Matteo Malaventura è stato sentito da Damiano Montanari per Stadio. Un estratto dell’intervista.

“Le dimissioni di Repesa alla prima giornata hanno giocato un ruolo importante nella discesa in A2 della Effe. La necessità di cambiare in corsa il gruppo e le difficoltà del nuovo allenatore di gestire una squadra non costruita da lui sono stati elementi che hanno pesato nell’economia del campionato. Di certo, rispetto al passato il livello della competizione si è alzato. La lotta fino quasi all’ultima giornata anche nella zona bassa della classifica conferma il grande equilibrio che c’è stato.
Il prossimo anno vorrei vedere giocatori con la voglia di lottare e di sbattersi sempre, che sentisse l’appartenenza alla maglia biancoblù e che avesse il bene della Effe come priorità. L’ideale sarebbe un mix di alcuni giovani promettenti affiancati da qualche elemento esperto che potesse far sentir loro protetti: chi è all’inizio della carriera deve poter sbagliare.
Se deve salire è importante che abbia le potenzialità per affrontare la Serie A in un certo modo. In caso contrario è meglio progettare qualcosa di più a lungo termine e presentarsi in modo solido nel principale campionato nazionale.”

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Feed RSS: