Il coach della Fortitudo Antimo Martino è stato intervistato da Luca Corsolini su Stadio.

Un estratto delle sue parole.

Il mercato? Non ci sono grandi differenze con la A2. Il mercato è diverso, per alcuni aspetti persino più semplice, anche se poi non cambia il mio modo di lavorare. Sono scrupoloso, cerco di approfondire anche gli aspetti personali dei giocatori, voglio conoscere la loro etica del lavoro.
Vogliamo mantenere i principi dell’anno scorso, voglio dire che vogliamo costruire la squadra in modo intelligente, cercando giocatori che siano complementari gli uni agli altri.

Il nostro obiettivo è salvarci. Poi ci pensano i tifosi a ricordarmi che dovremmo vincere almeno un derby. Ma se vogliamo fare le cose per bene non bisogna distrarsi rispetto al percorso che abbiamo da fare. Questo non significa non essere ambiziosi, a salvezza acquisita potremo anche guardare oltre questo orizzonte. Però deve essere chiaro a tutti: partiamo con un buon budget, da neopromossa. Dobbiamo essere umili, non fare sogni.

Penso che Fantinelli rientrerà proprio con l’inizio del campionato. Pensando a lui, pensando all’idea di squadra che abbiamo in mente, a Stipcevic eravamo già arrivati. Abbiamo fatto per tempo dei sondaggi, e lo abbiamo preso proprio perché è il profilo di giocatore a cui pensavamo per quel ruolo, esperto e pericoloso nel tiro da fuori. Non siamo stati condizionati dalla situazione di Fantinelli

( Foto Fabio Pozzati/ebasket.it )

Bolognabasket © 2000 - 2019 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: