CLIMAMIO BOLOGNA

Rombaldoni – voto 5 – (3pti, 1/2, 1/2, 0/3) – Il quintetto base non lo fortifica, come fa il fluoro con i dentini dei bambini. Trema, tira sassate, e al cospetto di Djordjevic pare uno scooter di fronte ad una Honda. Altra serata in valutazione negativa, malgrado il primo cesto nei playoff.
Douglas – voto 5 – (9pti, 1/2, 1/4, 2/5) – I troppi complimenti devono avergli fatto dimenticare di sfamare i serpenti, che di notte lo avranno tenuto sveglio. Poca roba, ben marcato, mira che non lo sostiene, in prigione senza passare dal via.
Mancinelli – voto 6 – (8pti, -, 4/7, -) – Bottineggia a babbo cremato, ma non era stato tra i meno peggiori. Certo, la farfalla sembra aver perso la polverina sulle ali, ma qualcosina in difesa lo stava facendo.
Rancik – voto 5,5 – (10pti, 2/2, 4/6, 0/1) – Gioca ad una metà campo sola, mettendo qualche punto in saccoccia dimenticandosi che nel contratto gli vengono chiesti anche rimbalzi, ogni tanto, e un minimo di difesa. Troppo burro.
Lorbek – voto 6 – (9pti, -, 3/3, 1/1) – Segna solo lui all’inizio, poi i falli sono il tagliafuori che lo riportano sulla terra. In ripresa rispetto a recenti uscite pallide come la luna.
Basile – voto 5 – (2pti, 2/2, 0/1, 1/2) – Gli succhiano il sangue, il sudore, forse anche la forfora, per non concedergli nemmeno un centimetro. Lui non trova nemmeno lo spazio per le sue parabole di alta ignoranza, e lascia la squadra senza carne sul barbecue.
Belinelli – voto 6,5 – (11pti, 2/2, -, 3/4) – Con tre triple tiene a galla Bologna fino alla fine, anche se ormai era entrata troppa acqua nella canoa, e arrivare a riva era comunque impossibile. Faccia e concentrazione impassibile, peccato sia stato troppo solo.
Smodis – voto 6,5 – (12pti, 3/4, 3/3, 1/5) – Subito wrestling con Schultze, avrebbe meritato qualche boccia in più sulle tacche. Nisba: deve allontanarsi e tirare pietrate da fuori, e non è la stessa cosa.
Bagaric – voto 5 – (2pti, -, 1/1, 0/1) – Più perse (5) che rimbalzi (4), sbuffa con gli arbitri e viene trafitto al cuore più e più volte, come nemmeno Brooke Logan da Ridge Forrester.

ARMANI JEANS MILANO

McCullough – voto 6 – (7pti, 2/4, 1/6, 1/6) – Mano che dovrebbe passare dall’esorcista per lunghi tratti del match; poi infila quella del +12, a sublimare una partita che ha offerto il meglio nelle statistiche di destra (4 assist e 4 recuperi).
Calabria – voto 6,5 – (11pti, -, 1/5, 3/4) – Il primo a farsi trovare pronto alla lotteria della tripla, si tiene su buone percentuali e, in una serata di mani torbide, non è una cattiva cosa.
Gigena – voto 6,5 – (8pti, 3/4, 1/3, 1/2) – Sfrutta bene le sue occasioni, difende, e si procaccia 6 falli. Ottimo gregariato.
Singleton – voto 5,5 – (8pti, 4/4, 2/6, 0/2) – Fotocopia di gara uno: bene quando c’è da schiacciare o saltare a rimbalzo, da brividi – in negativo – tutto il resto, compresa una schiacciata buttata nella spazzatura.
Blair – voto 7,5 – (16pti, 4/5, 6/8, -) – Termina con 28 di valutazione, prendendo rimbalzi e infilando bene anche i tiri liberi. Semplicemente, la Fortitudo non riesce a limitarlo.
Djordjevic – voto 8 – (11pti, 4/4, 2/3, 1/3) – 9 minuti di perfezione: segna, smazzola assist, e soprattutto pittura 3 giocate devisive nelle ultime battute, riscaraventando in gola di Bologna qualsiasi illusione di rientro. Quello che non gli era riuscito davanti a Blackman, ha miglior esito davanti a Rombaldoni e Belinelli.
Coldebella – voto 6 – (0pti, -, -, 0/2) – Si porta a casa una costola di Basile, ma davanti alle finali scudetto non si deve davvero guardare in faccia a nessuno.
Maravic – voto NG – (2pti, 2/2, 0/1, -) – Solo due minuti.
Schultze – voto 6,5 – (10pti, 3/4, 2/5, 1/1) – Nel sottobosco del mercato della disperazione, Milano ha trovato un porcino: segna anche da fuori, difende con le cattive quanto con le buone, e non fa calare mai l’intensità. Di meglio, non potrebbe offrire.

———-

Verba Manent

Repesa – Loro sono stati più determinati, oggi: noi cercheremo di recuperare per gara 3. E’ difficile vincere con 23 palle perse, senza aggressività sia in attacco che in difesa, non prendendo rimbalzi offensivi nel secondo tempo. Non ci aspettavamo una serie facile, per cui tutti i giocatori devono essere importanti: c’è chi è in forma e chi no, chi ha fiducia e chi no. Ma abbiamo bisogno di tutti. Troppi errori, troppi canestri facili sbagliati, cose che non ci possiamo permettere se vogliamo vincere in trasferta. Hanno saputo difendere meglio su Douglas, mentre Basile non ha fatto ciò che sa fare. Speriamo in meglio per la prossima.

Lardo – Forse abbiamo corso più di loro, quindi piano partita rispettato. Abbiamo concesso qualcosa a rimbalzo d’attacco, ma volevamo essere aggressivi sugli esterni per recuperare palloni e avere contropiedi. E, in attacco, pur senza essere perfetti, abbiamo mosso bene la palla evitando i loro, di contropiedi. La strada per vincere è la difesa, comunque, e portarli a tirare male. Non posso poi parlare dei singoli, in una serata in cui abbiamo dimostrato questa concentrazione e voglia di vincere. E’ una serie da portare avanti senza distrazioni.

Rancik – Non abbiamo giocato bene, abbiamo perso troppi palloni, e avuto poca concentrazione. Così, in questi climi caldi, non si vince. Abbiamo concesso troppo a Djordjevic, ma anche a Calabria e Schultze. Dobbiamo stare attenti, perchè gara 3 è importante e noi la vogliamo vincere cercando di fare le cose giuste.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: