Il presidente della Fortitudo Gianluca Muratori è stato intervistato da Damiano Montanari su Stadio.

Ecco le sue parole:

Con Recanati è arrivata la vittoria nonostante si sia vista discountinuità. I ragazzi e lo staff tecnico stanno lavorando proprio su questo aspetto. Come società, il nostro compito è quello di aiutare la squadra a cercare di arrivare più avanti possibile nei playoff. E’ quello il momento in cui dovremo essere al massimo. Il mercato? Valuteremo un potenziale inserimento: abbiamo previsto uno «spazio» ad hoc nel bilancio.

Quindi il percorso compiuto dalla squadra fin qui è soddisfacente? Abbiamo ricostruito una Fortitudo forte e autorevole, riportando al PalaDozza il pubblico delle grandi occasioni. Abbiamo fatto un grande lavoro di ricostruzione, di cui tutti devono prendere atto. Il percorso sin qui è stato molto positivo. Poi è chiaro che tutti gli anni si alzano le aspettative. Vedremo dove riusciremo ad arrivare.

Servirebbe il ritorno di uno tra Carraretto e Amoroso? Vedremo cosa offrirà il mercato. Aspettiamo ancora qualche giorno. Bushati? Sui giocatori bisogna chiedere a Boniciolli.

Anche sulla possibilità di rivedere Delfino in biancoblù? Monitoriamo la situazione di Carlos. Qualora non trovasse un ingaggio nella massima serie o in NBA, potrebbe esserci una possibilità. Il legame tra l’Aquila e Delfino è molto forte.

Anche quello coni giocatori riLenuti oggi sotto osservazione (Montano, Raucci, Nikolic). La loro fiducia è a tempo? Sono tutti ottimi ragazzi, cresciuti moltissimo. La proprietà si rifarà alle indicazioni dello staff tecnico cercando di tenere in considerazione gli obiettivi della Fortitudo. Parliamo di ragazzi che hanno dato e che daranno ancora moltissimo all’Aquila.

Anche Boniciolli. Nonostante sia oggetto di qualche critica. Abbiamo dato fiducia ad un gruppo, abbiamo assortito una buona squadra e abbiamo sposato un progetto. Rimaniamo convinti di quanto fatto.

Per la Fortitudo è tempo di scelte. Anche per Muratori. Per quanto ancora sarà presidente? Su questo punto ho più volte manifestato il mio pensiero. La Fortitudo non ha un padrone ma un gruppo di soci. Credo sia giusto che l’ottima esperienza fatta fino ad ora possa essere demandata anche ad altri. Ma senza farne per forza un caso. Attenderò il momento giusto.

A quando la fusione tra Effe Group e Bologna 1932? Presto. Credo nei primi mesi del 2017.

E’ percorribile l’ipotesi di una Fortitudo organizzata con una fondazione ed un presidente? L’obiettivo è quello di garantire il futuro migliore per valorizzare quanto è stato costruito fino ad oggi. Tutte le strade per riuscirci sono aperte.

Nei giorni scorsi ha suscitato grande clamore la proposta del main sponsor Kontatto di giocare il derby di ritorno all’Unipol Arena. Capisco quello che ha voluto dire il mio amico Ballandi: gli incassi di un derby dipendono dal contenitore che li ospita. Poi bisogna considerare che la nostra casa è il PalaDozza e che esiste un fattore campo che ci rende molto forti. Non credo che il derby sarà l’occasione giusta, ma è evidente che, per altre partite non di campionato, l’Unipol Arena consenta un maggiore afflusso di pubblico e quindi maggiori incassi.

Chi vincerà il derby? Sarà un grande spettacolo e, al di là degli sfottò, un grande momento per tutta la città. Non vedo favoriti.

Ora la Virtus è prima e la Fortitudo terza. Adesso la classifica va benissimo.

Questa sera ci sarà la festa di Natale al PalaDozza. Farò gli auguri ai nostri tifosi sperando che, in questi momenti, lo sport sia l’occasione per stare vicino alle persone meno fortunate e regali un sorriso a tutti i ragazzi.

(foto Fabio Pozzati / Iguana Press / Fortitudo Pallacanestro Bologna)

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online