2/2, 2/6, 1/5) – Del tutto scentrato in attacco, dove tiene sempre troppo la palla: meglio quando se ne libera per i compagni, e sono 5 assist.
Withers – voto 6 – (0pti, -, 0/2, 3/5) – Disastri in serie lo panchinano, poi sbuca con il jolly di tripla e stoppata. Ok, però resta un pesce fuori dall’acqua, in un ruolo che non è e non può essere il suo, a meno di non alzaro di 10 centimetri dall’oggi al domani.
Happ – voto 6,5 – (11pti, 3/5, 4/9, -) – Quando si vince va tutto bene, e ci si dimentica delle magagne. Però, sotto canestro, il suo cambio lo domina.
Saunders – voto 6 – (8pti, -, 4/9, 0/3) – Potrà tornare anche utile, se capirà che attorno ha gente che, quando ne ha voglia (e oggi ne avevano, i compagni), può anche essere servita senza bisogno di andare a tutti i costi a tirare.
Fletcher – voto 6 (3pti, -, 0/1, 1/2) – Classico di stima, per chi di fatto non ha inciso o quasi.
Mancinelli – voto 6,5 – (5pti, -, 1/2, 1/3) – Semplicità, difendendo di anticipo e cercando di girare la palla come suo solito. L’età è quella che è, ma quando attorno le cose funzionano, funziona pure lui.
Totè – voto 7,5 – (15pti, 3/3, 6/6, 0/1) – Ok, Pesaro gli lascia tanto di quello spazio che fare filotto è semplice. Ma siamo sicuri che fino a pochi giorni fa su quegli appoggi sarebbe inciampato nel pallone finendo contro le transenne. Vattelappesca.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO

Robinson – voto 4 – (4pti, -, 2/6, 0/4) – Lo devastano in tutti i centimetri del campo.
Massenat – voto 6,5 – (19pti, 1/1, 6/8, 2/5) – Quando si ricordano di lui sono dolori. Per la Fortitudo.
Delfino – voto 6 – (17pti, 6/8, 1/5, 3/9) – Troppo condizionante: 5 assist, ma troppo condizionante, ok?
Filipovity – voto 5,5 – (10pti, 1/2, 3/6, 1/5) – Doppia doppia, ma forse il medico gli ha ordinato di tirare sempre da fuori, chissà perchè.
Cain – voto 6,5 – (11pti, 3/4, 4/4, -) – Non lo servono quando poteva servire.
Tambone – voto 4,5 – (0pti, -, 0/3, 0/1) – Discreta confusione.
Filloy – voto 4,5 – (5pti, -, 1/1, 1/5) – Discretissima confusione.
Zanotti – voto 6 – (4pti, -, 2/3, 0/1) – Fa il suo.

——

VERBA MANENT

DalmonteAbbiamo giocato una partita solida, senza essere condizionata dagli errori, e questo è stato il punto fondamentale. Questo lo ha fatto tutta la squadra, permettendoci di gestire la partita possesso dopo possesso in una gara equilibrata. Avevamo idee offensive e le abbiamo perseguite, a volte è andata bene e a volte no, ma eravamo tutti connessi. Ci sono cose difensive da migliorare, ma questa partita ci permette di capire che se tutti stiamo alle regole e siamo disponibili, a questo punto possiamo essere competitivi. Cosa sia cambiato con il mio arrivo? Non lo so, conta che sia cambiata la presenza dei giocatori. Loro sono quelli che vanno in campo, e hanno avuto il merito di comprendere – lo dico con un po’ di tristezza – che erano spalle al muro. Ma è anche vero che si deve avere la forza di uscirne, e quando davvero lo vuoi fare riesci a farlo. Debuttare contro Pesaro? Vivo questo mestiere con grande passione, questa è stata una grande emozione. Mi aspettavo una gara solida perchè Pesaro è squadra estremamente solida, sapevo che non ci sarebbe stato un attimo di pace e loro sono sempre stati a contatto. Noi siamo riusciti a reggere, ora giorno di riposo meritato.

RepesaVorrei fare i complimenti alla Fortitudo che ha vinto con pieno merito. Noi non siamo mai riusciti a prendere il ritmo della partita, dovevamo attaccare in altro modo e mai siamo riusciti a produrre tiri facili. Poi, in difesa, non abbiamo avuto focus e abbiamo subito troppi canestri per mancanza di rotazioni e tagliafuori. Pessima partita da tutti i punti di vista. Alla fine sono mancate le energie, e mi dispiace davvero molto chiudere una partita così importante con solo 3 falli nell’ultimo quarto: siamo corti. Torniamo sulla terra? Non è cambiato nulla, siamo come budget tra le squadre candidate per la retrocessione.

MancinelliNon so cosa sia cambiato, oggi dovevamo vincere in qualsiasi modo e ce l’abbiamo fatta, ma dobbiamo ancora fare tanta strada. Oggi ho fatto tanta fatica quando ero in panchina, avrei voluto difendere assieme ai miei compagni. Abbiamo vinto una partita, c’è il nuovo coach, ma dobbiamo continuare a lavorare per toglierci soddisfazioni, per ora siamo ancora in zona retrocessione

Il video Fortitudo, pubblicato da Sportpress

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: