Ieri il GM della Virtus Julio Trovato ha confermato la necessità della Virtus di andare sul mercato, vista la perdurante situazione di emergenza che riguarda Klaudio Ndoja. Al momento la rosa dei papabili è ridotta a tre. Si parla di Alex Ranuzzi, che però Imola non è intenzionata a cedere (Abbiamo rifiutato una proposta arrivata dalla Virtus, ha detto l’AD imolese Domenicali al Carlino), del veterano Michele Antonutti di Pistoia, ma soprattutto di Davide Bruttini, che sembra in pole position. Secondo il Carlino, il lungo senese – corteggiato da mezza serie A2 – vorrebbe fortemente la Virtus, tanto da aver bloccato tutte le altre trattative una volta saputo dell’interessamento della società bianconera. Bruttini, classe 1987, è un giocatore più interno di Ndoja, e tira pochissimo da tre. Si tratta però di un giocatore molto esperto e di sicuro affidamento per la serie A2. Cresciuto (in parte) nelle giovanili Fortitudo, Bruttini ha giocato a Castelletto Ticino, Capo D’Orlando, Brindisi, Imola, Veroli, Casale, Forlì prima di approdare a Torino e Brescia, dove ha centrato da due promozioni consecutive. L’anno scorso con la maglia della Leonessa ha viaggiato a 6.3 punti e 3.9 rimbalzi in 20′ di utilizzo in regular season, e a, 7.7+3.7 in 21′ nei playoff.

A questo punto – come spiega il Corriere di Bologna – la palla passa ai soci della Fondazione, che nell’assemblea di domani dovranno dare il via libera al mercato, dato che bisognerà reperire il denaro necessario in anticipo sui tempi previsti, dato che l’idea originaria era di conservare il “tesoretto” per un intervento a ridosso dei playoff.

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online