OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 76-72 (12-12, 34-34; 51-49)

In casa la Virtus è tutta un’altra squadra, infortuni o no. Anche senza Williams i bianconeri si prendono lo scalpo della capolista Pistoia e tornano a muovere la classifica, con due punti che servono come il pane, viste anche le vittorie di Torino e Pesaro.
Non è stata una bella partita, e a volte si sono visti veri e propri orrori cestistici. Ma questa sera non importa, assolutamente. Contava portarla a casa in qualche modo, e così è stato. Le Vu Nere sono state brave a non mollare mai, a restare in partita con una gran difesa, e nel finale a trovare i punti decisivi con Fells (17), Gaddy e Odom, che ha messo la tripla decisiva nell’ultimo minuto. Dopo tre quarti da 30% al tiro è arrivato un ultimo periodo in cui si è tirato con il 70%, e la lucidità nel finale punto a punto. Per stasera va bene così, da domani bisogna pensare alla partita di mercoledì contro Cantù, altro cliente non facile.

Cronaca: 6720 presenti, col previsto muro pistoiese. Prima della partita i Forever Boys ricordano con uno striscione Paolo Barlera, scomparso sei anni fa. La Virtus difende bene e parte 10-1 con ottimo inizio di Fontecchio, mentre Pistoia tira 0/9. Poi però i toscani si svegliano, e in un amen si riportano sotto. Si vedono errori e orrori vari, tra cui un paio di cross di Odom e Vitali. 12 pari alla prima pausa, e spettacolo orribile.
In apertura di secondo quarto Pistoia con un 6-0 completa un parziale di 17-2 e va sul +6 (12-18). La Virtus prova a reggere ma Pittman, che fa a sportellate con Kirk, sbaglia vari rigori. Ci sono problemi di falli per Mazzola e Gaddy, ma i bianconeri reggono, soprattutto grazie a Vitali e Fontecchio. Per il pescarese 13 a metà, e punteggio sul 34 pari.
Dopo la pausa si continua a sbagliare tanto, ma la Virtus lo fa un po’ meno, e con un parzialino tutto di Gaddy prende qualche punto di vantaggio (43-39). Ma l’equilibrio non si spezza: Pistoia rientra subito, e con Antonutti e Kirk piazza un 9-0. Gaddy e Fells rispondono con le triple, Pittman mette due liberi sulla sirena, e al 30′ la Virtus è avanti 51-49.
Adesso i bianconeri giocano, e Fells mette un paio di canestri importanti, tra cui una bella schiacciata in contropiede. Un’ottima difesa manda fuori giri l’attacco pistoiese, e ne esce un parziale di 10-2 per il +8 (61-53). Pistoia rientra con Czyz, e si arriva agli ultimi tre minuti con la Virtus sul +3. Mazzola mette il 67-62, poi succede di tutto. Gli ospiti tirano quattro volte poi e segnano con Antonutti per interferenza. La Virtus la perde sulla rimessa, e ancora Antonutti mette il 67 pari. Anzi no, perché l’instant replay conferma che pestava la linea: 67-66. Fells segna il +3 a 1’40, risponde subito Blackshear, che fa subito dopo fallo su Odom: 2/2 e 71-68. Ultimo minuto, subito Moore per il -1, poi Odom spariglia con una tripla pesantissima: 74-70 a 34”. Kirk va per i due subito, e poi falli sistematici. Pistoia non è in bonus, e la Virtus guadagna secondi preziosi. Gaddy a 18” mette i liberi del 76-72. Sono quelli decisivi, perché Pistoia non la mette più, e finisce così.

OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 76-72 (12-12, 34-34; 51-49)
BOLOGNA: Pittman 12; Fabiani 0; Vitali 7; Cuccarolo 0; Gaddy 14; Fontecchio 15; Mazzola 2; Oxilia 0; Fells 17; Penna 0; Odom 9. All. Valli
PISTOIA: Di Pizzo NE; Knowles 9; Mastellari 0; Antonutti 12; Lombardi 4; Filloy 4; Severini 0; Czyz 12; Blackshear 8; Moore 11; Kirk 12, All. Esposito

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online