Oggi pomeriggio è in programma una assemblea di Legabasket, a Bologna.
Appurato che – vista la salvezza in extremis di Cremona e Roma – il numero di squadre sarà 16, restano comunque parecchi temi caldi da affrontare. Quello dei diritti TV dovrebbe risolversi col il prolungamento di un anno degli accordi con gli attuali broadcasters, ovvero Rai ed Eurosport. Per il resto, si parlerà di protocolli più snelli per la ripresa dell’attività agonistica e di ingresso del pubblico nei palazzetti. FIP e Lega sono fiduciosi di ottenere in tempi ragionevoli (circa 20 giorni) risposte positive da Governo e CTS su entrambi i fronti. In particolare il tema del pubblico preoccupa molto varie società. Al momento l’intenzione è quella di non derogare sulle date di partenza della stagione – 29 agosto Supercoppa e 27 settembre campionato – ma un gruppo di società (Virtus, Fortitudo, Brescia, Varese, Cantù tra le altre) sarebbe pronto a chiedere di partire più tardi in caso di imposizione delle porte chiuse anche per l’inizio del campionato, mentre la Supercoppa sarà quasi certamente a porte chiuse. Come spiega La Prealpina, al momento un piano B in Lega (con date diverse) non sembra esserci. Oggi si discuterà anche e soprattutto di questo.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: