Nella splendida cornice della sala Auditorium dell’Unipol Banca, completamente esaurita in ogni ordine di posto, si è svolta, questa mattina, la consueta cerimonia di premiazione delle società che, nella stagione 2017/2018, hanno vinto un Campionato o un Trofeo, oltre ad una serie di premi individuali.
La manifestazione è stata organizzata dal Presidente del Comitato Regionale FIP Emilia-Romagna, Stefano Tedeschi e dai suoi collaboratori. Presenti il presidente federale Giovanni Petrucci, i vice presidenti Mara Invernizzi e Gaetano La Guardia, il presidente della Lega Pallacanestro, Pietro Basciano, e il presidente Regionale del CONI, Umberto Suprani.
Il presidente Tedeschi, dopo avere ringraziato i presenti e aver manifestato il suo apprezzamento per una regione dove la pallacanestro è molto popolare e praticata, ha illustrato i dati del Comitato Regionale che evidenziano una continua crescita dei giovani tesserati (oltre sedicimila i tesserati nel minibasket), sia maschili che femminili, che confermano le cifre importanti già registrate negli anni precedenti. “Il bel successo della nazionale italiana al Paladozza a Settembre, con una grande cornice di pubblico – ha concluso – lascia ben sperare per i successi che questa Nazionale merita e che si spera avrà”.
Il Presidente della F.I.P. Petrucci, di ritorno da Losanna, si è complimentato per gli ottimi risultati in ambito sportivo della nostra Regione e del fatto che non risenta di alcun tipo di crisi.
Dopo la premiazione della campionessa mondiale di 3×3, Rae Lin D’Alie, il presidente Tedeschi ha annunciato la grande novità della giornata e cioè le borse di studio regionali, con la motivazione che “i bravi giocatori devono essere anche bravi studenti”. Quindi, ventiquattro atleti, divisi per province, si sono aggiudicati, singolarmente, un premio di 300 euro, ottenuto attraverso ottime medie scolastiche, abbinate ad un altrettanto positivo rendimento sportivo.
Il presidente del CONI, Umberto Suprani, infine, oltre ai consueti complimenti di rito, ha dichiarato: “Avevo fatto notare come il 3×3 doveva avere una sua importanza all’interno del mondo del basket e sono molto entusiasta dai risultati ottenuti dalla Nazionale Femminile agli ultimi Mondiali, ma ricordo, e il volley insegna, che chi si dedicherà a tempo pieno al 3×3, dovrà abbandonare il 5×5, avendo regole diverse ed una preparazione diversa. Infine, mi auguro che la nostra Nazionale maschile, impegnata nella seconda fase, possa raggiungere la qualificazione ai prossimi mondiali, un posto che l’Italia ed i tifosi dei colori azzurri, si meritano di ottenere”.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online