SINERMATIC OZZANO – ANTENORE ENERGIA PADOVA 99 – 104 DTS
Parziali: 21-16; 37-37; 59-52; 84-84
OZZANO: Salvardi, Folli 10, Morara 7, Chiusolo 12, Mastrangelo 21, Corcelli 2, Galassi 16, Giannasi ne, Ranocchi 4, Klyuchnyk 9, Dordei 15, Agusto 3 – All. Grandi
PADOVA: Verzotto 2, Schiavon 8, Mazzonetto ne, Pellicano 2, De Nicolao 18, Filippini 27, Motta 17, Piazza 8, Ferrari 16, Basso ne, Bovo 6 – All. Rubini
Arbitri: Miniati (AR) – Attard (FI)

Niente riscossa per la Sinermatic, anzi, un’altra beffa. Avanti per oltre 30 minuti e con 11 punti di vantaggio a 3 minuti dalla scadere, i New Flying Balls si fanno recuperare dalla Virtus Padova, che impatta il match a 4 secondi dalla fine a quota 84 e porta la sfida al supplementare. Overtime che poi premierà la squadra veneta, che espugna il Pala Arti Grafiche Reggiani per 104 a 99, trascinata da un super Filippini, doppia doppia da 27 punti, 13 rimbalzi e 38 di valutazione. Per Ozzano non sono bastate le grandi prove di Mastrangelo (21 punti con 5/7 da 3), Galassi (16 punti e 4/5 dalla lunga distanza), Dordei (15 punti, 8 rimbalzi e 6 assist) e un ottimo 47% complessivo dal tiro dall’arco.

Ma veniamo alla cronaca della lunga partita fra Flying e Virtus durata oltre 2 ore. Dopo lo 0-4 iniziale veneto, la Sinermatic risponde con un parziale di 11 a 2 trascinata dalle triple di Mastrangelo e Morara per il +5 al 4’ (11-6). Vantaggio che Ozzano manterrà fino alla prima sirena in quanto i canestri di Filippini e Piazza vengono subito ribattuti da Chiusolo e ancora da Mastrangelo, già alla terza bomba della serata.

Nel secondo periodo dopo il botta e risposta De Nicolao-Folli (23-18), il neo acquisto biancorosso Matteo Galassi si presenta al pubblico ozzanese con la tripla del +8 (26-18); De Nicolao non ci sta e con un sottomano fa 26-20 prima della tripla di Folli per il massimo vantaggio Flying (29-20 al 13’). Padova è ovviamente in partita, e i liberi di Motta riavvicinano la formazione ospite che, con un tiro dall’arco dello stesso Motta, mette al minuto 18 il naso avanti (32-34). Dall’altra parte però il giovane Galassi non ci sta e dai 6,75 segna una nuova tripla del controsorpasso (35-34). Bovo dall’altra parte fa 3 punti e 35-37, ma è ancora Galassi con un perfetto 2/2 dalla lunetta a impattare il match a quota 37 all’intervallo lungo e a strappare gli applausi del pubblico di fede ozzanese.

Al rientro dagli spogliatoi, dopo il +2 Padova firmato Filippini, arriva un perentorio 13 a 0 dei Flying con Mastrangelo, Galassi, Morara e Dordei tutti a segno. Per la Sinermatic è il nuovo massimo vantaggio (50-39). Le Palle Volanti, perso Corcelli per falli, mantengono la doppia cifra di vantaggio e solo il duo De Nicolao-Filippini riesce a riportare Padova sul -7 all’ultimo riposo breve (59-52).

Ultima frazione che vede Ozzano tornare sul +10 merito a Folli, Padova prova a rifarsi sotto grazie a Motta e Ferrari ma la Sinermatic non ci sta e con i canestri di Mastrangelo e Klyuchnyk e la quarta bomba della serata di Galassi arriva il nuovo +11 a 3’ dallo scadere (75-64). La panchina ospite chiama time out, la difesa a zona impartita da coach Rubini premia i biancoverdi che, dopo il -9 di Filippini dalla lunetta, recuperano 2 importanti palloni da due rimesse consecutive: nella prima Filippini fa -7, nella seconda gli arbitri fischiano antisportivo a Dordei, con Padova che lo sfurtta al meglio segnando entrambi i liberi e infilando la tripla del -2 (78-76). In un minuto la partita è riaperta con l’inerzia che diventa tutta padovana. De Nicolao segna il 78 pari, poi fa 1/2 ai liberi per il sorpasso (78-79); Dordei interrompe il digiuno ozzanese con il fondamentale canestro dell’80-79. Chiusolo recupera palla, si prende fallo e fa 2/2 a 28” dalla fine per il +3 Ozzano (82-79). Motta da tre sbaglia ma subisce un fallo ingenuo di Mastrangelo, realizza 2 liberi su 3 riportando Padova sul -1 (82-81). Dall’altra parte ancora Chiusolo dalla lunetta si dimostra glaciale (84-81) ma a 4 secondi dalla fine Motta da 3 punti segna il canestro della parità (84-84). Chiusolo sbaglia l’ultimo tiro e il match va al supplementare.

L’overtime si tinge fin dal primo minuto di biancoverde con 5 punti consecutivi di uno strepitoso Filippini (84-89). Agusto non ci sta e segna la tripla del -2 (87-89) prima di abbandonare il match per falli. La partita prosegue con diverse interruzioni per falli, e in pochi minuti usciranno Dordei e Chiusolo da una parte, De Nicolao e Piazza dall’altra. Schiavon a 1’40” dalla fine segna una tripla che fa malissimo per Ozzano, -6 (90-96); entrambe le squadre si dimostrano brave ai liberi e, quando Padova sbaglia, arriva prontamente il rimbalzo di Filippini che si prende il fallo, segna i due liberi che valgono il +8 e la fine di ogni speranza ozzanese. Sulla sirena inutile è la quinta tripla della serata di Mastrangelo, il tabellone premia gli ospiti, 99 a 104 il punteggio finale.

Per Ozzano arriva così il secondo ko interno stagionale, la quinta sconfitta nelle ultime sei partite, di cui le due ultime perse in volata. Due docce fredde che fanno male al morale del gruppo, ma che in questo momento di difficoltà dovrà rimanere unito e reagire in fretta in quanto Mercoledì 30 si torna in campo, per il turno infrasettimanale. Si gioca nuovamente in casa, alle 21:00, ancora una volta contro una squadra di alta classifica, Orzinuovi, ad oggi quarta forza del campionato.

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: