L’obiettivo è stato finalmente raggiunto: Persiceto ritorna in serie C. Tutti gli sforzi, economici e non, fatti dalla dirigenza, le urla di coach Berselli e del suo staff, le fatiche dei giocatori hanno portato alla promozione sul campo.
Il percorso della Vis Basket in campionato ha dimostrato che la squadra si è ampiamente meritata la serie C, senza se e ma. Bisogna elogiare i ragazzi che hanno saputo costruire un gruppo compatto, privo di prime donne, e nel quale vige il detto tanto caro ai Tre Moschettieri di Dumas: “tutti per uno ed uno per tutti”.
La partita con la Sampolese ha avuto poca storia, la concentrazione e la determinazione dei ragazzi di coach Berselli a portarsi a casa il campionato ha infatti portato ad una comoda vittoria per 80-55.
Solita ottima prestazione corale della squadra in cui è emerso, ancora una volta, Luigi Cornale con 18 punti ben coadiuvato dal re delle promozioni Fabio Pasquini.
Ora che la vittoria del campionato è stata messa al sicuro bisognerà innanzitutto finire ed onorare il campionato nel migliore dei modi e poi, con tranquillità, pensare alla costruzione della squadra del prossimo anno tenendo comunque in considerazione tutto quello di buono emerso quest’anno: la compattezza e l’umiltà del gruppo, ciò che ti lascia dentro quando un giocatore vince una manifestazione e la bravura degli attuali giocatori, e staff tecnico, a raggiungere il risultato.
Per quanto emerso, sia nel girone di andata che in quello di ritorno, la Vis Basket merita come squadra un giudizio molto alto in pagella, compresa anche la dirigenza che ha svolto un egregio lavoro. Vediamo adesso di scrivere qualche parola per ciascun giocatore.
Davide Genovese: Davide è certamente il leader della squadra, comandante dello spogliatoio, quando in campo la squadra necessita di un canestro nei momenti difficili spesso si va da lui. Ha sapientemente guidato la Vis alla conquista del campionato.
Andrea Chiusoli: forse ha patito più di tutti il poco utilizzo, considerando anche il bagaglio tecnico che ha a disposizione. Deve restare per cercare di emergere in categorie a lui consone, magari cercando di mettere su qualche Kg in modo da potersi giocare anche dei minuti da guardia, dato che il tiro non gli manca. Da confermare nel roster del prossimo anno.
Luigi Cornale: il piccolo Smodis ha dimostrato importanti miglioramenti. Grandi doti di passaggio e di lettura della partita. Ha giocato tanto e bene, facendo dimenticare l’infortunio di Ramini. Ora lo aspetta una bella sfida: dimostrare di essere un lungo di serie C, nonostante l’assenza di qualche cm di altezza. Siamo sicuri che lo diventerà.
Vittorio Scagliarini: cuore di capitano non mente, legatissimo alla Vis Basket e a tutto quello che succede sia in campo che fuori. Si è costruito un minutaggio con tanto lavoro ed applicazione negli allenamenti. Ottimo nel fare rifiatare Genovese, ha dato un apporto prezioso dalla panchina.
Alessandro Chiapparini: ottima presenza all’interno dello spogliatoio, fondamentale nel dare minuti di qualità alle spalle di Fabio Pasquini. Certamente potrà ritornare utile nel prossimo campionato di serie C silver. Sempre una presenza positiva.
Luca Rusticelli: Luca ha disputato una stagione positiva. Può ancora, visto l’età, migliorare in attacco cercando di diventare un giocatore da 8-10 punti di media. Ricorda molto, con ovviamente le dovute proporzioni, il Tayshaun Prince dei Detroit Pistons. Ottimo difensore, forse il migliore della Vis.
Matteo Papotti: “il puposs”, come già scritto, ha doti cestistiche importanti. Il tiro da fuori è la sua arma migliore. Con alcuni miglioramenti in fase difensiva e offensiva, ha sicuramente le capacità di diventare un crack per queste categorie, sta a lui capirlo, avere pazienza e cogliere l’attimo.
Alessandro Ferrari: conosciuto da tutti come Manute, è ritornato a febbraio dopo un periodo di sei mesi in Erasmus. Quello che porta nello spogliatoio e in tutte le altre mille attività della Vis Basket è impagabile. Sicuramente è anche con l’apporto di giocatori come Manute che si vincono i campionati.
Simone Bartolozzi: Simone è stato acquistato dalla Veni Basket per rimpiazzare l’assenza, all’ultimo secondo, della guardia Morisi. Si è dovuto adattare dall’essere realizzatore principe ad un’importante tassello di una squadra costruita per vincere. Purtroppo non ha avuto percentuali esaltanti al tiro ma è stato molto bravo a concentrarsi in difesa e a piegare le gambe per la squadra. Ottima presenza nello spogliatoio, ha in ogni caso disputato una seconda parte di stagione migliore rispetto alla prima, e cosa da non dimenticare: ha vinto.
Fabio Pasquini: poco da dire per “mister promozione”. Dove c’è Fabio si vincono i campionati. Probabilmente il miglior giocatore della Vis Basket ed MVP del torneo. Una sicurezza sia in attacco che in difesa, persona timida e silenziosa quanto efficace sul parquet. Gli facciamo, inoltre, le congratulazioni anche per il suo imminente matrimonio.
Enrico Almeoni: giocatore chiaramente di categoria superiore. Ha risolto molte volte i problemi in attacco della Vis Basket. I suoi tiri ignoranti sono stati tanto efficaci quanti lesivi alle coronarie di coach Berselli. Unico consiglio: non è facile, ma dovrebbe imparare ad accettare le critiche ed anzi ad utilizzarle a proprio vantaggio, cercando di smentirle con il suo gioco in campo. In ogni caso, veramente ottimo campionato per Meo.
Federico Parmeggiani: grande stagione per “Chicco” frenato purtroppo sul più bello da un infortunio muscolare. Ottimo giocatore di sostanza, fisicità e rabbia agonistica. Il “piccolo Barkley” di Persiceto ha dimostrato miglioramenti nel tiro da fuori ma dovrebbe, visto il fisico di cui dispone, cercare assolutamente di costruirsi un gioco vicino a canestro. Deve sfruttare la sua esplosività.
Giuliano Ramini: Giuliano è stato molto sfortunato, infortunandosi a gennaio e perdendo tutta la seconda parte del campionato. Sul giocatore, e sul suo attaccamento ai colori biancoblu, nulla da dire. Sempre presente agli allenamenti e alle partite per sostenere i compagni e dare il suo contributo.
Sicuramente non vedrà l’ora di ritornare sul parquet nella prossima stagione cestistica.
Mirko Gamberini: il prodotto del vivaio locale ha stazza e talento, e magari già del prossimo campionato potrebbe essere chiamato ad un ruolo maggiore con la prima squadra.
Quando è stato chiamato, ha sempre risposto presente.
Il prossimo impegno per la Vis Basket sarà domenica 1 aprile a Parma, contro la Magik Basket, gametime alle ore 18,45.

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online