Una lunghissima regular season, poi tutto in un mese “caldo” e folle. E’ questa la nuova realtà dell’Eurocup che ieri ha vissuto il sorteggio e la definizione del calendario.
La Virtus è stata inserita nel girone B, dove non troverà l’altra grande favorita (il Partizan) ma altre squadre di assoluto livello sì, come Valencia, Venezia, Buducnost e Gran Canaria.

Le regular season sarà davvero lunga, appunto. Diciotto partite, con inizio il 20 ottobre a Bursa, in Turchia e termine il 6 aprile a Bourg, in Francia. Passano le prime otto per ogni girone, ma conteranno molto sia il piazzamento finale che la differenza canestri complessiva, perchè saranno questi i tiebreaker per stabilire chi giocherà in casa nelle partite successive.

Dagli ottavi in poi ci sarà infatti il temutissimo tabellone tennistico in partita secca. Dal 22 aprile ottavi, quarti e semifinale si giocheranno – in singola partita – prima accoppiando i due gironi (prima contro ottava, seconda contro settima, e così via), e poi andando avanti sempre in casa della meglio piazzata secondo i criteri di cui sopra.
La finalissima, sempre in partita secca, dovrebbe giocarsi all’interno delle Final Four di Eurolega, il sabato.

La vincente dell’Eurocup avrà il posto garantito per l’Eurolega 2022-23. La finalista invece sarà ammessa solo se sia Monaco che Kazan non raggiungeranno i playoff di Eurolega.

Una formula folle e affascinante al tempo stesso, pensata per assicurare a tutte le squadre un numero congruo di partite casalinghe (e quindi di incassi, pandemia permettendo) e per aumentare il pathos dei playoff. Il rischio però è che possa trasformarsi in una roulette russa, e che 1-2 infortuni nel momento chiave possano compromettere la stagione di una squadra. Un rischio che c’è sempre, certo, ma che con i playoff in partita secca è aumentato. In buona sostanza, se la Virtus spera di essere ai nastri di partenza dell’Eurolega 2022-23 oltre che in campo dovrà farsi valere molto anche dietro le scrivanie, e lottare perchè il previsto allargamento della massima competizione europea venga attuato già dalla prossima stagione.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: