REKICO FAENZA – SINERMATIC OZZANO 89 – 83
Parziali: 22-12; 47-29; 66-54
FAENZA: Fumagalli 14, Gay 15, Costanzelli 2, Silimbani 8, Casagrande 5, Venucci 14, Zampa, Petrucci 15, Pambianco ne, CHiappelli 16, Santini ne, Petrini ne – All. Friso
OZZANO: Salvardi ne, Folli 12, Morara 3, Chiusolo 8, Corcelli 6, Giannasi ne, Ranocchi 8, Klyuchnyk 14, Dordei 18, Agusto 5 – All. Grandi
Arbitri: Andretti (UD) – Roiaz (TS)

La Sinermatic Ozzano non riesce a fermare la corsa della capolista Raggisolaris Faenza; nonostante una splendida rimonta i ragazzi di coach Grandi si devono inchinare alla formazione romagnola, uscita vincitrice 89 a 83.

Dopo lo 0 a 5 Sinermatic timbrato Ranocchi-Chiusolo, Faenza prende subito le misure e si sblocca impattando il match al minuto 5 sul 9 pari. La difesa faentina diventa aggressiva, i Flying sprecano molti possessi (ben 7 palle perse nella prima frazione), Fumagalli e Petrucci sono ispirati e in 4 minuti un parziale di 13 a 3 proietta la Rekico sul +10 al primo mini riposo.

Nel secondo quarto la musica non cambia, Faenza domina sul campo con percentuali al tiro altissime e sfruttando, quando i tiri non andavano a bersaglio, i rimbalzi offensivi. Ozzano pare in confusione e precipita a -20 (43 a 23). Sul finire di quarto Klyuchnyk da sotto e Corcelli da 3 firmano il -15 Ozzano, ma sulla sirena Silimbani segna dai 6,75 il 41-29 Faenza all’intervallo lungo.

Nel terzo periodo Ozzano deve rimediare il -18 subito nei primi 20 minuti: Chiusolo da 3 punti da la scossa, ma dall’altra parte c’è la pronta risposta di Venucci sempre da fuori. Dordei e Klyuchnyk trascinano la Sinermatic fino al -12 ma dall’altra parte è ancora Venucci a fare il mattatore da 3 punti relegando i biancorossi sul 59-43 al minuto 26. Un ispirato Dimitri Klyuchnyk da fuori e un piazzato di Folli valgono -10 Ozzano, con Faenza che sfrutta la precisione ai liberi (Gay in questo caso) per chiudere la terza frazione sul +12 (66-54).

Nell’ultimo quarto la Sinermatic tira fuori l’orgoglio, rosicchiando minuto dopo minuto punti preziosi agli avversari: Folli-Ranocchi-Agusto in successione, ed è -6 Ozzano (66-60). Il pubblico di fede ozzanese ci crede. Chiappelli rompe l ‘inerzia con la bomba del +9 Rekico (69-60) ma un nuovo parziale di 2-11 firmato Ranocchi-Agusto-Mastrangelo vale il clamoroso -1 Flying Balls (72-71). Ozzano è in partita, ma Faenza si dimostra ancora una volta quella corazzata che è, e non è capolista per caso: nelle azioni successive la Rekico si prende i falli dalla difesa ozzanese e realizza tutti i liberi a disposizione tornando sul +5 (76-71). Ozzano prova a ricucire il gap (81-77 tripla di Chiusolo) ma il duo Chiappelli-Venucci chiude definitivamente i conti, i Flying non riescono ad agganciare i romagnoli, alla sirena finale è 89 a 83 Faenza.

Davanti ad una cornice di pubblico fantastica con circa 1500 presenze sugli spalti e con accese e rumorose tifoserie organizzate da ambo le parti, Faenza ed Ozzano hanno dato luce ad un gradevolissimo derby vinto dalla Rekico Faenza che così fa 10 e 11 e mantiene la leadership del campionato. I New Flying Balls incappano nella 4^ sconfitta stagionale e restano in classifica al terzo posto a quota 14 in compagnia di Orzinuovi e Milano. Sabato si torna ad Ozzano, arriva il Basket 2000 di Scandiano

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: