PARTIZAN BELGRADO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 99-81 (26-23,62-42; 84-63)

Nella prima partita di Top 16 la peggior Virtus della stagione affonda a Belgrado. Di fronte ai 16505 della Stark Arena il Partizan di coach Andrea Trinchieri ha trovato la partita perfetta, attaccando Teodosic a ogni possesso e mettendo sul campo il doppio dell’intensità e dell’energia. I bianconeri sono completamente mancati nel primo tempo, incassando 62 punti, di cui 34 nel disastroso secondo quarto. Poi un lungo quanto vano tentativo di rimonta, con tante energie consumate e ben pochi risultati. I serbi, che erano la terza peggior squadra da tre dell’intera Eurocup, hanno messo a segno 14 triple, e dominato in lungo in largo. Per i bianconeri, difficile trovare qualcuno da salvare a parte Gaines e un grintoso Pajola. Brutto passivo, ben difficilmente ribaltabile, e passo falso molto pesante in apertura di Top 16. A questo punto, bisognerà cercare di resettare prima possibile questa serataccia.

Cronaca: si parte dopo la celebrazione di Sasha Djordjevic, eroe dell’Eurolega 1992 vinta dal Partizan. Per il coach bianconero un’ovazione, applausi, striscioni e gigantografia. I ritmi sono alti, e il Partizan prova a scappare (24-17) con le triple: tre di Walden e inizio 5/6. La Virtus regge l’urto con due triple di Gaines e buone cose di Pajola: 26-23 al 10’.
I serbi da tre non sbagliano mai, e con due triple di Paige arrivano a +11 (34-23); la Segafredo ha grossi problemi offensivi, e finisce anche a -14 incassando un 13-2 in apertura di secondo quarto. La rottura prolungata continua, Gordic fa quello che vuole e firma il +20 (50-30). La Virtus è in ritardo praticamente su ogni pallone, e incassa 36 (!) punti nel quarto. Gaines prova a limitare i danni, e a metà il punteggio è 62-42.
Dopo la pausa la Virtus prova a cambiare faccia. Difesa forte, due magie di Teodosic e 9-0. La fiammata però dura solo 3’, poi il Partizan riprende a macinare gioco e triple. Djordjevic prende tecnico, forse per scuotere i suoi. La partita diventa tesissima, e piovono falli antisportivi. I serbi sono in controllo, e al 30’ il punteggio è 84-63.
Nell’ultimo quarto Pajola parte con un 5-0 personale, ma anche qui il parziale favorevole dura poco. Gordic e Walden da tre sono inarrestabili, e il Partizan dilaga fino al +25. Per completare la serata disastrosa, Hunter prende una botta alla caviglia mettendo il piede su quello di Weems. Finisce 99-81.

PARTIZAN BELGRADO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 99-81 (26-23,62-42; 84-63)
PARTIZAN: Walden 23; Zagorac 7; Paige 19; Gordic 22; Jaramaz 5; Velickovic 10; Bircevic 1; Redding 7; Jankovic 2; Thomas 0; Trifunovic NE; Mosley 3. All. Trinchieri
VIRTUS: Gaines 21; Pajola 5; Baldi Rossi 3; Markovic 1; Ricci 5; Delia 2; Cournooh NE; Hunter 7; Nikolic NE; Teodosic 14; Gamble 14. All. Djordjevic

(foto Dragana Stjepanovic . Eurocup)

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: