GOLDENGAS SENIGALLIA – SINERMATIC OZZANO 69 – 62

Parziali. 17-18; 30-38; 45-45

SENIGALLIA: Giannini 9, Calbini 4, Giacomini 7, Gnecchi 8, Varaschin 21, Bedetti 4, Bedin 12, Giuliani ne, Terenzi ne, Figueras ne, Cicconi Massi 4, Rossini ne – All. Gabrielli; Vice Peverada

OZZANO: Landi, Folli 6, Galletti ne, Cisbani ne, Misljenovic, Klyuchnyk 13, Chiappelli 14, Barattini ne, Ceparano 7, Bonfiglio 19, Lasagni 3 – All. Loperfido; Vice Pizzi

Arbitri: Castello (VI) – Bortolotto 8TV)

Note: Spettatori 400 circa; fallo tecnico a Giacomini (Senigallia) al 27’; usciti per falli: Giacomoni (Senigallia) al 32’, Folli (Ozzano) al 38’ e Klyuchnyk (Ozzano) al 40’

Trasferta amara per i New Flying Balls che escono a bocca asciutta dal PalaPanzini di Senigallia per 69 a 62. Nonostante una partita condotta per oltre 30 minuti i ragazzi di coach Loperfido arrivano al rush finale scarichi di energie e spenti di idee, e complici le 29 palle perse non riescono a fermare la rimonta dei padroni di casa che fanno così bottino pieno lasciando tanto amaro in bocca alla Sinermatic.

Ancora problemi e assenze in casa New Flying Balls: out ancora una volta Iattoni, coach Loperfido recupera Lasagni (non ancora in perfette condizioni) ma deve fare a meno dell’infortunato Barattini, in panchina ad onor di firma. Rotazioni nuovamente limitiate per lo staff tecnico emiliano, che da fiducia al giovane 2004 Landi facendolo partire in quintetto.

Nella prima frazione di gioco dominano i lunghi di entrambe le squadre: l’ex Bedin da una parte, Chiappelli e Klyuchnyk dall’altra regalano un bel primo quarto, vivace e senza particolare soste. Un primo periodo molto equilibrato che va in archivio con gli ospiti avanti 18-17.

Nella seconda frazione la difesa di Ozzano continua a svolgere un eccellente lavoro e i Flying Balls mantengono sempre la testa del match affidandosi ad un super Bonfiglio che realizza 13 punti in 10 minuti, segnano inoltre canestri di pregevole fattura. Le tante palle perse però, non permettono ai Flying di andare al riposo lungo con un eccesivo vantaggio, che comunque alla sirena è di 8 lunghezze (30-38).

Nella terza frazione cambia la musica, in casa Goldengas sale in cattedra Varaschin. Ozzano in apertura trova il massimo vantaggio sul +9, (31-40 al 22’) ma poco dopo l’inerzia del match cambia. Ozzano continua a difendere ma cresce anche l’intensità difensiva marchigiana. L’attacco ozzanese si spegne e in costruzione di gioco vengono persi molti palloni. Senigallia dal canto suo non riesce a sfruttare al massimo le tante palle perse ozzanesi, anche perché spreca diversi tentativi dalla lunetta (meno del 60% a fine serata). Il parziale dei restanti 8 minuti del quarto però dice 14-5 Senigallia, quanto basta per arrivare alla terza sirena in perfetta parità a quota 45.

Ultimo quarto al cardiopalma: Senigallia ha l’inerzia a proprio favore e i decibel del PalaPanzini si alzano vertiginosamente. Ozzano, spinta da una ventina di rumorosi e stoici tifosi al seguito, continua a pasticciare in attacco facendo crescere inesorabilmente il numero di palle perse. Al minuto 35, dopo un prima parte di periodo fatto di sorpassi e controsorpassi, Ozzano prova un cenno di allungo grazie ad una splendida tripla del mai domo Bonfiglio e di un Chiappelli da doppia doppia (14 punti e 13 rimbalzi) e vola a +6 (50-56). Senigallia non molla e dopo un time out il duo Varaschin-Bedin si rileva micidiale. La Goldengas impatta e sorpassa la Sinermatic, la quale precipita in un amen a -5. Una tripla di Ceparano da al pubblico ozzanese un ‘ultima speranza (64-62) ma una bomba di Giannini mette la parola fine ad ogni tipo di discussione. Con un parziale complessivo di 19-6 negli ultimi 5 minuti Senigallia si prende con merito la vittoria e sale in classifica a quota 10 staccando proprio la compagine ozzanese.

Per Ozzano non bastano i 19 punti di Bonfiglio e le doppie doppie di Chiappelli e Klyuchnyk. Nonostante la sfida vinta a rimbalzo (41-32), la Sinermatic regala agli avversari come detto 29 palloni, troppi per pensare di sbancare il campo avversario. Statistiche alla mano salta infine all’occhio il numero di falli commessi fischiati: 27 a 15 contro i New Flying Balls, che hanno portato in lunetta 31 volte la Goldengas contro appena 8 la SInermatic. MVP dell’incontro Varaschin, salito in cattedra nella ripresa e trascinatore della rimonta vincente marchigiana: per lui 21 punti, 7 rimbalzi e 29 di valutazione.

Bolognabasket © 2000 - 2021 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica registrata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: