La Fortitudo l’anno prossimo giocherà il campionato di A2, che ha disputato l’ultima volta nel 2018-19.
Da allora le regole su tesseramenti ed eleggibilità sono sostanzialmente le stesse. In attesa che LNP formalizzi le date per l’iscrizione al campionato e di inizio della stagione, nonchè la formula – che comunque non dovrebbe cambiare rispetto al 2021-22, se non altro per le 2 promozioni in serie A, mentre le retrocessioni aumenteranno vista la riforma dei campionati – le DOA già pubblicate dalla FIP stabiliscono già alcune prescrizioni. Per la stagione 2022-23 ogni società, sui 10 giocatori a referto (11° e 12° possono essere delle giovanili, dal 2003 in poi) ha l’obbligo di schierare almeno 8 giocatori di formazione italiana. Inoltre è necessario che 3 atleti siano Under, ovvero nati nel 2001 e seguenti. A tale obbligo si può derogare pagando, 10mila euro per il primo senior in più, 15mila per il secondo e 20mila per il terzo. Chi sceglie questa opzione viene escluso dalle premialità FIP.
Inoltre, la società deve partecipare ai campionati giovanili obbligatori, oppure demandare tale compito a una società Satellite.

Per quanto riguarda i tesseramenti, potranno essere fatti fino a 48 prima dell’inizio del campionato, poi saranno bloccati. Sarà ammesso 1 solo tesseramento “jolly” durante il girone di andata, e al massimo altri 2 senior durante la finestra che durerà dalla prima alla terzultima giornata di ritorno. Inoltre, fino all’inizio dei playoff o playout sarà possibile inserire un ulteriore atleta che non abbia mai giocato in A2. E’ il classico caso del rinforzo dalla serie A, ad esempio quest’anno Luca Vitali è andato a Cantù per i playoff, e David Cournooh a Scafati.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito |Feed RSS: