VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – RATIOPHARM ULM 92-91 (18-26, 42-50; 61-64)

Dopo una brutta partita, in cui la Virtus ha difeso male e sempre inseguito contro un ottimo Ulm – che ha giocato bene e a viso aperto nonostante le tre assenze – un finale scoppiettante premia la Virtus, che dopo aver recuperato 10 punti di svantaggio negli ultimi 5’ ha messo il naso avanti per la prima volta nell’ultimo minuto. A furia di triple, di Weems e Markovic soprattutto, i bianconeri l’hanno portata a casa, anche se si è arrivati all’ultimo tiro, con Ulm che ha tirato per vincere. La Segafredo resta comunque in cima al girone A assieme a Patrasso che ha battuto il Maccabi Rishon 88-77. E’ stata una serata complessa, con tante cose che non hanno funzionato: difesa ondivaga, problemi di falli, e avversari bravissimi a respingere ogni tentativo di rimonta bianconeri fino agli ultimissimi minuti. Ma anche stasera è arrivata la vittoria, grazie a 16 di Weems, e ancora una volta al duo Teodosic – Markovic.

Cronaca: prima della partita la Curva Nord saluta il Civ – storico tifoso bianconero – con uno striscione e un coro “Civolani uno di noi”. La Virtus parte a rilento: subito due falli di Gamble e tedeschi avanti 3-13, con due triple di Willis. Dopo l’inizio shock i bianconeri provano a stringere le viti dietro, e forzano tre falli in attacco agli avversari. Teodosic serve due assist clamorosi per Pajola, il secondo dei quali a segno. L’impatto del #44 e di Hunter è buono, ma la difesa no. Il primo quarto si chiude 18-26, con Ulm che tira con il 71% da due e 50% da tre.
Nel secondo quarto la Segafredo prova ad avvicinarsi, ma Ulm risponde colpo su colpo, trovando spesso canestri facili ma tirando con percentuali altissime. Tra i bianconeri c’è anche del nervosismo, Ricci prende tecnico per proteste dopo un fallo, e sono terza e quarta penalità. A metà il punteggio è 42-50, dopo una serie di orrori finali da ambo le parti.
Dopo la pausa la Virtus prova a ricucire subito. Dietro mordono tutti, Gamble e Gaines sono decisamente presenti e in 4’ lo strappo è chiuso con un 10-2 (52-52). Il lungo di Durham però fa due falli in attacco, e sono quattro anche per lui. Ulm reagisce con un 7-0 grazie a Krause. La risposta bianconera è affidata a Hunter, ma al parziale bianconero rispondono ancora i tedeschi: 61-64 al 30’.
Ultimo quarto: i guai continuano, due distrazioni difensive e Ulm è di nuovo a +9. La Virtus prova a recuperare, ma viene sempre respinta. Ulm arriva a +10 (67-77), con Jerrett che sbaglia la schiacciata del +12. Da qui parte un 7-0 e la Segafredo arriva a -3, e poi faticosamente alla parità, con un 5-0 tutto di Weems. Poi parte la raffica di triple. Jerrett segna da tre, risponde Markovic da lontanissimo, e siamo agli ultimi due minuti. Heckmann per 82-84, Weems pareggia, risponde Hayes: 84-86. Ancora Markovic per il primo vantaggio (87-86), sbaglia Obst e ancora Weems per il 90-86. Non è finita, perché Hayes, fa canestro e fallo a 16” dalla fine: 90-89. Fallo sistematico dello stesso Hayes, antisportivo. Liberi di Teodosic, ma fallo in attacco di Delia, e quindi ultimo tiro per Ulm. Teodosic fa fallo, liberi per Hayes e 2/2. Rimessa Virtus, passano molti secondi e a 3” c’è fallo su Delia. Drammatico 0/2, ma Gunther sbaglia e la Virtus si salva: finisce 92-91.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – RATIOPHARM ULM 92-91 (18-26, 42-50; 61-64)
VIRTUS: Gaines 11; Pajola 4; Baldi Rossi 2; Markovic 12; Ricci 6; Cournooh 2; Delia 8; Hunter 14; Weems 16; Nikolic NE; Teodosic 15; Gamble 2. All. Djordjevic
ULM: Hayes 13; Guenther 7; Philipps 4; Jerrett 20; Obst 13; Hinrichs 4; Ugrai NE; Heckmann 12; Schilling 2; Willis 11; Klause 5. All. Lakovic

Bolognabasket © 2000 - 2023 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online