Oggi il commissioner di Euroleague Jordi Bertomeu – assieme al responsabile medico Ignacio Muro – spigherà in videoconferenza ai giocatori di Eurolega lo scenario di possibile ripresa che verrà votato lunedì. Sono stati convocati due giocatori per ciascuna delle 18 squadre di Eurolega, nessuno di Eurocup.
Se si riprenderà, le squadre avranno tempo fino al 29 maggio per far rientrare i giocatori (senza la possibilità di sostituirli in caso di defezioni), poi ci sarebbero due settimane di quarantena, ripresa degli allenamenti dal 12 giugno e squadre in campo dal 4 al 26 luglio per Eurolega, e dal 4 al 17 luglio per Eurocup (con una Final Eight), tutto in campo neutro e a porte chiuse. Belgrado a oggi è la località favorita.

La decisione sarà presa lunedì con una votazione tra le 11 squadre di Eurolega titolari di licenza decennale. L’unica italiana, Milano, sarebbe contraria alla ripresa. L’Eurocup, con Virtus e Venezia ancora in gioco, seguirà il destino dell’Eurolega. In caso di ripresa, vincitrice e finalista di Eurocup otterranno un posto in Eurolega per la prossima stagione. Se invece la stagione dovesse chiudersi qui, ci sarebbero cinque wild card da assegnare.

(foto Monaco – Eurocup)

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: