Colpo di scena in casa bianconera. Virtus e Gruppo Sabatini, attraverso una nuova societa’ chiamata Starcafe’, assumono il controllo dello sponsor Caffe’ Maxim, che nei progetti di Claudio Sabatini diventera’ veicolo del marchio Virtus attraverso una rete di 300 punti vendita sul territorio bolognese. A spiegare tutti i dettagli, in una conferenza stampa, e’ stato lo stesso Sabatini, presente con Zare Markovski, Lucio Zanca e Giordano Consolini. Assente invece Max Boccio, che da oggi esce completamente di scena.
Tempo fa proprio Max Boccio a tentare di acquistare la Virtus da Claudio Sabatini, otto mesi dopo e’ successo l’esatto contrario.

Ecco le parole di Sabatini
Come avevo annunciato ci sono novita’ riguardanti lo sponsor. Abbiamo deciso di esercitare un’opzione presente nel contratto di sponsorizzazione e di rilevare Caffe’ Maxim, con la formula dell’affitto del ramo di azienda. Era un evento in programma, per tanti buoni motivi abbiamo deciso di anticipare i tempi.
Per me la Virtus non e’ solo una squadra di basket, ma una vera e propria marca e abbiamo deciso di valorizzarla. La nostra comunita’ a oggi ha due punti di aggregazione, il palaMalaguti e l’Emporio della Cultura, dove si possono trovare i nostri prodotti. Il nostro progetto, senza fretta, e’ quello di creare una rete di 300 punti vendita sul territorio, prima in regione e poi in Italia, dato che abbiamo tifosi dovunque. Secondo un sondaggio quando si parla di squadre di basket italiane la piu’ conosciuta e’ la Virtus, poi la Scavolini e poi la Benetton.
Il Gruppo Sabatini ha esperienza nel creare format per punti vendita di aziende, ad esempio Wind, Camst, Timberland, e abbiamo deciso di usare la nostra esperienza per portare avanti questo progetto che secondo noi ha un grandissimo potenziale. In 10-15 giorni spero di presentare una serie di partner commerciali che ci affianchino realizzando prodotti marchiati Virtus.
Il punto vendita sara’ un luogo di aggregazione di tifosi Virtus, e vendera’ i nostri prodotti. Quale luogo di aggregazione migliore di una catena di bar, con diffusione capillare sul territorio?

Max Boccio? Prima di tutto lo ringrazio, ha creato un bel progetto, un’idea che mi piaceva molto. I pagamenti? Diciamo che con noi finora e’ stato puntuale. Otto mesi fa aveva anche presentato una offerta in piena regola per comprare la Virtus a 5 milioni di euro. Ho ritenuto non fosse il caso, e se tornassi indietro farei la stessa cosa.
Nel contratto di sponsorizzazione ho voluto fortemente una clausola, di poter in qualsiasi momento rilevare Caffe’ Maxim, e stamattina l’ho esercitata. Abbiamo creato una nuova societa’, chiamata Starcafe’, di proprieta’ Virtus e Gruppo Sabatini. E’ operativa da oggi. Finora Caffe’ Maxim ha 76 clienti, che acquistano sacchi di caffe’. Il progetto in 3-4 e’ di avere 300 punti vendita di caffe’ ma anche del brand Virtus, con un fatturato di 10 milioni di euro l’anno.
Invito da oggi tutti i nostri tifosi a cercare l’insegna Caffe’ Maxim, faranno un gran piacere alla Virtus, e contribuiranno al potenziamento della squadra! Non escludo nel futuro un cambio di denominazione

Da oggi se un altro sponsor si vuole far avanti e’ ben gradito, ma per prima cosa bisogna vedere chi e’ . Abbiamo bisogno di soldi, ma soprattutto cerco brand che vogliano condividere questo progetto.

Non e’ un segreto che abbia cercato di acquistare il Bologna e stia cercando di acquistare SchemaTre. Fa tutto parte di questo progetto sul territorio. Ripeto che la Virtus non e’ una squadra di basket, ma una vera e propria marca e va valorizzata.

Bolognabasket © 2000 - 2022 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: [email protected]

Privacy e Cookie Policy | Bonus Scommesse | Bonus immediato senza deposito | Migliori siti scommesse | Migliori casinò online