ETERNEDILE BOLOGNA

Candi – voto 6 – (4pti, 1/2, -, 1/4) – Subito tripla, poi galleggia senza bisogno di fare altro. Stefano Sani fece la stessa cosa nel 1982 cercando una Lisa che se ne era andata via. Lui non si chiede ma di chi è di chi sarà, e se non altro può dire che nei momenti migliori della partita in campo c’era anche la sua giovinezza.
Montano – voto 6,5 – (12pti, 3/3, 3/5, 1/2) – Esordio fiammante, ricordando l’Eros Ramazzotti che nel 1984 fece subito capire la voglia che aveva di ritrovare la sua Terra promessa. Con meno Hunziker dietro, regge il resto della partita senza bisogno di cercare a tutti i costi ulteriori dischi di platino.
Flowers – voto 7 – (14pti, 2/2, 3/3, 2/5) – Come Nek lo scorso anno. Dimenticato e rimosso per via di svariate problematiche, ci mette un attimo per riallacciare il filo del discorso ai tempi dei successi delle Laure varie. Difende, poi attacca, tenendo bene su ogni parte del campo. Che ora però non si metta a incidere l’inno del Sassuolo.
Amoroso – voto 6 – (8pti, 1/2, 2/6, 1/4) – Fatica come quelle volte in cui si vedeva Marco Armani sbuffare, quasi senza capire perché fosse finito nuovamente da quelle parti. Più l’impressione che i tempi migliori saranno da vedere in seguito: per ora, è la vita, vincerò questa partita.
Daniel – voto 7,5 – (16pti, 7/10, 3/9, 1/1) – Pare di rivedere David Bowie nel 1997: ospite, del tutto alieno al contesto. All’epoca il problema fu tornare ai Jalisse dopo averlo visto: qui il problema ce lo hanno solo le avversarie. Doppia doppia quasi senza nemmeno spantofolarsi, poi i dolori finali.
Sorrentino – voto 6 – (4pti, -, 2/4, 0/1) – Con la serenità di Gigi D’Alessio, così almeno la citazione lo farà felice. Magari poco apprezzato da chi non lo apprezza, ma restando a galla per chi sa quello che può e che deve fare. Poi chiaro, avendo costretto lo scrivente a citare Gigi D’Alessio, qualcosa glielo dovrà dare, specie in termini di Iban,
Carraretto – voto 6 – (3pti, -, 0/1, 1/4) – Di tutta esperienza, facendo il Fausto Leali del 1987: stecche qua e là in precedenza, poi arriva Io amo e non c’è bisogno di molto altro. Una tripla in un momento difficile, niente altro.
Raucci – voto 7 – (7pti, -, 2/3, 1/2) – Ricorda Cavallo Pazzo quando si attaccava a Pippo Baudo per mandarlo in tilt, una ventina di anni fa. Lui fa uguale con Raivio, che forse per disperazione alla fine preferirebbe mettersi in cuffia Aleandro Baldi, piuttosto che rivederselo davanti.
Italiano – voto 6,5 – (8pti, 5/8, -, 1/2) – Non può non essere notato, come certe mise di Anna Oxa negli anni 80 che facevano dimenticare di stare ad ascoltarla: segna subito tanto, qualcosa dietro lo paga, ma va bene lo stesso.
Quaglia – voto NG – Pochi minuti, il tempo forse per chiedere a casa che venga fatta una shot con foto, nome e logo di Sky. Come tante nuove proposte, chissà se si ricorda Cinzia Corrado.

EUROPROMOTION LEGNANO

Palermo – voto 5,5 – (15pti, 1/1, 4/5, 2/6) – Due triple impiccato, ma come regia non ci siamo.
Raivio – voto 5 – (11pti, 4/4, 2/5, 1/5) – Non capisce come aggirare Raucci.
Laudoni – voto 5 – (2pti, -, 1/2, 0/1) – Poco da segnalare.
Maiocco – voto 5 – (7pti, -, 2/3, 1/6) – Si accontenta delle triple. Almeno entrassero…
Pacher – voto 5,5 – (12pti, 2/3, 5/8, 0/3) – Subito due falli, nove rimbalzi ma senza incidere.
Navarini – voto 5,5 – (2pti, 2/4, -, -) – Montagne troppo alte da scalare.
Martini – voto 6 – (10pti, 1/2, 0/4, 3/4) – Solo da fuori.
Fattori – voto 6 – (8pti, -, 4/5, 0/4) – Non si incaponisse nelle pietre da lontano sarebbe stato meglio.

VERBA MANENT

BoniciolliIl nostro è un paese dove dopo otto sconfitte di fila c’è scollamento tra squadra e società. Io invece qui ho visto uno spettacolo di civiltà sportiva dato da Legnano, che pareva reduce da otto vittorie, e ha giocato con spirito e coraggio. Complimenti a loro, e al loro allenatore, e a giocatori che non si sono mai arresi anche quando era chiaro che non avrebbero vinto. Io non amo molto il clima sportivo del nostro paese, ma oggi è stato bello. Noi dovevamo recuperare i punti persi con Trieste per restare in zona playoff, siamo sempre un cantiere aperto: qui è mancato Frassineti, noi siamo stati undici partite senza Flowers, o comunque attendendo il suo rientro. Oggi per la prima volta la coppia di americani è stata produttiva, e gli italiani hanno dato volume: costruendo e disfando con una facilità esagerata, lo pagheremo, a far così a Roseto domenica prossima faremo fatica. Tiriamo su tanto, poi prestiamo la guancia agli avversari, forse perché la nostra regia è giovanissima o poco esperta, ma abbiamo scelto di lavorare su questo gruppo, siamo a 11-9, e oggi finalmente eravamo al completo. Per cui penso ci siano margini per migliorare ancora. Italiano? Ha sentito un tirotto al muscolo dove aveva già avuto problemi. Daniel è caduto, mentre lo faceva mi è passata davanti tutta la mia vita, e non voglio pensare a niente altro se non al fatto che ora è con il ghiaccio addosso.

Raucci Stiamo lavorando da mesi sulla continuità, finalmente stiamo lavorando al completo, sono rientrati gli infortunati che piano piano stanno ritrovando il ritmo partita. Oggi abbiamo disputato una grande prova, siamo stati sempre in vantaggio con grande circolazione e difendendo bene. Non era una partita facile, loro con otto sconfitte consecutive avevano voglia di riscattarsi, ed erano sotto pressione. Siamo andati in vantaggio subito, poi abbiamo avuto un calo di concentrazione e loro sono rientrati fino a -2, però siamo stati bravi a gestire il vantaggio.

ItalianoHo sentito un tirotto sull’antisportivo di Raivio, vedremo. Forse c’era stato un precedente all’andata, ha anche cercato di darmi un pugno, sono cose che succedono. Vittoria super, perchè loro venivano da otto sconfitte consecutive e non era facile visto anche l’ambiente: hanno provato fin da subito a metterla sulla rumba e farci innervosire, bravi noi anche se potevano fare meglio. Ci voleva, domenica prossima sarà ancora più tosta ma noi dobbiamo continuare a lavorare così

PalumbiNoi per amore vogliamo andare sempre più in alto e raccogliere il maggior numero di tifosi. Abbiamo iniziato la nostra risalita. La nostra raccolta ha superato quota 100 dopo 3 giorni, sono contentissima, anche per tante adesioni che arrivano da fuori Bologna. I progetti? “Il giardino delle idee”, lo seguo in prima persona, il 18 febbraio la giuria deciderà il progetto vincitore e lo presenteremo al sindaco, per recuperare bellissimi campi da basket.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online