Tante domande per Christian Pavani nella assemblea dei tifosi. Questo un sunto di quanto trattato.

“Se si ripartirà, per ora si parla del 25% di capienza e con 2100 disponibilità non ci stiamo tutti dentro. Quindi l’idea é di permettere l’ingresso, per la prima partita, a chi si é abbonato dal 1/7 al 22/7. E siamo anche disposti a valutare un rimborso per chi é fuori da questo gruppo. Noi abbiamo chiesto i soldi per il girone d’andata, e siamo obbligati a ripartire altrimenti si sparisce totalmente. É una cosa di cui avremo certezza venerdì, ma siamo fiduciosi e la Regione ha capito il problema. E parlerò con le aziende e gli sponsor che hanno i loro, di abbonamenti, perché per primo viene il pubblico.
Per la seconda partita entreranno sempre gli stessi, e vedremo chi di questi saranno veramente presenti dato che staccheremo biglietti.
I posti per ora non sono assegnati dato che non ci sarebbero per tutti, e speriamo di farlo nel girone di ritorno. Per le assegnazioni serve arrivare al 40% così da dislocare nel modo migliore, ma siamo nelle mani del destino. Così é un disastro, stiamo facendo i salti mortali ma portare avanti così una azienda é un disastro.
Eventuali rotazioni tra abbonati? É da decidere insieme, sarebbe bello, ma si deve anche pensare a partite con diverse importanze.
La seconda rata di gennaio? Si pagano le partite che verranno viste. E speriamo che le cose cambino altrimenti non si va da nessuna parte. Valuteremo rimborsi per chi non é contento, per chi non é felice della collocazione, ma oggi premiamo i primi che ci hanno portato dei soldi. Dobbiamo solo sperare di poter entrare tutti, e altri partiranno con campagne abbonamenti al 25%. Speravo in qualcosa di più, ma al 50% senza mascherina non ci fanno entrare.”

É stato poi proposto che in caso di posti non presi dagli aventi diritto ci potrebbe non essere rivendita ma proposta ai primi lasciati a casa. Mentre qualcuno, individualmente, ha proposto di lasciare il proprio posto alla Fossa. Specie nel giorno del derby. “Loro hanno già manifestato il proprio pensiero, e di certo vantaggi non ne hanno”, ha replicato Pavani a chi, invece, non era d’accordo con questa idea. “Siamo tutti nella merda e dobbiamo trovare una soluzione per il bene della Fortitudo”

Altri hanno proposto alternanze secche, perché “Si va prima di tutto a vedere la Fortitudo”.

Un rappresentante della Fossa ha poi fatto presente le difficoltà del gruppo nelle condizioni di ingresso attuali, e che decisioni ancora non ne sono state prese.

Una votazione ha mostrato come la maggioranza sia d’accordo con la alternanza secca. E se un gruppo non occupa tutti i posti si potrebbe attingere al secondo gruppo.

Nulla ancora sulle Coppe, “se tutto va come deve essere le prime due saranno gratis ma ancora non sappiamo se potremo viaggiare”

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: