GEVI NAPOLI BASKET – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 77-89 (33-13, 24-30; 11-17)

Reduce dal successo in Supercoppa, la Virtus conquista il primo successo in campionato e viola per la prima volta nella sua storia il PalaBarbuto, un campo molto caldo dove Bologna era caduta nella passata stagione. Rispetto alla kermesse di Brescia la Segafredo ha recuperato Hackett, ma ha dovuto fare a meno di Teodosic, Jaiteh, oltre ai lungodegenti Shengelia e Abass. Dopo essere sprofondata a –22 e aver subito ben 57 punti nel primo tempo, la Segafredo ha cambiato volto nel secondo tempo e in particolare nell’ultimo quarto ha preso il comando del campo conquistando il dominio sotto le plance. Scariolo ha ancora tanto lavoro da fare, ma come ha sottolineato anche Ronci in settimana, questa squadra sa soffrire e vincere in rimonta.

Cronaca: l’inizio partita è da incubo per la Virtus. Napoli gioca con la testa leggera, vede il canestro grande come una vasca, complice anche una dormiente difesa felsinea, e conclude il primo quarto con venti lunghezze di vantaggio e ben 33 punti segnati (33 – 13). In casa Segafredo regna la confusione, fioccano le palle perse e la partita è sempre più in salita. Scariolo ruota i suoi uomini e in attacco la situazione migliora un po’. I bianconeri sono maggiormente disciplinati e fluidi, grazie in particolare all’ingresso di Mannion che smazza 5 assist nel secondo quarto. La difesa però continua ad imbarcare acqua. Johnson trova due canestri consecutivi da otto metri che fanno infiammare Napoli. La Segafredo si riavvicina fino a -10, ma nel finale di primo tempo la GeVi scappa ancora via: 57 – 43. La Virtus esce dagli spogliatoi con un altro atteggiamento e piazza un parziale di 7 – 0 (57 – 50). Coach Buscaglia è costretto a centellinare i minuti di JaCorey Williams, bloccato a causa dei falli. Napoli, dopo aver banchettato nel primo tempo, si blocca in attacco e la Segafredo arriva fino a -3, trascinata a Weems. Poi una fiammata di Micheneau, che schernisce Mannion, ridà fiato ai partenopei. 68 – 60. Nell’ultimo quarto si riaccende da oltre l’arco Johnson e Napoli riconquista il vantaggio in doppia cifra: 74 – 63. Nel momento di maggiore difficoltà, Bologna rialza la testa e mette a segno un parziale da 26 – 3 che ribalta la partita. Dopo 36 minuti passati ad inseguire la Segafredo mette il naso avanti, inserisce la freccia e scappa via. Lundberg, dopo essere stato fin troppo silente fino a quel momento, alza i colpi e Mickey, Belinelli e Ojeleye lo seguono permettendo alla Segafredo di ottenere i primi due punti in classifica. Finisce 89 – 77 in favore dei bianconeri.

 

GEVI NAPOLI BASKET – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 77-89 (33-13, 24-30; 11-17)

NAPOLI: Zerini 6; Johnson 16; Michineau 12; Williams 12; Stewart 12; Howard 8; Agravanis 7; Dell’Osto ; Matera NE; Uglietti ne; Zanotti 2; Grassi ne. All. Buscaglia

BOLOGNA: Cordinier 2;  Mannion 4; Belinelli 10; Pajola 2; Bako 8; Lundberg 11; Hackett 2; Menalo NE; Mickey 23; Camara NE; Weems 14; Ojeleye 13. All. Scariolo

(Foto Virtus Pallacanestro)

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online