Serie C Gold
2^ giornata andata
DILPLAST CLEVERTECH POL.ARENA-INTECH VIRTUS IMOLA 74-89
(parziali: 20-20 / 46-43 / 57-67)
Pol.Arena: Piccinini, Vecchi 18, Sinisi 6, Casu 8, Rappoccio 8, Basso. Pedrazzi 2, Illari 2, Negri 16, Colla 7, Riccò 5, Montanari 2. All: Cavalieri
Intech: Nucci 3, Galassi 12, Castelli, Aglio 9, Carella 2, Diminic 30, Magagnoli 10, Ranocchi 4, Seskus 18, Savino 1. All: Regazzi
Arbitri: Resca e Di Marco

E’ una Intech a trazione estera quella che supera 89-74 la Pol.Arena a Sant’Ilario d’Enza, nel secondo turno di serie C Gold: 30 le perle di Mise Diminic, assoluto dominatore di area colorata e match, 18 quelle di Domantas Seskus, l’uomo che ha “svegliato” la Virtus nel momento peggiore, sul -9 nel terzo quarto.
Per tutto il primo tempo i gialloneri non riescono ad imprimere il proprio gioco, non riuscendo a scrollarsi di dosso i padroni di casa che sfruttano la propria arma migliore, ovvero la transizione per lo scarico esterno, finalizzando ben 7 triple.
Nel 3° quarto, invece, dopo esser scivolati sotto -9 sul gioco da tre punti di Casu (43-52), congelano gli avversari, scappando sul 67-57 a 10’ dalla sirena e, all’inizio dell’ultimo quarto, sul 70-57 con la tripla di Seskus: il lituano chiude il break di 27-5 che, inevitabilmente, cambia l’inerzia della gara.
E’ il momento migliore della Virtus che ritrova serenità in attacco e fluidità nel proprio gioco in velocità. Da lì, fino alla fine, il risultato non è stato mai messo in discussione, anche perchè la Virtus ha gestito al meglio il pallino del gioco.
Da segnalare i 10 punti di Galassi nell’ultimo quarto, i 9 di Seskus nel 3°, i 7 di Magagnoli nel 2° e, so-prattutto, i 18 punti infilati da Diminic nei primi 20’.

Dopo il secondo sigillo in campionato, la Intech Virtus Imola dovrà spostare tutta l’attenzione sull’attesissimo derby di domenica 24 ottobre, al PalaRuggi (ore 18,00) contro l’Olimpia Castello di co-ach Serio.

La cronaca.
Coach Regazzi sceglie, come primo quintetto, Seskus, Ranocchi, Magagnoli, Aglio e Diminic. Cavalieri risponde con Vecchi, Casu, Riccò, Colla e Illari.
Sprint iniziale della Virtus che scatta sul 7-2 coi cesti di Seskus, Aglio e Diminic. Quindi i lcoali cominciano a rosicchiare con Vecchi, Illari e Colla (8-13) dopo 6’, con Diminic ed Aglio già a quota rispettivamente 6 e 5 punti. Sono ancora i due lunghi a tenere avanti Imola sul 16-12, ma i locali tentano l’aggancio nel finale, riuscendo ad impattare a quota 20 allo scadere con le due triple di Negri e Rappoccio. E sorpassando gli avversari in apertura di secondo quarto con l’ennesima tripla del 20-23 per i reggiani.
Alla ripresa del gioco, Imola si presenta con Seskus, Galassi, Nucci, Carella e Diminic, mentre Pol.Arena sceglie Vecchi, Pedrazzi, Montanari, Basso e Negri.
Diminic segna 7 punti filati, tra cui una tripla frontale, rimettendo in parità il punteggio dopo 2’40” (27-27). Subito dopo l’unico squillo di serata di Nucci (penetrazione e libero aggiuntivo), con l’appoggio facile di Magagnoli che vale il 32-29; quindi la stessa ala forte realizza altri 5 punti (con tanto di tripla). Ma contestualmente, i padroni di casa infilano ben 4 triple consecutive con Riccò, Vecchi, Sinisi e Casu per il 39-41 per i reggiani a 1’30” dall’intervallo. In chiusura segnano Carella e Diminic per l’Intech e Colla e Negri per la Pol.Arena, con le squadre che si fermano per la pausa lunga sul 43-46, meritatamente a favore dei reggiani.
Al cambio campo Regazzi si affida al quintetto iniziale ovvero Seskus, Ranocchi, Magagnoli, Aglio e Diminic, mentre Cavalieri propone Vecchi, Negri, Basso, Casu e Colla.
In apertura, dopo un paio di azioni sbagliate da ambo le parti, Colla pesca Vecchi completamente libero frontalmente e il play colpisce solo retina per il 43-49. Poi Casu segna in penetrazione e il libero aggiuntivo per il 43-52 dopo 2’30”: massimo vantaggio di serata per i biancoazzurri reggiani.
Seskus si carica la squadra sulle spalle e, anche grazie all’appoggio costante e potente dell’Armata Giallonera, ricuce lo strappo con due penetrazioni ed un libero aggiuntivo (48-52). Negri cerca di frenare la veemenza dei gialloneri con una tripla (la terza personale, alla fine saranno 4 per il pivot), ma la macchina della Virtus ha già ingranato la marcia giusta: Seskus giostra in mezzo all’area per poi indovinare l’assist per Diminic che si trova completamente libero fronte a canestro oltre l’arco e segna la tripla, subit seguita dal cesto in penetrazione di Seskus (53-55 a metà frazione). La Virtus è un treno e la Pol.Arena non ha pagato il biglietto, visto quanto accade negli ultimi 15’ di gara.. E, nello specifico, negli ultimi minuti del terzo quarto, con in biancoazzurro in completa balia degli avversari. Dalla lunetta il 2/2 di Aglio, Seskus e Ranocchi fruttano il pareggio e il sorpasso sul 59-55 e per la Pol.Arena comincia a farsi in salita il cammino, anche perchè, a 2 minuti dalla pausa breve, Magagnoli si erge a protagonista con la seconda tripla della sua serata che vale il 62-57. Diminic dalla lunetta raggiunge quota 24 punti personali, mentre Ranocchi a 4 secondi dalla fine del 3° quarto intercetta la palla nella propria trequarti campo per involarsi per l’ennesimo buzzer beater della sua carriera: a fil di sirena stacca oltre un metro prima dell’arco, per l’esultanza dei tifosi imolesi, ma la coppia arbitrale dapprima concede (giustamente) i 3 punti alla guardia, per poi cambiare idea successivamente. Non cambia nulla nell’inerzia del match che vede Imola avanti 67-57 all’alba dell’ultimo quarto.
Regazzi sceglie Seskus, Galassi, Ranocchi, Magagnoli e Carella, risponde Cavalieri con Vecchi, Riccò, Rappoccio, Sinisi e Negri.
Seskus bagna il parziale con una tripla “solo retina” a cui risponde Sinisi dall’altra parte (70-60). Maga-gnoli ci prova da 3, ma viene stoppato, la palla vagante finisce nelle mani calde di Galassi che, fronte a canestro, non perdona dall’arco (76-64 al 3’), infilando il 6° punto personale consecutivo (8 complessivi per il play). Diminic rientra in campo e segna due canestri (e un libero aggiuntivo) consecutivi per l’81-66 con un movimento strepitoso col piede perno. Dall’altra parte si fa notare Casu con una schiacciata bimane spettacolare, ma fine a se stessa, visto che la Virtus non ha intenzione di rallentare il proprio rit-mo. A 2’ dalla fine (84-69) arriva il libero con cui Mise Diminic realizza 30 punti personali: era tanto, tantissimo tempo che un pivot in maglia Virtus Imola non realizzava un tale bottino.
Il tempo si chiude con gli ultimi squilli di Galassi, Savino e Seskus per i gialloneri e di Rappoccio e Vecchi (certamente il migliore dei suoi) tra i locali.
E’ festa grande per i ragazzi della Intech Virtus Imola che mantengono il punteggio pieno in classifica ed omaggiano a fine partita i propri tifosi che non si sono mai risparmiati durante i 40’ della gara.

Ora testa al derby casalingo di domenica 24 ottobre alle ore 18 contro l’Olimpia Castello.

2^ giornata andata
Pol.Arena-Intech Virtus Imola 74-89
SG Fortitudo-Ferrara 67-79
Baskers Forlimpopoli-Molinella 57-52
Olimpia Castello-Fulgor Fidenza 17.10.21
Basket 2000-F.Francia 17.10.21

Classifica:
Intech Virtus Imola e Ferrara 4, Forlimpopoli, F.Francia, Olimpia Castello e Fulgor Fidenza 2, SG For-titudo, Basket 2000, LG Castelnovo e Pol. Arena 0.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: