Oggi sarà una giornata chiave per capire se il basket europeo e quello italiano andranno avanti oppure no. In mattinata ci sarà il board di Eurolega, nel pomeriggio si vedranno (in videoconferenza) le squadre di serie A. Difficile fare previsioni, soprattutto a livello europeo dove c’è una situazione molto disomogenea nei vari paesi, sia per l’andamento dell’epidemia che per i campionati nazionali, molti dei quali già cancellati definitivamente. Possibile che Euroleague si prenda ancora un paio di settimane di tempo, per capire bene l’evoluzione della pandemia e possibili margini per chiudere la stagione anche con formule ridotte (Final Four o Final Eight).
In Italia, lo spostamento delle Olimpiadi al 2021 darebbe margine – almeno in teoria – per giocare in estate. Anche qui le posizioni non sono omogenee: ci sono club che vorrebbero che la stagione fosse dichiarata conclusa (i dirigenti di Pistoia, Pesaro, Varese, e Brescia si sono espressi pubblicamente in tal senso) e altri che vorrebbero terminare quando e come si potrà, possibilmente evitando le porte chiuse.
Insomma, una situazione non facile da sbrogliare per la Lega e per il neo-insediato presidente Umberto Gandini.

(foto Virtus Pallacanestro)

CategoryAltri Argomenti

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: