Serie C Gold – 7° giornata di ritorno
BMR REGGIO EMILIA-INTECH VIRTUS IMOLA 85-79
(Parziali: 28-19 / 46-33 / 68-60)
Scandiano: Canovi ne, Brevini ne, Cunico 10, Bianchi 2, Astolfi 13, L.Bertolini, Sakalas 22, Caiti ne, Pini 18, Magni 10, Germani 10, Piccinini ne. All: Tassinari
Imola: Colombo, Marcone 3, Piani Gentile ne, Dalpozzo 1, Agatensi 3, Barattini 11, Errera 11, Planinic 17, Begic 29, Savino ne, Orlando 2, Biandolino 2. All: Regazzi
Arbitri: Zambelli Luca e Forni Maria Giulia

Ci ha creduto davvero l’Intech Virtus Imola. Al PalaRegnani i gialloneri soffrono i locali, poi si adeguano alzando l’asticella dell’agonismo e della veemenza atletica, quindi raggiungono il vantaggio a pochi istanti dalla fine. Ottimo ultimo quarto per i ragazzi di coach Regazzi che riescono a mettere in crisi le certezze di Scandiano, esattamente come nella gara di andata.
Alla Virtus non sono bastati 15’ di grande basket per stendere, a domicilio, la seconda della classe Bmr Scandiano. Dopo aver stentato nei primi 20’ di gioco, volati via senza grossi intoppi, gli ultimi possessi che lanciano avanti i locali a cavallo della doppia cifra di vantaggio. Nella ripresa i ragazzi di coach Tassinari si confermano una vera e propria corazzata, scappando, dopo 30”, su un importante +18 (33-51) che resterà il massimo vantaggio della serata. Ma a 3’ dalla sirena finale l’Intech si ritrova sul +2 (76-74), con palla in mano. Probabilmente l’enorme sforzo fisico e mentale prodotto in questa clamorosa rimonta, ha frenato l’impeto dei gialloneri nella volata finale.
Applausi per tutti, perché la squadra ha reagito, ha lottato, ha mostrato i muscoli, ma anche la tecnica, regalando grandi sprazzi di pallacanestro veloce e frizzante.
Da segnalare l’ennesima prestazione da 29 punti di Ivan Begic, sempre leader nei momenti delicati del match e pericolo numero 1 di tutte le difese del campionato. I reggiani portano in doppia cifra ben 6 atleti, mentre la Virtus sottolinea in giallo anche la prestazione da 17 punti di Planinic e il doppio 11 di Errera e Barattini.

La cronaca.
Imola in campo con Errera, Begic, Barattini, Dalpozzo e Planinic.
La apre il contropiede di Barattini dopo 1’, mentre Planinic raccoglie il rimbalzo, quindi sfrutta l’assist al bacio di Begic a centro area per appoggiare il 6-5 dopo 2’30”. La tripla di Pini segna il +4 Bmr (6-10), mentre dall’altra parte un’azione veloce imolese mette nelle condizioni Barattini di infilare la tripla frontale (9-10). A metà frazione Errera risponde alla bella giocata dei locali segnano il 11-12. Pini realizza due tiri in pochi istanti per il 12-16 (9 punti personali), mentre Begic si lancia nella sua classica penetrazione laterale (14-16). Planinic riporta Imola a 2 lunghezze, ma Cunico replica (16-20 a 2’30” dalla sirena). A poco più di un minuto dalla prima pausa, Begic viene contrastato (al limite del fallo) sotto canestro e nella ripartenza è bravo Magni a schiacciare il 16-22. Timeout Imola. Oltre ad Agatensi, entrano Colombo, Orlando e Biandolino. Agatensi infila una tripla importante (19-22). Ma in un amen i locali infilano due triple con Magni e Sakalas per il 19-28 con cui ci si ferma.
Alla ripresa del gioco Biandolino segna e dopo 2’ di gioco Begic prima dalla lunetta quindi in penetrazione infila il 27-33. Germani fa doppietta consecutiva e la Bmr corre sul 27-37 dopo 4’. Imola attraversa un momento di confusione a cavallo di metà frazione, ma Scandiano non è da meno: tant’è che il tabellone non varia fino al cesto in elevazione di Cunico al 6’. Errera dalla lunetta realizza solo 1 libero per il 28-39 a 3’45” dall’intervallo. A 3 giri di lancette dalla fine Scandiano comanda 28-41, prima che Ivan Begic peschi la tripla del -10. Colombo trova con un bell’assist Errera sotto canestro per il 33-41 a 1’30”. Sakalas mette la tripla del 33-46 a 8” dalla fine, per il massimo vantaggio locale della serata, fino a questo momento.
L’inizio della ripresa vede Imola con Dalpozzo, Barattini, Planinic, Begic e Marcone.
Astolfi e Sakalas infilano subito il 33-51. Planinic finalizza un contropiede in velocità con Barattini 36-51 dopo 1’30”. E la stessa ala croata accorcia sul 38-53. Sul cesto solitario da sotto le plance di Sakalas Scandiano trova il +17 (38-55). Timeout Imola dopo 2’30”. Al rientro in campo, con il sostegno dei giovani sostenitori imolesi, Marcone pesca il jolly da lontano e subito dopo Planinic realizza da sotto per il 43-55 dopo 3’20” di gioco. Timeout per coach Tassinari. Cunico in penetrazione dà energia ai suoi con cesto più libero aggiuntivo (43-58). Begic a cronometro fermo segna 2/2, quindi vola in contropiede solitario con canestro più fallo: col libero aggiuntivo firma il 48-58 (14 punti personali). E nell’azione successiva, ruba palla e lancia il contropiede di Planinic (11 punti per lui) che vale il 50-58 a metà frazione. Begic segna ancora e riporta a -7 Imola. Quindi è il turno di Dalpozzo nel creare l’assist per Planinic che segna ancora per il 54-62. Sakalas pesca la tripla allo scadere dei 24” a 3’ dalla fine (54-65). Astolfi da lontano ed Errera firmano il 56-68 a 1’30”. Begic penetra e trova il -10 e opo l’errore di Sakalas da sotto, è lo stesso Begic a firmare il 60-68 a 30” dalla sirena. E così si arriva all’ultima pausa breve. Begic è a quota 20 dopo 30’ di gioco.
E sale a 22 con i liberi dopo un minuto di gioco (62-68). Fallo di Errera su Germani che chiude il gioco da 3 punti (62-71). Su assist di Begic Errera schiaccia il 64-71. Al 3’ è la spettacolare tripla di Barattini a riaprire completamente il match sul 67-71. Timeout per coach Tassinari a 6’40” dalla sirena finale. Sale la tensione in campo con l’equilibrio riportato dalle giocate dei gialloneri. Errera in coast to coast per il 69-71 a 6’. Begic sbaglia la tripla del sorpasso. Bmr sbaglia a sua volta e la Virtus attacca a metà frazione: Begic fa saltare tutta Imola per il vantaggio 72-71. A 4’ dalla sirena la tripla di Barattini mantiene l’Intech sul 75-74. Pini impatta a quota 76 a 3’, quindi trascorre un minuto e spiccioli senza canestri, con diversi errori da entrambe le parti. A 1’43” tutti fermi per il timeout. Magni mette la tripla a 45” dalla fine. Begic la sbaglia. Timeout Bmr a 19” dalla sirena. Tensione alle stelle. Sakalas dalla lunetta fa 2/2 e porta il vantaggio sul 76-81 a 17”. Timeout Imola. Ultimo possesso in mano a Barattini che gestisce la palla fronte a canestro, quindi Begic dall’arco colpisce il ferro, ma subisce il fallo, guadagnandosi 3 liberi a gioco fermo: li realizza tutti e, a 8”, la Virtus è sotto 79-81. Fallo immediato di Dalpozzo su Pini che può andare in lunetta, facendo il pieno: 79-83. Errera e Barattini non si capiscono nella rimessa e la palla viene consegnata ai reggiani. E’ la fine per le residue velleità imolesi a 7” dalla sirena finale. Palla a Magni che subisce fallo e, dalla lunetta, realizza il +6 (79-85). Finisce tra gli applausi di tutti i tifosi.

7^ giornata di ritorno:
Bmr Reggio Emilia-Virtus Spes Vis Pall Imola 85-79
Bologna Basket 2016-Virtus Medicina 74-64
Basket Lugo-Anzola Basket 74-87
Olimpia Castello 2010-Guelfo Basket 58-83
Pol. Arena-L.G. Competition 55-62
Ferrara Basket 2018-Gaetano Scirea Basket 69-88
Pallacanestro Molinella-Pallacanestro Fiorenzuola 1972 (Rinviata)

Classifica:
Fiorenzuola 32, Bmr Reggio Emilia 30, Bologna Basket 28, Olimpia Castello 24, Virtus Medicina, Lg Competition e Ferrara 20, Intech Virtus Imola 18, Basket Lugo, Molinella, Anzola e Guelfo Basket 16, Gaetano Scirea 12, Pol.Arena 10.

Bolognabasket © 2000 - 2020 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: